Il concordato dimenticato tra ebrei e fascisti

Se questa è la Giornata della Memoria, è giusto ricordare oltre le sciagurate leggi razziali e gli orrori della Shoah, un evento positivo e obliato che riguardò gli ebrei e lo Stato italiano, nel 1930

Se questa è la Giornata della Memoria, è giusto ricordare oltre le sciagurate leggi razziali e gli orrori della Shoah, un evento positivo e obliato che riguardò gli ebrei e lo Stato italiano, nel 1930. Fu il Concordato tra Stato fascista ed ebrei.

Lo Stato pontificio e poi lo Stato laico e liberale non avevano riconosciuto giuridicamente la comunità israelitica in Italia; lo fece il regime di Mussolini. Fu insediata una commissione paritaria, tre rappresentanti ebrei e tre giuristi per lo Stato italiano. In particolare se ne occupò un giurista cattolico liberale, Nicola Consiglio, che aveva avuto un ruolo importante nei Patti Lateranensi (è stato pubblicato il suo diario a cura di Luca de Ceglia). Consiglio elaborò la legge che portò al pieno riconoscimento delle comunità israelitiche. Scrive Renzo De Felice: «Il governo fascista accettò pressoché in toto il punto di vista ebraico».

A legge varata, il presidente del consorzio ebraico, Angelo Sereni, telegrafò a Mussolini «la vivissima riconoscenza degli ebrei italiani» e sulla rivista Israel Angelo Sacerdoti definì la nuova legge “la migliore” fra quelle emanate dagli stati. Consiglio ricevette una medaglia d'oro dalla Comunità ebraica. Poi arrivarono le sanzioni economiche per l'impresa d'Etiopia, quindi l'alleanza con Hitler e le infami leggi razziali. Poi nell'Italia antifascista, il presidente del nefasto tribunale della razza, Gaetano Azzariti, diventò collaboratore di Togliatti e presidente della Corte Costituzionale... Gli assurdi testacoda della storia.

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Mar, 27/01/2015 - 15:25

eh eh quanti antiebrei trasformatisi in "partigiani" ed intelettuali..de sinistra ee?? Bocca su tutti..il quale firmatario del manifesto sulla razza, solo 20 anni dopo in una trasmissione rai tv davanti a Montanelli, il quale onestamente dichiaro' che allora credeva fermamente nel fascismo, non fece che decantare il suo essere antifascista, di essere stato nella resistenza, neanche una parola sui suoi "sbagli" la differenza di onesta' intellettuale..e morale.

salvatore40

Mar, 27/01/2015 - 15:31

Nonostante la retorica rituale e ipocrita della Memoria,il risultato è ancora lo stesso:Israele deve ancora aver paura,paura di essere sterminato,di scomparire dalla faccia della terra.Il motore che tutto muove,tramite Hamas e Palestinesi,è di nuovo il Nazismo,ma nella peggiore variante,quella RELIGIOSA : Israele deve essere annientato,così parlò la legge e la volontà di Allah! Hitler non è il male assoluto,prima di lui c'è stato tutto,anche se dimenticato- Chi ricorda la memoria degli ebrei nel celebre MONOLOGO di Shylock?

glasnost

Mar, 27/01/2015 - 16:30

Certo che questi ebrei sono surreali. Sono tutti cxxo e camicia con i sinistri i quali appoggiano i Palestinesi che li vogliono sterminare!!!

ORCHIDEABLU

Mar, 27/01/2015 - 16:35

GLI EBREI VENGONO OSTEGGIATI PERCHE' SEMBRANO INOFFENSIVI E' SEMBRANO DEI VERI SIGNORI INNOCUI,SE FOSSERO ARMATI LI INVIDIEREBBERO MENO.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 27/01/2015 - 17:10

Ma chi conosce questo Concordato? Nei libri di testo scolastici non se ne fa mai menzione,non se n'è quasi mai parlato.Chi mi spiega perché gli ebrei sono quasi tutti schierati a sinistra e quelli di sinistra che celebrano con enfasi la giornata della memoria poi sono a favore dei palestinesi contro Israele? Piangevano a calde lacrime, disperati, quando è morto Arafat.

