Yara, Vittoria Guerinoni: "Bossetti ha sbagliato a tacere"

Dopo la condanna all'ergastolo, parla la sorella di Giuseppe Guerinoni, autista di Gorno deceduto nel 99 nonché padre naturale di Massimo Bossetti

Dopo la condanna all'ergastolo, parla la sorella di Giuseppe Guerinoni, autista di Gorno deceduto nel 99 nonché padre naturale del muratore di Mapello condannato per l'omicidio di Yara Gambirasio. In un'intervista in tv la donna ha parlato della vicenda e di fatto ha sottolineato quali sono stati gli errori di Bossetti: "Bossetti avrebbe dovuto essere più sincero e parlare fin dall’inizio, non stare zitto in carcere per tanto tempo”. Poi punta il dito contro la madre del muratore di Mapello, Ester Arzuffi: "Non si può stare in piedi a bugie. La sua vita non mi interessa, però avrebbe potuto essere più sincera. Bossetti l’ha saputo sollo quando era in prigione. Poi gli sbagli li fanno tutti. Ma meglio dire la verità". Infine sulla colpevolezza dell’imputato, Vittoria Guerinoni ha affermato: “Non lo so, il dna c’è. E non si può dire che sia volato lì. Lui doveva essere sincero fin dall’inizio e dire come è andata. Il dna c’è, ora la vicenda farà il suo corso”.

Commenti

maricap

Gio, 28/07/2016 - 11:32

Si è affidato anima e corpo a degli apprendisti stregoni, che lo hanno illuso di poterla fare franca, nonostante il suo DNA trovato sugli indumenti intimi della ragazzina, e tutte le altre prove che conducevano a lui. Però meglio così, infatti, se avesse confessato, tra qualche anno ce lo saremmo ritrovato tra i cogl.......

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Gio, 28/07/2016 - 14:45

e si detto da questa allora é tutto chiaro.