Bonisoli batte i pugni: "Il Getty ci ridia Lisippo, è in gioco la dignità dell'Italia"

Il ministro dei beni e delle attività culturali contro il museo statunitense che sta custodendo la statua dell'atleta vittorioso

"Il Lisippo deve rientrare in Italia". Alberto Bonisoli, ministro dei beni e delle attività culturali nel governo Conte, punta i piedi e punta il dito contro il Getty Museum di Los Angeles, che acquistò la statua dell'atleta vittorioso sulla base di paresi sulla sua provenienza espressi solo dai consulenti del venditore.

Spieghiamo. La statua in bronzo di Lisippo venne acquistata dal Getty Museum con "inspiegabile e ingiustificabile leggerezza", secondo quanto affermato dalla Corte di Cassazione nelle motivazioni di conferma della confisca della statua da anni al centro di una contesa fra Italia e Stati Uniti. L'opera in questione venne ripescata nel mare di Fano nel 1964 e in seguito, nel 1977, fu acquisita dal Getty senza "la doverosa conoscenza della normativa italiana in tema di esportabilità e commerciabilità dei beni culturali".

Insomma, Lisippo è italiano e deve ritornare in Italia.

"Il Getty Museum ha fatto sapere che ricorrerà alla Corte europea dopo che la Cassazione ha confermato l’istanza di sequestro del giudice di Pesaro, Giacomo Gasparini. Noi andiamo avanti senza esibizioni muscolari ma con coerenza difendendo la dignità del nostro Paese. Abbiamo anche segnalato altri casi di pezzi non precisamente di chiara origine: il Getty ha dato la sua disponibilità ad approfondimenti. Qui torna il nodo dei prestiti: se il ministro dialoga col Getty sul Lisippo, è bene che un museo non si muova sugli scambi come una realtà autonoma", spiega ancora Bonisoli, intervistato dal Corriere della Sera sulla spinosa questione-contesa con gli States.

Commenti

QuebecAlfa

Mer, 19/06/2019 - 15:09

La statua rimarrà in territorio della federazione americana ancora per lunghissimo tempo (decenni). Della sentenza cassazionista italiana non si vede alcuna applicazione. Roma si adegui alle decisioni che arrivano da Washington DC.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 19/06/2019 - 15:17

se non volete fare un buco nell'acqua, la richiesta di restituzione la deve fare il governo italiano(o la presidenza della repubblica)direttamente al governo americano!

rocchetti

Mer, 19/06/2019 - 16:38

Rispondo a giovinap, la mia idea è che il governo americano non abbia il potere di costringere un ente privato quale è il Getty Museum a restituire un'opera secondo loro regolarmente acquistata e pagata, se non dietro ad una ingiunzione di una corte americana.Credo che anche la eventuale sentenza di una corte europea non sia per loro sufficiente per costringerli a restituire l'opera, forse, in questi casi, più che una lotta in tribunale sia più facile trovare un accordo con una trattativa privata diretta tra stato italiano e Getty Museum. In sostanza penso che bisognerà cacciare qualche somma in dollari.

Ritratto di karmine56

karmine56

Mer, 19/06/2019 - 19:30

L'unicum dei "Grifoni" di Ascoli Satriano sono tornati , eccome se sono tornati. Custoditi al Getty Museum, adesso sono a casa loro. http://montidauni.foggiatoday.it/grifoni-ascoli-satriano-mostra-unesco-parigi.html

Mogambo

Mer, 19/06/2019 - 23:56

E' una statua oscena, rimanga dov'è!Oppure applicategli una foglia di fico, in stile Adamo, sempre in bronzo ovviamente e bloccata saldamente con una vite.Consiglio una vite TMT. (ISO 5M mm, testa mezza tonda).

Ritratto di cicopico

cicopico

Gio, 20/06/2019 - 00:43

I soliti furboni americani.

GPTalamo

Gio, 20/06/2019 - 01:38

Notizie come queste mi fanno ricordare quel bxxxxxxo di Napoleone, che impose per legge la chiusura dei nostri monasteri e saccheggio' tutti i beni artistici dell'Italia. E pensare che se fosse nato un anno prima, sarebbe stato di origine italiana. La Francia dovrebbe restituirci tutto il bottino di quell'infame sanguinario.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 20/06/2019 - 08:23

rocchetti, una richiesta ufficiale fatta da un p.d.r. e avallata da un primo ministro italiano, deve obbligatoriamente "produrre" una risposta ufficiale da parte della casa bianca e dopo si vedrà il da farsi!

dagoleo

Gio, 20/06/2019 - 16:56

se andate a Berlino troverete dei reperti etruschi di una bellezza ed importanza impressionanti che i nostri musei si sognano, comprati da tombaroli e portati in Germania in vario modo. alla Germania abbiamo mai chiesto nulla indietro? mai. in cambio la Germania ci ha regalato anche Marzabotto e Stazzema. fantastico.