Battaglie, avventure, libri. Ecco i segreti della Fallaci

Esce la prima biografia per immagini della scrittrice e giornalista fiorentina

Che avventura la vita della Fallaci. Sfogliare Oriana Fallaci. In parole e immagini (a cura di Edoardo Perazzi, Rizzoli, pagg. 300, euro 39; in libreria da domani) fa capire meglio di mille discorsi il posto unico occupato dalla scrittrice tra i grandi italiani. La biografia per immagini mostra quanto fosse - letteralmente - straordinaria. Tutto, nella Fallaci, è fuori dal comune: la militanza nella Resistenza ancora ragazzina; la presenza, unica donna, in redazioni affollate di colleghi maschi; l'essere sempre in prima linea, in Vietnam, Libano, Iraq; le interviste a personaggi mitici, da Paul Newman a Khomeini; la capacità di raggiungere chiunque trasformando le personali esperienze in libri di valore universale; la cura estrema riservata a ogni scritto, anzi: a ogni parola di ogni scritto; la schiettezza senza compromessi con la quale esprimeva le sue idee.

In Oriana Fallaci sono le fotografie a raccontare questa incredibile storia, iniziata e finita a Firenze (1929-2006). Molte provengono dall'archivio personale della Signora, e sono inedite o poco note. Le immagini sono accompagnate da brani della Fallaci stessa, tratti da opere, articoli, interviste, lettere, manoscritti. Tra le rarità, troviamo una lettera di Nigel Eatwell e Gordon Buchanan, soldati alleati cui i Fallaci offrirono rifugio a Firenze per un mese nel 1943. Nigel ringrazia, dichiarandosi riconoscente per l'eternità. Gordon invece manda un affettuoso saluto alla sua «mogliettina» (little wife) Oriana. Segno di un innocente amore adolescenziale che quasi vent'anni dopo sarà al centro del romanzo Penelope alla guerra (1962). Numerosi sono gli autografi. Ci sono i taccuini di guerra, ove il dato di cronaca si alterna a impressioni registrate al volo. C'è la prima stesura di Lettera a un bambino mai nato , affidata a un piccolo quaderno datato New York 1967: è questa una redazione, largamente autobiografica, molto diversa da quella definitiva consegnata alle stampe nel 1975 (auspicabile, a questo punto, l'edizione critica). Interessante anche la minuziosa scaletta di Un uomo (1979) destinata ad aiutare Alekos Panagulis: se il poeta greco, leader dell'opposizione ai colonnelli, non fosse morto in un sospetto incidente stradale nel 1976, il romanzo sarebbe stato la sua autobiografia. C'è infine il Prologo di Un cappello pieno di ciliege , la saga famigliare uscita postuma, accompagnato da un intricato albero genealogico. Tra le foto, spiccano quelle scattate con i militari italiani nel periodo del «ritorno al fronte», ovvero dei reportage dal Libano insanguinato dalla guerra civile nei primi anni Ottanta. Se da un lato testimoniano il clima di amicizia tra la scrittrice e i soldati, dall'altro mostrano come molti scatti rispondessero all'esigenza di fissare nella memoria alcuni particolari di Beirut. Infatti, la Fallaci ha preso appunti direttamente sulle fotografie, appunti poi rifusi in Insciallah (1990).

Nel diario della Guerra del Golfo, scritto nel 1991, si legge, in mezzo alle note su divisioni e reparti della coalizione, una frase sulla sabbia «fine come la cipria» che «ti entra negli occhi, nel naso, tra i denti...». Mette i brividi. La Fallaci attribuiva proprio alla fuliggine respirata in Iraq la colpa del tumore col quale lotterà negli anni successivi: «Da questa guerra torno con una ferita che non si vede... È una ferita nascosta dentro i miei polmoni, una ferita che si rivelerà chissà quando».

La straordinaria avventura della Fallaci ha un ultimo straordinario capitolo, quello de La Rabbia e l'Orgoglio , La Forza della Ragione e Oriana Fallaci intervista sé stessa-L'Apocalisse . Le immagini si diradano, certamente a causa della malattia. Fu un periodo di grande lavoro, fino all'ultimo, nonostante la sofferenza fisica. La Trilogia darà vita al primo (e per ora anche ultimo) dibattito di portata nazionale, e non solo, su temi quali l'immigrazione, l'islam e il politicamente corretto. La risposta dei lettori fu incredibile. La Rabbia e l'Orgoglio , da solo, ha venduto 700 mila copie in due settimane, raggiungendo poco dopo il milione. Quando le chiesero, nel corso di un'intervista al Tg5, come si spiegasse un successo così travolgente, la Fallaci rispose: «Perché dico quello che penso e quello che penso è ciò che la gente pensa e quasi mai dice. E quello che la gente pensa e quasi mai dice è la verità».

