Yara, lettera di Bossetti: "Serve la super-perizia"

In vista del processo d'Appello per l'omicidio di Yara il prossimo 30 giugno, Massimo Bossetti ha scritto una lettera ai giudici

Massimo Bossetti continua a dichiarare la sua innocenza. In vista del processo d'Appello per l'omicidio di Yara il prossimo 30 giugno, il muratore di Mapello ha scritto una lettera ai giudici. Il contenuto del messaggio è stato rivelato durante l'ultima puntata di Quarto Grado su Rete 4: "Non insabbiate prove tangibili sotto gli occhi di tutti, concedete la visione dei reperti in possesso delle autorità, fate effettuare una superperizia", "fatelo per Yara", scrive Bossetti. Poi aggiunge: "Possiate una volta per tutte far luce, chiarezza, trasparenza su tutto. In me c'è tanta sofferenza, la sofferenza pura di chi si interroga e non trova risposte se non altro dolore". Bossetti poi parla delle indagini: "Vi chiedo di non accecarvi occultando e insabbiando evidenze, prove tangibili sotto gli occhi del mondo intero. Se veramente come me avete sete di verità e giustizia, allora dimostratemelo", "concedetemi la visione di tutti i reperti in possesso delle autorità competenti che ancora oggi alla mia difesa non è mai stata consentita la possibilità di visionare e garantitemi col massimo vostro rispetto di poter effettuare una superperizia affidandola ad analisti che non siano né dell'accusa né della difesa, ma imparziali, affinché si possa fugare ogni ombra di dubbio e garantirvi la certezza nella mia innocenza ed estraneità ai fatti".

Infine parla esplicitamente di Yara: "La società ha sete di verità se non volete farlo per me facciamolo tutti per Yara, la povera Yara, l'angelo di tutti noi che malvagiamente, sadicamente, è stata strappata dalla sua innocente quotidianità privandola di tutto quello che lei amava e a distanza di anni, lunghi anni ancora oggi lassù aspetta il suo dovuto riposo in pace". "Spero e mi auguro che la verità, qualunque sia, possa trionfare senza la minima ombra di dubbio. Lo si deve a Yara e anche a tutti noi, che abbiamo trepidato per la sua sorte".

Commenti

Raoul Pontalti

Sab, 01/04/2017 - 16:49

Tutte le superperizie, le iperperizie che vuoi, basta che te le paghi tu...Non ti costeranno molto, perché constatare che il reperto originario è andato distrutto nell'esecuzione degli esami di laboratorio non costa praticamente un tubo. Più costoso invece il lavoro di riesame di tutti gli elementi acquisiti nelle indagini: lavoro che doveva fare la tua difesa e che ha compiuto alla pene di segugio. Indagare se al momento del delitto circolavano insetti tropicali succhiatori di sangue di muratori e capaci di riversarlo su cadaveri (altra boiata dei bossettofili) e verificare altre stranezze consimili è compito tuo per il tramite dei tuoi consulenti e difensori. Le indagini sono chiuse e per riaprile occorrono elementi seri che non riesci a fornire. Ti sei affidato a quello che è apparso il più scombiccherato “pool” difensivo del pianeta con laureati senza laurea etc. e ora paghi anche questo.

Klotz1960

Sab, 01/04/2017 - 23:50

Complimenti, Pontalti - come se un muratore avesse i mezzi intellettuali ed economici per scegliere e giudicare la difesa adeguata in un guaio del genere. Guai ai deboli, vero?

seccatissimo

Dom, 02/04/2017 - 03:15

Definire il processo di primo grado a Bossetti un processo svoltosi in modo vergognoso ed arrogante ed una grave macchia per la magistratura è il minimo che si possa dire !

cir

Dom, 02/04/2017 - 10:45

pontaldi , ovvero pico de paperis : ti rendi condo che parli solo perche' siamo in una democrazia e persino quelli come te possono ragliare impuniti ? ma hai mai letto le considerazioni che i lettori fanno su di te ?