Pinozzo

Mar, 27/01/2015 - 18:34

COsa vuol dire "pieno riconoscimento"? Elabora, ignorante.

Efesto

Mar, 27/01/2015 - 18:43

Appunto: Gaetano Azzariti il cui busto come "grande giurista" trovasi a palazzo della Consulta. Qui nessuno si vergogna di traditori infami della umanità capaci di cambiare cotta. Simon Wiesenthal perchè hai dimenticato questo verme oggi osannato anche da morto?

Ritratto di Patchonki

Anonimo (non verificato)

angelomaria

Mar, 27/01/2015 - 18:56

E PURTROPPO DI CHI NON SI O NON VUOLE RICORDARE!!!!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 27/01/2015 - 18:59

Caro Veneziani questo documento del 1930 è stato ampiamente infangato dai fascisti (non destra) con l'emanazione delle vergognose leggi razziali!

ammazzalupi

Mar, 27/01/2015 - 19:09

VAE VICTIS!!! GUAI AI VINTI!!! Lei sa benissimo, gentilissima Euterpe, che chi vince se la suona e se la canta senza limiti di orari e di stagioni. NESSUNO dei traditori, saltati furbescamente sul carro dei vincitori parlerà mai delle MILLE cose buone fatte durante il Ventennio! Non lo faranno mai perché sarebbe come riconoscere pubblicamente la loro codardia ed il loro tradimento. Che poi gli ebrei siano tutti dalla parte dei komunisti la dice lunga sulle loro lacrime e sui loro ricordi: dimmi con chi vai e ti dirò chi sei...

Ritratto di ARTEMISIA2015

ARTEMISIA2015

Mar, 27/01/2015 - 19:13

Non ho capito se questo documento del 1930 possa servire come attenuante alle vergognose leggi del 1938, se così fosse sarebbe un brutto scivolone del nostro veneziani!

bruco52

Mar, 27/01/2015 - 19:31

sulla Shoa tutta la retorica piagnistea della sinistra ipocrita...e poi tutti a imprecare contro Israele ed a esaltare i buoni palestinesi, vittime della violenza sionista....che grandi pezzi di m....

Dordolio

Mar, 27/01/2015 - 19:33

Di più di più Veneziani... Molti ebrei furono fascisti della prima ora e diversi ricoprirono ruoli di responsabilità nel regime. Cercando bene in rete - udite udite - si scoprirà che ve ne furono anche che combatterono nella RSI, citati con nome e cognome....

tzilighelta

Mar, 27/01/2015 - 19:38

Qualcuno spieghi a Euterpe perché gli ebrei non hanno simpatia per quelli di destra, si deve essere ammalata quando a scuola facevano storia! E gli spieghi pure la sottile differenza tra antisemita e filo palestinese!

tzilighelta

Mar, 27/01/2015 - 19:53

Ammazzalupi tu sicuramente hai pianto quando è morto Priebke! Uno che sicuramente ha fatto molte cose buone, non mille ma almeno 335!

tzilighelta

Mar, 27/01/2015 - 20:32

Scivolone? Veneziani sta rotolando a picco, dopo la famiglia e le sentinelle in piedi adesso è il turno delle leggi razziali male interpretate!

