Yara, il genetista: "Sul dna c'è stato un errore"

Il consulente della difesa: "Non è possibile che sia sparito il dna mitocondriale"

"Sul dna trovato sul corpo di Yara Gambirasio c'è stato un errore". Ne è convinto il genetista Marzio Capra in un'intervista al settimanale Oggi, in edicola da domani.

"Comunque finisca questo processo, se il mistero (dell'assenza di dna mitocondriale dell'imputato sulla traccia dove fu isolato il suo Dna nucleare, ndr) non sarà chiarito avremo una sentenza con un buco nero…", ha detto il genetista consulente dei difensori di Massimo Bossetti e che per un mese ha analizzato i cosiddetti dati grezzi, "Il più sincero è stato il colonnello Giampietro Lago, comandante del Ris di Parma, quando in aula ha ammesso: Non so spiegarmelo. Non mi era mai capitato. Gli altri avanzano solo ipotesi. Ma non hanno saputo dare una spiegazione scientifica. Non basta dire: è una anomalia. Perché in laboratorio le anomalie vanno contro le regole e le conoscenze. Vanno contro la scienza. E se per l’accusa il dna è la prova regina io dico che la prova regina manca. Non c’è. Vogliamo far finta di niente? Non si può. Io ho cercato i punti fermi, quelli dimostrabili. E sono arrivato a una conclusione: c’è stato un errore… Come mai è sparito il mitocondriale che è la parte più resistente del dna? Mi rifiuto di pensare a una manipolazione. L’unica alternativa è l’errore umano".

Annunci
Commenti

paolo b

Mar, 02/02/2016 - 14:47

è necessario trovare a tutti i costi "UN COLPEVOLE" altrimenti la follia dei costi dell'indagine non è giustificabile, allora si fabbricano prove come i famosi filmati del furgone ecc. ecc. e mi pare che non vi siano prove inequivocabili contro bossetti se è vero quello che sostiene il perito e che il il colonello dei ris ha in qualche modo avvallato come può un processo basarsi su una prova scientifica che di scientifico non ha nulla? ma forse no si può smentire quell'inutile essere di nome alfano che si vanto pubblicamente ""abbiamo il colpevole"

Dordolio

Mar, 02/02/2016 - 14:51

Ma no.... Ma cosa ci dite.... Improvvisamente un'ovvietà acquista spessore.... Purtroppo questa indegna vicenda è andata troppo avanti. E il Bossetti - colpevole o innocente che sia - deve venir condannato per forza. Troppa gente altrimenti perderebbe faccia, immagine e residua dignità e forse potrebbe anche venire inquisita per la voragine di soldi spesi inutilmente.

agosvac

Mar, 02/02/2016 - 14:59

Come ho sempre sostenuto il problema è che questo stesso dna "anomalo" perché incompleto, in quel corpo esposto alle intemperie dei mesi più piovosi dell'anno non lo si sarebbe neanche potuto trovare. Tranne che il corpo di Yara non sia stato portato lì solo qualche giorno prima del ritrovamento. Questo , ovviamente, renderebbe nulla tutta l'impostazione dell'accusa!!!

venco

Mar, 02/02/2016 - 15:10

Si cerca il pelo nell'uovo per tirar fuori Bossetti.

cicero08

Mar, 02/02/2016 - 15:17

ma pare che qualche altra manipolazione ci sia già stata...

Libero1

Mar, 02/02/2016 - 15:37

Caso Yara.E' inutile illudersi tra questi Bossetti.E'stato gia' tutto deciso che Bossetti anche se innocente dovra' pagare per coprire lo scandaloso fallimento delle indagini dopo aver speso milioni e milioni di euro di tasse pagate dagli italiani dopo quattro anni di indagini fatte da incompetenti che non sono stati capaci di cacciare un ragno dal buco.

gigi0000

Mar, 02/02/2016 - 16:02

Sostengo da sempre l'impossibilità di reperimento di DNA nucleare e l'assenza di quello mitocondriale, poiché la scienza non lo spiegherebbe. Capra è evidentemente molto diplomatico e conclude quindi ipotizzando l'errore, ma la realtà è e non può essere che una sola: la contaminazione. Accidentale o voluta? Ciò che però preoccupa maggiormente è la strumentalizzazione dei giudici a danno del Bossetti, negandogli persino la detenzione domiciliare.

linoalo1

Mar, 02/02/2016 - 16:15

Se c'è errore umano,è un errore voluto!!E' dall'inizio che sostengo che il povero Bossetti era diventato il Capro Espiatorio per chi ha fatto spendere inutilmente tutti quei soldi per esaminare il DNA di chi???Se almeno ci fosse stata una traccia consistende di DNA di un presunto colpevole,forse avrei capito!!!E adesso cosa succederà???Non vorrei mai che,per non pagare le milionarie richieste di Risarcimento di Bossetti,lo stesso venga condannato!!!!