tonipier

Dom, 02/04/2017 - 10:47

" LE PREMESSE DELLA INVOLUZIONE DEL DIRITTO ITALIANO" Il fremito di revulsione storica, di ripudio del passato insensatamente considerato groviglio di errori, soluzione o conclusione pretestuosamente negativa, che ha scosso l'Italia, non ha risparmiata nemmeno il diritto, segnando in tal modo una eccezione alla esatta concezione di Ripert, che " l'opera del giurista è la sola che rimane quando i tumulti delle rivoluzioni e delle ribellioni si sono placati". Il diritto si esprime, si formalizza e si sintetizza, sono stati i vapori nefasti dell'atmosfera politico-sociale che in Italia hanno impregnato la formulazione delle leggi e successivamente parte della amministrazione della giustizia.

tonipier

Dom, 02/04/2017 - 10:48

non le va bene? nessun duplicato.......

Raoul Pontalti

Dom, 02/04/2017 - 11:27

@cir inesperto di carne fassona e di carne in genere (buona quella del fassone di coccodrillo...) oggi che è domenica fatti alla griglia un sottofiletto di vacca frisona sedicenne accompagnato da un nebbiolo andato in aceto...Invece di parlare di ragli altrui (anche se immagino tu ne abbia autoconoscenza approfondita essendo il tuo modo ordinario di comunicare) vedi di entrare nel merito della questione della "superperizia" se ne sei capace tra un raglio e una doppietta sparata all'aria dal tuo treno posteriore.

Libero 38

Dom, 02/04/2017 - 12:02

Caro Bossetti ormai hanno deciso.Colpevole o innocente devi pagare per i tanti milioni spesi dagli incompetenti investigatori.

Trifus

Dom, 02/04/2017 - 12:15

Anch’io inizialmente, come Pontalti e Alfano ero convinto della colpevolezza del Bossetti. Poi però sono rinsavito. E’ bastato analizzare lo svolgimento del processo per cambiare idea, una schifezza di processo da terzo mondo. Una traccia di DNA flessibilissima, inoltre chi ci dice che non sia stata messa lì per depistare? Negli USA per esempio lo fanno. Copiose tracce di DNA sulle maniche del giubbotto di Yara della insegnante non prese in considerazione. Tutti sanno che quando si fa ginnastica si indossa il giubbotto e l’istruttrice ti tiene per le maniche. Produzione di prove false sugli spostamenti del furgone di Bossetti, interrogato il colonnello dei carabinieri ha risposto me lo ha chiesto il PM. Amnesia collettiva delle compagne di Yara che non ricordano nulla di quel giorno, Isomma Bossetti è arrivato con un furgone che non era lì è entrato, ha ipnotizzato le ragazze, ha rapito Yara senza farsi vedere dalle telecamere e non l’ha neanche violentata……

Ritratto di thunder

thunder

Dom, 02/04/2017 - 13:38

Paese insulso,un paese si giudica e si valuta dalla "giustizia"

tRHC

Dom, 02/04/2017 - 13:43

Cir :Pontalti e' un cocomero marcio che non s'accorgera' mai di quanto lo detestino in questo blog....e' troppo pieno di se.. che ci vuoi fa'... Saluti

Trifus

Dom, 02/04/2017 - 15:36

tRHC 13:43, cir 10:45, Klots1960 23:50 voi non avete capito nulla della psicologia di pontalti. Egli si crogiola delle critiche, l’importante è essere al centro delle attenzioni, basta leggere il post che ha scritto dove ci spiega che sta mangiando la carne fassona e se la gusta alla faccia nostra. Come se a qualcuno interessasse cosa mangia. Siccome nella vita non si è realizzato e pensa di non aver la considerazione che merita, si rifà in questi post. Scartato da una donna di cui era innamorato così ha scritto un suo pseudoamico, nel lavoro non ha raggiunto quello che meritava, almeno lui crede. Legge, legge e poi scrive, insulta ce l’ha con i meridionali, forse qualche “terrone” gli ha soffiato il posto oppure ha ricevuto una multa da un pulotto come li chiama lui che magari lo ha pure insultato. E il poverino si rifà con la tastiera dove è un insolente e può scaricare tutte le sue frustrazioni. Analisi impietosa, ma perfetta. Ciao Raul, stammi bene.