Commenti

Mechwarrior

Mar, 21/10/2014 - 10:43

Carina la foto con la beretta m12 :-)

82masso

Mar, 21/10/2014 - 10:53

Invasata.

Mechwarrior

Mar, 21/10/2014 - 11:34

Carina la foto con la beretta m12

bernaisi

Mar, 21/10/2014 - 12:02

Persona straordinaria , di cultura eccelsa e di grande lungimiranza. Aveva previsto tutta quella tragedia islamica che ci sta sommergendo e che ci distruggerà. Speriamo che il libro e tutte le sue opere le legga papa Francesco e che con la sua superficialità ed incapacità, capisca che per i cristiani un papa del genere è una tragedia immane. Purtroppo per lui la tragedia islamica è troppo grande da capire, se si pensa che è andato a Lampedusa a sostenere la loro causa e a dire che dobbiamo accoglierli tutti che sono suoi fratelli (non certo nostri), senza capire assolutamente, poveraccio, che sono la loro testa di ponte per distruggerci.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 21/10/2014 - 12:46

Invasata e guerrafondaia. Ma quale grande italiana ... un apostolo della nuove crociate, la nuova Bernardo da Chiaravalle.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mar, 21/10/2014 - 12:51

ORIANA FALLACI SEI UNA GRANDE RIPETO UNA GRANDE, PROPRIO PER QUESTO IN ITALIA NON SEI MAI NOMINATA.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mar, 21/10/2014 - 13:15

ORIANA FALLACI LE VERE GRANDI GIORNALISTE DEL MONDO A COMINCIARE DA CHRISTIANE AMANPOUR HANNO DICHIARATO CHE SEI STATA IL LORO ESEMPIO DA SEGUIRE, QUI SI STA PARLANDO DI VERE GIORNALISTE NON DI CIUCCIA....I A TRADIMENTO.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 21/10/2014 - 13:16

17 ore 46 min fa Non sono del tutto d'accordo. L'ISIS prima o poi sarà sconfitto e/o ridimensionato. Se non addirittura comperato. Ma la minaccia islamica, quella no, quella resta. La minacci islamica ha la faccia del buon musulmano, quello che incontri ogni giorno, che magari non tratta la moglie e le figlie come cammelli, che riesce a stare in pace coi suoi nuovi vicini e condomini e che non si agghinda con barba fluente e testa rasata come i profeti dell'ISIS e qualche nostro giovane estemporaneo. La minaccia dell'Islam viene dal libro, scritto da Dio non dimentichiamolo, unica religione che dai fedeli pretende sottomissione. Come dicono anche i nostri cappellani alla fine ci sarà un unico Dio. Certo, ma credo non sarà il nostro. Spero solo il più tardi possibile e senza dolore. Caro Francesco.

Ritratto di benito1966

benito1966

Mar, 21/10/2014 - 13:24

Carlo Rovelli la sua imbecillità è seconda solo alla sua profonda e totale ignoranza, chiaramente di stampo nazicomunista. Le personcine come lei sono e saranno sempre una infinita vergogna per la nostra amata Patria.......

Ritratto di benito1966

benito1966

Mar, 21/10/2014 - 13:26

GRANDISSIMA SIGNORA LA FALLACI!

elalca

Mar, 21/10/2014 - 14:06

#benito1966: ben detto anche se dubito che carlorovelli abbia capito qualcosa

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Mar, 21/10/2014 - 14:29

Oriana, un mito. Donna di lungimiranza unica e chiarezza di spirito impressionante. Grandissima.