Gianni Cinarelli

Mar, 27/01/2015 - 20:39

Ich schwöre und verspreche, die verfassungsmässig gebildete Regierung zu achten und von meinem Klerus achten zu lassen" : "Io giuro e prometto di onorare il governo costituzionale e di far sì che il mio clero lo onori" (Dal Reichskonkordat del 1933)...è chiaro, per chi vuol capire,il perchè per gli ebrei fu tutto tremendamente difficile.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 27/01/2015 - 20:46

ma quale scivolone!!! - Il nostro Veneziani ha concluso l'inedito (ai più), con un superbo ---""" gli assurdi testacoda della Storia """--- che più obiettivo non poteva essere. -r.r.- 20,46 - 27.1.2015

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 27/01/2015 - 21:30

@Gianni Cinarelli-Io vorrei capire, ma non ci riesco, perdoni la mia ignoranza. Cioè il Concordato tra la Santa Sede e la Germania nazista rese tutto tremendamente difficile per gli ebrei?

mila

Mer, 28/01/2015 - 03:59

@ ammazzalupi -Secondo me non tutti gli Ebrei sono di sinistra. Purtroppo lo sono i capi delle loro associazioni.

Giacinto49

Mer, 28/01/2015 - 09:50

"Poi nell'Italia antifascista, il presidente del nefasto tribunale della razza, Gaetano Azzariti, diventò collaboratore di Togliatti e presidente della Corte Costituzionale... Gli assurdi testacoda della storia". Come sempre, in particolare quando c'è di mezzo la sinistra, non è tutto oro quello che luccica! Grazie per l'articolo e per l'implicita esortazione ad informarsi.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 28/01/2015 - 10:20

Euterpe, quelli ITALIANI sono schierati a sinistra..non certo gli israeliani, tutt'altro..

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 28/01/2015 - 10:24

lo ripeto gli ebrei italici sono tendenti a sx!! gli israeliani infatti non se li filano pezza(giustamente)

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 28/01/2015 - 12:06

@Tzilighelta- Se a scuola i miei maestri fossero stati come i suoi, il mio ammalarmi sarebbe stata una forma di autodifesa dall'indottrinamento ideologico, dalla manipolazione dei fatti storici, dalla volgarità compiaciuta ed ostentata, dall'intolleranza e dall'aggressività programmata, dalla superficialità presuntuosa ed arrogante, dall'ignoranza piena di certezze.Peccato però che non abbia imparato che Israele non è uno Stato ebraico, che i palestinesi nutrono sentimenti di profonda amicizia verso gli ebrei, infatti non hanno mai affermato di volere la distruzione di questi ultimi, e che perseguono i loro obiettivi agitando ramoscelli di ulivo.Pertanto essere filopalestinesi implica un profondo amore e rispetto per Israele e per i suoi abitanti,che non sono mica ebrei... segue

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 28/01/2015 - 12:29

Euterpe. Come si dice a Roma la sta buttando in caciara ! Sta argomentando su palestinesi ed ebrei ma l'oggetto erano i rapporti tra ebrei e fascismo in Italia ! Ma è così faticoso ammettere che il fascismo verso gli ebrei ha messo in atto un atteggiamento vergognoso! Se la può consolare lo ha fatto anche il comunismo! Un saluto non ideologico!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 28/01/2015 - 12:30

Col R.D.1731/1930(Legge Falco, nome del suo ideatore in sintonia con Jemolo e le rappresentanze)Mussolini ottenne la unificazione centralizzata di 29 nuove comunità israelite sparse e soggette a normative diverse locali,e le comunità il riconoscimento di corpi morali con ampia capacità e autonomia di competenze finalizzate alla religione, cultura e tradizioni ebraiche.Da rileggere con attenzione.Il fatto scatenante delle successive leggi razziali non fu tanto l'imitazione di Hitler(che giustificava nei suoi libri il «filosemitismo» del Duce,‘perché congeniale alla realtà italiana’, v. l’equiparazione del rabbino al sacerdote cristiano ufficiali di stato civile per la celebrazione del matrimonio)ma piuttosto la rabbiosa campagna di puro timbro politico di stampa(che spezzò la tradizione dell’ accoglienza)scatenatasi a seguito della scoperta e l’ arresto nel 1934,a Torino,di un gruppo di giovani ebrei comunisti che importavano e diffondevano materiale antiregime.