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 02/02/2016 - 16:30

Il Prof. Capra si rifiuta di pensare a una manipolazione, è cosa comprensibile, lui ha fatto parte dei RIS per anni e tirare la croce contro i suoi ex colleghi gli riesce difficile da fare. Eppure due manipolazioni ci sono già state, una sul famoso video dei RIS tarocco sul furgone di Bossetti e l'altro sulla fattura del metro e mezzo cubo di sabbia che sarebbe servito a Bossetti a dare un occhiata a Chignolo e eventualmente sotterrare Yara. Si è scoperto, in processo, che l'architetto aveva dato foto e agenda sui lavori a carabinieri e Procura ma questi hanno fatto finta di niente e accreditata la versione di una stranezza di Bossetti sulla sabbia. Due tarocchi, quindi, perché stupirsi se ce n'è un terzo sul DNA? Non dimenticando la stranezza di una traccia abbondante e identificata di DNA sul polsino della Yara, che hanno ignorato, come se non ci fosse, in un indagine per un delitto!

roberto.morici

Mar, 02/02/2016 - 16:36

Quando ci si cinvince della colpevolezza di qualcuno non c'è nulla da fare. Il colpevole più "votato" va condannato. Non c'è scampo. Ricordo il "caso Gallo", in Sicilia: uno dei fratelli Gallo, che era stato condannato per l'uccisione del fratello dopo l'accurato esame di "prove inconfutabili", assolto e scarcerato dopo che fu scoperto "inconfutabilmente" che il morto assassinato...era vivo. Ricordo il caso del famoso PM che dichiarò, trionfante: "Il caso è risolto. Posso partire per le ferie". Non aveva risolto un bel niente. Ricordo il caso del famoso unabomber che scampò processo e carcere solo perché fu scoperta la "prova regina"...fabbricata in laboratorio. Ho un'ottima memoria e ricordo molto altro...

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mar, 02/02/2016 - 17:24

Non è stato lui.

blackbird

Mar, 02/02/2016 - 22:25

Prove o non prove, manipolazioni o errori, lacune o fraintendimenti, Bossetti sarà condannato! Necessita il mostro, e lui è stato prescelto. Gli è andata male, peccato.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 03/02/2016 - 01:26

Con questa magistratura non c'è da meravigliarsi che qualcosa sia andato storto nelle indagini. Da quando i magistrati, nella loro smania di potere, si sono sostituiti alle indagini condotte da organi di polizia i processi sono diventati delle lunghe commedie senza soluzione. LA GIUSTIZIA È DIVENTATA UNA OPINIONE.

Lotus49

Mer, 03/02/2016 - 06:46

Condivido, sia pur a malincuore, quello che dice roberto.morici. Io ricordo bene il caso dei fratellini di Gravina di Puglia, Ciccio e Tore, della cui sparizione fu accusato il padre-mostro, salvo poi scoprire che erano morti per un tragico incidente cadendo nei sotterranei di un rudere mentre giocavano con gli amichetti. Allora il PM, davanti alla sconfessione del suo teorema, dichiarò che erano caduti perché "inseguiti dal padre", sempre senza nessuna prova, ca va sans dire.

Lotus49

Mer, 03/02/2016 - 07:00

Ora, io mi chiedo, ma voi ci vivreste in un Paese così? Ogni volta speriamo che non capiti a me. Nell'ordine, speriamo che non mi capiti: 1) il drogato al volante 2) quello che viaggia a 250 all'ora contromano 3) la pallottola vagante destinata al camorrista 4) il giudice con il teorema su di me 5) la frana di cui tutti sapevano ma non hanno fatto nulla 6) il fiume straripato perché non c'erano fondi 7) il soffitto della scuola che cade in testa a mio figlio 8) l'anestesista che era andato al bar durante l'intervento 9) l'INPS che mi chiede centomila euro per avere la pensione che mi spetta 10) la mafia dei cimiteri che vuole soldi per seppellirmi. Voi ci vivreste in un Paese così? Io no. Basta. Quando è troppo è troppo.