Ritratto di tenaquila---

tenaquila---

Mar, 21/10/2014 - 14:32

Intitoliamole strade, scuole e piazze. I suoi libri dovrebbero essere studiati nelle Università. Grazie.

plaunad

Mar, 21/10/2014 - 14:34

GRANDE ORIANA, QUANTO TI RIMPIANGIAMO !!!!!

plaunad

Mar, 21/10/2014 - 14:36

x benito1966 Approvo e condivido. Però, guardi, segua il consiglio del Sommo Poeta: "non ti curar di lor ma guarda e passa"

Romolo48

Mar, 21/10/2014 - 14:46

Carlo_Rovelli . infatti, contariamente a quanto prevedeva la Fallaci, l'ISLAM si sta rivelando una pacifica istituzione dell'accoglienza. Ma perché si scrivono fesserie così grandi?

Antonio43

Mar, 21/10/2014 - 14:50

Non solo grandissima signora, ma grandissima giornalista, grandissima scrittrice, UNICA!

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 21/10/2014 - 15:16

Anche oggi grande presenza di rimbambiti comunisti vogliosi di iscriversi nel registro comunale di Marino ....

mariano1963

Mar, 21/10/2014 - 15:31

Il vecchio e caro M12, straordinariamente preciso!!!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mar, 21/10/2014 - 15:33

Quand'è che l'italico comincerà a capire ? Quando onorerà il genio di ORIANA FALLACI e toglierá da tutte le piazze, vie il nome di comunisti, oltre ai nomi si dovranno togliere piante, marciapiedi e rifare tutto. Il primo nome da togliere é quello di togliatti

el cachivache

Mar, 21/10/2014 - 15:54

Una delle donne più grandi che abbia espresso il genere umano nella sua Storia (Giovanna D'Arco, Indira Gandhi, quien mas?). Vivo a NY, un giorno verrò a Firenze per depositare una rosa sulla Tua tomba.

Luca_drago

Mar, 21/10/2014 - 15:55

bene ora attendo un libricino su Vittorio Arrigoni

smiley1081

Mar, 21/10/2014 - 16:36

E le altre foto che appaiono sul Giornale stampato?

pittariso

Mar, 21/10/2014 - 16:42

Carlo Rovelli 12,46-Come 82 masso per un plurimo ordine di motivi!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 21/10/2014 - 16:51

@masso82 e @carlo rovelli - Non rispondo mai alle vostre provocazioni, ma questa volta vi dico: Traditori dell'Italia, voi non siete neanche degni di nominare la Fallaci. E che le offese che farete a me, dopo quelle alla Fallaci, vi rimangano in gola.

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 21/10/2014 - 16:52

Se il sole muore, niente e così sia

baio57

Mar, 21/10/2014 - 17:28

cervelloallammasso - La quintessenza dell'idiozia ideologica.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 21/10/2014 - 17:36

Dovrebbero intitolargli le vie con la dicitura : patriota.

oiac

Mar, 21/10/2014 - 17:44

Novella CASSANDRA di greca memoria. La storia si ripete. Povero qual popolo che non fa tesoro del passato.

oiac

Mar, 21/10/2014 - 17:46

Novella CASSANDRA di greca memoria. La storia si ripete. Povero quel popolo che non fa tesoro del suo passato.

Lino1234

Mar, 21/10/2014 - 17:54

Oriana Fallaci. Intelligenza sublime. Non so se esiste il Paradiso, ma, sono certo, che se esiste Tu Oriana lo abiti. Grazie di essere esistita. Saluti. Lino

lamiaterra

Mar, 21/10/2014 - 21:49

... E quest’Italia, un’Italia che c’è, anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca. Guai a chi me la ruba, guai a chi me la invade. ----- (Oriana Fallaci)

Solist

Mar, 21/10/2014 - 22:40

oggi come oggi rimpiango un dittatore qualsiasi, bastava ci levasse dalle palle i seguaci di allah

Ritratto di MelPas

MelPas

Mar, 21/10/2014 - 23:53

Battaglie, avventure, libri. Ecco i segreti della Fallaci. Mi auguro che non sia un fotomontaggio, una grande donna. MelPas.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 22/10/2014 - 01:10

Una bellissima immagine della nostra cara Oriana. La foto è l'emblema della sua anima di combattente contro l'idiozia imperante nel nostro paese. Una vera artista libera. Rimarrà sempre viva nel cuore delle migliaia di persone in tutto il mondo che l'hanno apprezzata e soprattutto amata sinceramente.

PaK8.8

Mer, 22/10/2014 - 07:39

Mechwarrior: sì, molto carina. E sembra lo imbracci anche abbastanza bene. Magari il gomito destro un po' troppo distante dal busto, ma notevole comunque.