"Volevano stuprarmi ma li ho messi in fuga", tentato stupro ad Ascoli

Era uscita intorno alla mezzanotte per buttare l'immondizia quando è stata aggredita alle spalle da alcuni balordi che hanno tentato di stuprarla ma lei li ha messi in fuga

È stata aggredita alle spalle e hanno tentato lo stupro i due balordi che l'hanno colpita martedì scorso mentre stava buttando l'immondizia intorno alla mezzanotte ad Ascoli.

La 24enne li ha messi in fuga dopo che, scesa per buttare l'immondizia è stata raggiunta da due balordi che, bloccatala l'hanno presa a schiaffi e pugni e successivamente hanno tentato di toglierle i pantaloni:"Sono rimasta paralizzata, non riuscivo a gridare, mi divincolavo. Ricordo il buio, il freddo. Uno di loro mi aveva afferrato i polsi, l’altro mi picchiava. Ho ricevuto schiaffi e colpi nella parte lombare, credo con un bastone. Sono ancora molto turbata e soprattutto molto spaventata. Sono stati attimi di vero terrore, soprattutto quando uno dei due ha mostrato un coltello" riferisce Il Resto del Carlino che ha riportato la notizia.

Il corso di autodifesa l'ha salvata, tanto che quando uno dei due è riuscito a calarle i pantaloni l'altro si è allontanato, molto stranamente. Così lei è rimasta a divincolarsi con uno soltanto, ha quindi messo in atto alcune pratiche ed è riuscita a liberarsi. Riuscita a liberarsi ha quindi iniziato la sua corsa verso casa:"Sono arrivata a casa in un attimo, la forza della disperazione mi ha fatto correre fortissimo".

La vittima è andata in ospedale per ricevere supporto psicologico e medico, è stata giudicata guaribile in cinque giorni mentre i Carabinieri hanno raccolto la denuncia della giovane e stanno indagando cercando di ricostruire quanto avvenuto e trovare i due balordi che hanno tentato di stuprarla.