Viterbo, porta droga al figlio ​ricoverato in clinica

Denunciato un 65enne di Viterbo che riforniva quotidianamente di hashish il figlio ricoverato in una clinica

Rifornisce di droga il figlio ricoverato in clinica: un 65enne di Viterbo è stato scoperto e denunciato dalla polizia. Gli agenti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile avevano intuito da giorni la presenza di una sistematica attività di spaccio di hashish all'interno di una clinica del territorio comunale.

Subito hanno avviato una serie di accertamenti che hanno consentito di individuare un 65enne calabrese, residente in provincia di Roma e padre di un giovane ricoverato nella clinica. Dopo diversi pedinamenti, gli agenti appostati nell'area di parcheggio della clinica hanno visto il 65enne che, parcheggiata la propria autovettura, armeggiava per alcuni istanti nel cofano del veicolo estraendo un involucro di colore marrone. Gli agenti sono quindi intervenuti scoprendo che il pacchetto conteneva 10 grammi di hashish destinati al figlio.

In casa dell'uomo, i poliziotti hanno trovato l'occorrente per il confezionamento di dosi di stupefacente e un bilancino elettronico di precisione. Al termine degli accertamenti, il 65enne è stato denunciato per il reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 21/09/2017 - 19:24

Un genitore esemplare ...