Zika, Alitalia offre a donne incinte cambio volo o rimborso biglietto

Basta un certificato del medico: le donne incinte devono evitare di recarsi nei posti a rischio

Le donne incinte devono evitare di recarsi nei paesi in cui c'è rischio di infezione del virus Zika. Sulla base di questa indicazione Alitalia ha annunciato che offrirà alle donne in gravidanza e ai loro accompagnatori il cambio volo o il rimborso per i biglietti che avevano acquistato verso le aree a rischio.

"Alitalia offre alle donne in stato di gravidanza e ai loro accompagnatori in possesso di biglietto verso le destinazioni affette dallo Zika virus – Brasile e altri paesi dell’America Latina e dei Caraibi – l’opportunità dicambiare senza alcuna penale le date del viaggio o di ricevere il rimborso totale", informa una nota della compagna aerea.

In particolare i clienti con biglietti emessi prima del 1 febbraio 2016 dovranno fornire alla Compagnia un certificato medico in cui si specifica il rischio di infezione da Zika virus. I cambi di prenotazione e le richieste di rimborso dovranno essere effettuate entro il 29 febbraio 2016, data che in futuro potrebbe essere estesa.

Per avere informazioni è sufficiente chiamare il Customer Center di Alitalia (dall’Italia al numero 89.20.10 e dall’estero al +39 06 65649).

La decisione arriva dopo la registrazione del primo caso in Europa di infezione di una donna incinta. Si tratta di una spagnola rientrata di recente da un viaggio in Colombia, una delle zone di diffusione endemica della malattia, dove si crede abbia contratto il virus. Quest'ultimo è pericoloso soprattutto per le future madri, in quanto potrebbe aumentare il rischio di microcefalia nei feti.

l ministero della Sanità spagnolo ha precisato che la donna figura in una lista di sette casi "importati", ossia persone che hanno contratto il virus dopo viaggi in delle zone a rischio. La stessa fonte aggiunge che la paziente, che è sottoposta a una sorveglianza medica continua, si trova nel secondo trimestre di gravidanza e che il suo caso, come gli altri, "non presenta caratteri di gravità".