adolhi1889

Dom, 02/04/2017 - 15:45

Un vergognoso processo farsa in pieno stile di una repubblica delle banane o se preferite in stile processi nella Russia di Stalin degli anni 30, il materiale della sedicente prova regina, opportunamente fatto sparire, per evitare verifiche. In questo disgraziato e corrotto paese, dove nulla funziona, qualcuno si era illuso che funzionasse la giustizia? C'è solo da sperare che i giudici del processo di appello abbiano due dita di cervello, e mettano le cose al loro posto ed evitino che l'ennesimo innocente sconti il carcere a vita.

tonipier

Dom, 02/04/2017 - 15:49

" PROVE PROVE PROVE" DOVE SONO?" Nel mondo dei sogni?. " La grave malattia del protagonismo- ha scritto il prof. Giuseppe Ferrari nel soliloquio sulla magistratura induce i magistrati, pur di vedere la propria foto sui giornali, a litigare per accaparrarsi il caso sensazionale, soffiano notizie riservate ai giornali, non esitano a sbattere in galera......un innocente..... o se servisse ci manderebbero la stessa loro madre.

cir

Dom, 02/04/2017 - 15:55

pontaldi ,sei il nulla , il vuoto , sei una barzelletta indispensabile per farci 4 risate solo a sentite il tuo nome. Guarda i commenti su di te superano sempre quelli dell argomento del giorno sei un fenomeno... no non mi abbasso a discutere con te sulle tue stupide considerazioni in materia di stupidita' ne usciresti sempre vincente.

Raoul Pontalti

Dom, 02/04/2017 - 16:29

Trifus non hai capito una fava: io non mangio carne fassona che proviene da bovini di razza piemontese ossia da animali tarati geneticamente (per scelta intenzionale degli allevatori selezionatori, così come la la razza degenerata per eccellenza la blu belga) ma ho polemizzato con un somaro che nulla sa di scienza della carne, zootecnia e tagli della carne bovina ma che pontificava in altro forum sparando la boiata che la fassona si può fare anche con il coccodrillo indicando a suo dire il termine una modalità di allevamento estensibile anche a polli e coccodrilli e non già una particolarità di una razza bovina e che qui non viene a parlare del tema dell'articolo (di cui nulla capisce) ma ad insultare me. Si dà il caso che da principe della goliardia io sappia ben corbellare i somari.

Raoul Pontalti

Dom, 02/04/2017 - 16:52

@Trifus se non conosci la vicenda fai meglio a tacere... "Tutti sanno che quando si fa ginnastica si indossa il giubbotto e l’istruttrice ti tiene per le maniche": la tua ironia da bifolco è fuori luogo perché Yara quella sera non si esercitò con le compagne ma stette tra il pubblico ad osservarle e dunque "in borghese" perché era andata in palestra per consegnare un registratore, non per fare ginnastica. Sulla flessibilità del DNA: solo chi del DNA ha appreso l'esistenza spulciando Wikipedia può pronunciarsi in tal modo. Sul depistaggio: chi e dunque per quale fine? lasciando il cadavere irreperibile per lungo tempo con il rischio che la traccia depistante si liquefacesse? Meno visite alle osterie e miglior lettura di testi di biologia per favore.