Gianni Cinarelli

Mer, 28/01/2015 - 12:31

Da giornali dell'epoca: "La chiesa accoglie festosamente le truppe di Hitler che invadono..." . Dal ricorso al passato nazi-fascista: "In Germania ci fu un solo monsignore, C.A.von Galem, vescovo di Muenster, che condannò pubblicamente il nazismo ed in particolare l'antisemitismo" Le devianze dalla funzione salvifica,nel senso più esteso del termine, del magistero cristiano a favore di comportamenti di opportunismo, ipocrisia e falsità sono sempre non soltanto inaccettabili sul piano etico-morale ma concausa dei presupposti socio-politici

odifrep

Mer, 28/01/2015 - 12:42

Caro Veneziani, quando sento parlare di leggi razziali, chissà perché la memoria mi riporta alla strage di Rovetta. Cordialità.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 28/01/2015 - 13:51

@Patchonki- Prima si legga i commenti e poi pontifichi. Io ho risposto a @Tzilighelta, vorrebbe impedirmelo, devo chiederle prima il permesso? Visto che le preme tanto parlare solo del fascismo e degli ebrei, perché non si fa paladino per proclamare una giornata della memoria anche per gli eccidi contro gli Armeni, contro il popolo russo, contro i Cambogiani ecc., che causarono milioni e milioni di morti?La sto buttando in caciara? o vorrebbe che scrivessi solo una sequela di 'Abbasso il fascismo'? Ma per questo bastano i suoi scritti.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 28/01/2015 - 14:03

@Gianni Cinarelli- Si potrebbe essere d'accordo con quanto lei cita, ma l'affermazione potre essere valida anche per il comportamento dei comunistri italiani nei confronti della politica staliniana e di tutti gli altri dittatori e dittatorelli di cui abbonda la storia del Novecento e che continua anche oggi?

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 28/01/2015 - 14:08

Vede Euterpe non mi faccio nessuna violenza a scrivere Abbasso il fascismo e abbasso il comunismo! Lei mi sembra proprio che si farebbe una gran violenza! Ma io da non-violento convinto le consiglio di rimanere sulle sue posizioni un tantinello diciamo prigioniere della storia, anzi della brutta storia! - Michele.lamacchia di questo passo le vittime sono sempre la causa dei lorio guai............ma mi faccia il piacere! Direbbe il grande Totò!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 28/01/2015 - 14:08

Sempre per l'Illustrissimo Tzilighelta - Cercherò comunque di colmare le mie carenze derivanti dalla mia scarsa frequenza scolastica e di diventare locupleta di dottrina proprio come lei,anche nell'uso delle particelle pronominali,una volta distinte in maschile e femminile,che lei ora già usa in adesione all'ideologia gender.Temo però che sarà una 'mission:impossible'.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 28/01/2015 - 14:15

Gentile Euterpe chissà perché ma mentre inviavo l'ultimo post ho avuto un incubo ! L'ho immaginata con le sembianze di Ignazio LaRussa, ma non per l'aspetto fenotipico ma per quello genotipo ! Comunque non ritengo che sia più il tempo di mettere sulla bilancia fascismo e comunismo ma lasciarsi alle spalle questi errori storici e guardare con fiducia verso il meno peggio che l'umanità abbia prodotto, la democrazia!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 28/01/2015 - 14:26

@Odifrep-Se non erro è stato grazie a lei che tempo fa ho potuto informarmi sulla strage di Rovetta.Chissa se nella scuola così proficuamente frequentata da @Tzilighelta ne hanno mai parlato.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 28/01/2015 - 14:40

@Patchonki - I suoi incubi non tengono conto dell'epigenetica, comunque mi gratifica che non mi abbia immaginata con barba e baffi.Complimenti per il suo scoprirsi alle fine sempre 'sinceramente democratico'.

Ritratto di cleopatria

cleopatria

Mer, 28/01/2015 - 14:41

@Euterpe. Concordo. Aggiungerei che, molti ebrei furono sterminati dal regime comunista. Che siano un poco "meno morti" quei poveri Cristi? Le Sue perplessità sono le mie.

