Voci dal Vaticano: "Si sta per dimettere il segretario del Papa"

Dopo il capo della Gendarmeria e il vertice dell'Autorità Finanziaria sta per lasciare pure il segretario personale del Papa. E qualcuno parla di "giallo" attorno ai motivi di questa decisione

Monsignor Fabiàn Pedacchio non sarà più il segretario personale di Papa Francesco. Più di una fonte lo afferma con certezza. Per quanto, almeno in un primo momento, si trattasse solo di voci. Poco fa è arrivata la conferma da parte della Santa Sede: il direttore della Sala Stampa Matteo Bruni ha dichiarato in via ufficiale che Pedacchio "lascerà tra poco". Ma c'è anche qualche ulteriore elemento riguardante i perché: Bruni ha aggiunto che è una "decisione presa da tempo in linea con il modo necessario di vivere questi incarichi come un servizio a tempo". A riportarlo è stata l'Adnkronos, che ha spiegato come il direttore della Sala Stampa della Santa Sede abbia confidato tutto questo alla giornalista Maria Antonietta Calabrò, che ha dato la notizia via Twitter.

Il fatto che un segretario papale lasci non è poi così inconsueto. In questo periodo, inolte, le scelte di Jorge Mario Bergoglio stanno riguardando anche le alte sfere del Vaticano. Ma i motivi per cui a Pedacchio dovrebbe essere assegnato un incarico diverso non sono ascrivibili a demeriti o a preoccupazioni sollevate dall'arcivescovo di Buenos Aires. Pare si possa parlare di semplice turn over. Ma è normale che, trattandosi di uno dei consacrati più vicini al Santo Padre, qualcuno usi l'espressione "giallo".

Nel corso della giornata di ieri, l'Adknronos aveva parlato di "motivi al momento ancora non chiari". Di sicuro c'è come queste voci stiano circolando alla vigilia di un periodo che interesserà, in chiave riformistica, la Curia romana: la nuova Costituzione Apostolica, stando ai programmi, sarà presentata prima della fine dell'anno. Le logiche odierne potrebbero essere sconvolte o quantomeno modificate. La Segreteria di Stato, secondo le anticipazioni, dovrebbe acquisire maggiori spazi di manovra. Un discorso diverso, invece, sembra valere per la Congregazione per la Dottrina della Fede. Ma il segretario personale del Papa rimane il segretario personale del Papa.

Il Sismografo, che è un portale molto vicino agli ambienti ecclesiastici della Santa Sede, ha ribadito quanto affermato dall'agenzia sopracitata: "Sicuramente qualche tempo dopo il ritorno domani del Santo Padre dall'Asia, mons. Fabián Pedacchio, sacerdote argentino, nato il 14 aprile 1964, segretario personale del Pontefice dal 2014, responsabilità che condivide con il presbitero egiziano Yoannis Lahzi Gaid, lascerà l'incarico e secondo il percorso concordato con Francesco nel mese d'agosto rientrerà a tempo pieno nella Congregazione per i Vescovi dove lavora dal 2007".

Siamo dinanzi una questione di ore. Poi monsignor Fabiàn Pedacchio saluterà Santa Marta, dove il vertice della Chiesa cattolica ha scelto di risiedere, preferendo una dimora umile agli appartamenti papali. La squadra attorno al pontefice argentino, intanto, sta cambiando. Domenico Giani, ex vertice della Gendarmeria vaticana, si è dimesso in seguito allo scandalo sulle presunte "operazioni finanziarie sospette". Sembra che il Papa non abbia accettato la fuoriuscita di notizie relative ai provvedimenti di sospensione che sono seguiti alle acquisizioni di documenti presso alcuni uffici della Segreteria di Stato. Ma Giani non è l'unico a non far più parte del team ristretto del Santo Padre: anche René Bruelhart, ormai ex presidente dell'Autorità Finanziaria, non è stato confermato.

Tutti questi cambiamenti possono far parte di una strategia complessiva di Jorge Mario Bergoglio. Per comprendere qualcosa di più, bisogna attendere il ritorno del pontefice argentino dalla sua visita apostolica in Asia.

Commenti

Arslan

Lun, 25/11/2019 - 11:24

"è normale che qualcuno usi l'espressione giallo"....il perchè sarebbe normale lo sapete solo voi....

antipifferaio

Lun, 25/11/2019 - 11:30

"Si sta per dimettere il segretario del Papa"...Semmai sarebbe il caso che lo facessero entrambi...

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 25/11/2019 - 11:53

Sta per crollare tutto,non vedo l'ora.