cir

Dom, 02/04/2017 - 16:53

Trifus : grazie del messaggio. tornando al Bossetti , ho sempre e solo recepito la forza con cui lo si vuole condannare anche brancolando nel buio. Sarebbe crollato se fosse lui il responsabile , e certi atteggiamenti che gli vengono imputati avrebbero comunque dei precedenti . La moglie se ne sarebbe accorta di certe anomalie . a me sembra una persona per bene. Pensa se quei giorni , uno qualsiasi che si fosse ferito leggermente , (ai muratori capita piu' frequentemente che ad un impiegato ) e generalmente (ricordo mio padre che faceva lo stesso mestiere) va al supermercato tocca un oggetto , poi passa una qualsiasi ragazzina che inconsciamente ripassa la mano. il dna e' del muratore. Sono cose difficili da stabilire ma non impossibili. solo un grande come pontaldi puo' dirci la verita' assoluta. saluti.

cir

Dom, 02/04/2017 - 17:11

per l' ignorante Pontaldi.... in ogni modo ( metodo ) bisogna fare questo. ITALIANO de touts facon il faut faire comme ca . FRANCESE .manca solo la cediglia sotto le due c che il mio pc non consente. come vedi la parola modo e' rimasta quella francese e occitano quale e' la mia stirpe. in piemontese si direbbe manera. la razza piemontese bovina e' la frisona . ed ora non rompere piu' i cxxxxxxi !!!!!!!

Trifus

Dom, 02/04/2017 - 17:41

Caro Pontalti 16:52 su Wikipedia ci vai tu, mi dispiace per te, ma non taccio. Ci sono tante cose che non quadrano, ma i 100 caratteri impediscono di essere precisi. Per esempio il giubbotto era in prestito e Yara lo aveva indossato solo quel giorno, ma era comunque pieno di dna della istruttrice come se lei avesse trascinato il corpo. Già vale solo il presunto dna di Bossetti, che ribadisco può essere stato messo li apposta e comunque la quantità era talmente irrisoria da non poter ripetere la prova, e chi mi dice che la prova fosse corretta. Tu vero? IL signor sotuttoio pieno di complessi. E comunque oggi mi sento soddisfatto, sono sicuro di averti mandato di traverso la fassona. Ti risaluto alla terrona “stammi bene” per concludere aggiungo che io figlio di terroni ho sposato una legnanese 7 generazioni, aiaiaiai sono un sacrilego... Mi sorge un dubbio non è che sei anche un leone da tastiera?

Raoul Pontalti

Lun, 03/04/2017 - 01:35

@Trifus se stai a sentire le autentiche scemenze di Paolo Amaro e di Andrea Porta su YouTube e compulsi siti tipo Volarecontrovento puoi anche farti convinto che i pesci danno latte e che le foche volano. Il DNA del muratore fu rinvenuto in traccia mista ematica la quale può formarsi solo in coincidenza dell'evento emorragico ( delittuoso nel caso) a motivo della coagulazione del sangue che interviene in breve lasso di tempo, dopo di che il materiale biologico estraneo contenente DNA non può più comporre traccia mista. La prova fu corretta proprio perché diede il risultato del DNA di un muratore del luogo, non di un paralitico esquimese o, meglio, nessun risultato. Da notare che nemmeno Capra e la Gino negano che il DNA di Ignoto1 e quello del muratore siano coincidenti, mentre il il laureato senza laurea (Denti) spara solo boiate in udienza e nei talk shows.

Trifus

Lun, 03/04/2017 - 12:18

@Raul, la quantità di materiale è talmente esigua che la prova non può essere ripetuta, quindi vale nulla. Quella pseudo prova era la base per cercare altri indizi che potessero confermare la colpevolezza del Bossetti e infatti non hanno trovato nulla, nada de nada. Hanno provato perciò a ricrearli vedi il furgone fantasma. Di sicuro c'è solo che Yara è entrata nella palestra e da li non è più uscita. Non bisogna essere degli Sherlock Holmes per capire che il fattaccio è successo lì e, guarda caso, le sue compagne soffrono di amnesia collettiva. Comunque il problema non sei tu, ma la magistratura che ha la tua stessa testa, infatti la giustizia in Italia fa schifo. E per concludere dove sta scritto che solo un laureato capisce, non so tu, ma io ne conosco di laureati ignoranti. E adesso ti saluto perché ho cose più dilettevoli da fare che stare a perdere tempo con uno come te.