Arslan

Lun, 25/11/2019 - 12:19

mbferno....sta per crollare tutto perchè il segretario se ne va e l'articolista ha parlato di "terremoto"?...."Essere di destra è semplice..." cit.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Lun, 25/11/2019 - 12:59

Forse non crollerà ma i primi calcinacci cadono

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 25/11/2019 - 13:32

@Arslan....ehhhhhhh,no sig. Arslan,a farla semplice è proprio lei...sta per crollare tutto non solo per via dei due fatti che lei cita,ma per mille altre ragioni ben note,che erano sottintese:scandali sessuali,bilanci in rosso,scontri e scissioni persino all'interno della chiesa,intromissioni illecite nella politica italiana,comportamenti pro-islam dello stesso Papa non troppo trasparenti,fondo raccolti dai fedeli usati per acquistare immobili prestigiosi a Londra.....vado avanti o le basta???????

kennedy99

Lun, 25/11/2019 - 13:38

ma che si dimettessero tutti questi ne hanno di malefatte da pagare. poi ci sono i soliti beoti che credono a tutto quello che dicono.

Libero 38

Lun, 25/11/2019 - 13:41

Ammesso che un vecchio detto dice che il pesce puzza dalla testa,e preso atto dell'ultimo caso zanchetta per evitare che la chiesa finisca nel redicolo farebbe bene a dimettersi anche il kompagno ciccio.

ziobeppe1951

Lun, 25/11/2019 - 13:43

Anch’io non vedo l’ora

Arslan

Lun, 25/11/2019 - 14:53

mbferno....scandali sessuali? perchè, non esistevano prima di Bergoglio? Non è forse vero che questo è l'unico papa che sta facendo qualcosa per combatterli a differenza degli altri che cercavano invece di insabbiarli? acquisto di immobili prestigiosi da parte dei cardinali è sempre avvenuto, perchè le dà fastidio solo adesso? le dà fastidio che questo papa sia il più fedele al messaggio cristiano richiamando l'attenzione sui più poveri? Ma che gliene frega...lei è ateo...mica deve seguirlo....

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 25/11/2019 - 15:31

@Arslan....allora mi dimostra che non ha capito il mio primo post che era riferito alla chiesa in sé e non al papa Bergoglio. A lui imputo solo il fatto di essere troppo genuflesso all'islam,che tutto è tranne che una religione,di pace specialmente. Vabbè me ne faccio una ragione e anche se sono ateo,ciò non significa che non si possa esprimere una opinione sulla religione o sulla chiesa, soprattutto se questa ha dato ben pochi esempi di cristianità o rettitudine di cui si riempie la bocca ogni giorno. E in ultimo si può aiutare i poveri senza disconoscere la propria identità e cultura:chi si offende per la carne di maiale o il vino, è un problema suo,non nostro,non mi pare sia un concetto difficile da capire,a meno di non essere di sinistra.....

Arslan

Lun, 25/11/2019 - 16:13

mbferno...se a una persona, che per principi religiosi non mangia maiale, gli passi del maiale, non è che si offende...al limite non lo mangia...MA SE SEI TU CHE LO HAI INVITATO a pranzo, il gesto, che sembrerebbe di cortesia, si trasformerebbe quanto meno in qualcosa di sadico.....se lei dovesse invitare a pranzo un vegetariano, conoscendone l'abitudine, che farebbe? Gli passerebbe lo stesso pietanze di carne per poi dirgli "è un problema tuo, non mio"?

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 25/11/2019 - 16:31

@Arslan...ma facciamo a non capirci? Io ho invitato a cena a casa mia,in passato, una vegetariana che lavorava in un gattile,e nel piatto,apposta per lei, ho messo ed acquistato solo prodotti vegetariani,ma IO mi sono mangiato un brasato di cervo con polenta. Assecondare i gusti altrui,non significa rinunciare ai propri! Rispettare i suoi gusti come l'ospite deve rispettare i miei.

Arslan

Lun, 25/11/2019 - 17:08

mbfermo....ma mi faccia capire...stiamo parlando di ristoranti? Pensa che quello che hanno allestito in vaticano sia stato un buffet da matrimonio? Era un pranzo per i poveri con prodotti offerti da volontari, con un primo e un secondo...pensa che ai poveri non mussulmani, abituati a stare anche giorni senza mangiare, sia importato qualcosa se avessero mangiato pollo o maiale? Pensa che i poveri non islamici avrebbero detto "No, se non c'è maiale io non vengo?" Al contrario, i mussulmani poveri, che sono ligi alle loro norme religiose, non avrebbero mangiato...quindi non era più logico passare carne non di maiale e fare tutti contenti?