Olvida

Mer, 28/01/2015 - 15:07

Caro Lamacchia, i suoi precisi riferimenti storici – giuridici mi giungono graditi e integrano quanto detto da Veneziani. Per la verità, ignoravo la legge Falco e mi fa piacere saperne ora qualcosa di serio e oggettivo, data la sua esposizione sintetica, priva di apprezzamenti personali. Fa specie, comunque, che ci sia qualche ignorante che capisce tutto a modo suo e crede di fare la parte dell' intelligente mentre scrive le solite insulsaggini che non meritano riscontro. Mi farebbe il piacere di dirmi chi era Iemolo da lei citato? Saluti.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 28/01/2015 - 15:12

Euterpe solo per finirre , è triste fare ironia su queste cose, ho capito che lei non considera il fascismo un male assoluto come il comunismo! Contenta lei ! Però quando io scrivo qualcosa sul fascismo mi un grande fastidio sentirmi rispondere che anche il comunismo è un male ! Giustissimo ma il mio metro di paragone è la democrazia !

Freedom1930

Mer, 28/01/2015 - 15:24

OLVIDA, il prof. Lamacchia, sempre interessante e mai fazioso, mi ha ricordato cose ormai dimenticate malgrado la loro rilevanza storica. Ne ho piacere. Quanto alla domanda, posso dirle io che il prof. Carlo Arturo Jemolo fu un insigne giurista e storico. C' è un ampio carteggio epistolare, ormai pubblicato, tra lui e Mario Falco che già da tempo gli aveva sottoposto il suo progetto di legge ricevendone diverse osservazioni.

CARAMBOLA

Mer, 28/01/2015 - 15:46

LAMACCHIA, io penso che, sul piano della ricostruzione e della interpretazione del fenomeno antisemita di quel brutto periodo italiano, non vada tralasciato il benché minimo particolare per avere una visione di insieme. Ho trovato utili sia l' articolo di Veneziani sia le sue brevi ma circostanziate note. Penso che Jemolo da lei citato fosse il famoso prof. Carlo Arturo del quale ho letto e studiato qualcosa, anche se ignoravo questo riferimento.

odifrep

Mer, 28/01/2015 - 15:57

@ Euterpe (14:26) - non sbaglia. Il Suo desiderio di far rendere omaggio alla tomba di quei ragazzi, venne da me esaudito la domenica seguente. Avevo scritto un caro pensiero @Tzilighelta, quando ""facevano"" storia a scuola, ma la Redazione non ha ritenuto opportuno pubblicare.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 28/01/2015 - 16:03

Devo ricordare che Angelo Sereni citato da Veneziani come capo del Consorzio Ebraico, era il padre di Enzo volontario agente dell’Haganah, torturato ed ucciso nel '44, che sposò Ada Ascarelli, che col cognome del marito viene ricordata (come Ada Sereni volontaria agente del Mossad) entrambi dalle imprese rischiosissime e mitiche per il salvataggio di ebrei. Morì a Gerusalemme nl 1997 dove si era trasferita.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 28/01/2015 - 16:05

Devo ricordare che Angelo Sereni citato da Veneziani come capo del Consorzio Ebraico, era il padre di Enzo volontario agente dell’Haganah, torturato ed ucciso nel '44, che sposò Ada Ascarelli, che col cognome del marito viene ricordata (come Ada Sereni volontaria agente del Mossad) entrambi dalle imprese rischiosissime e mitiche per il salvataggio di ebrei. Morì a Gerusalemme nl 1997dove si era trasferita.

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Mer, 28/01/2015 - 16:10

Ieri andavano ricordati tanti altri Olocausti consumatisi nel corso della storia. Tanti sono a noi ignoti, perché non raccontati ai posteri. Tra quelli invece noti, ma ormai dimenticati occorre ricordare quello ai danni degli aborigeni australiani per opera degli inglesi; degli Indiani del Nord e Sud America per opera di inglesi, spagnoli e portoghesi; dei Catari per opera del Vaticano; dei ruandesi in una sanguinosa guerra civile; degli ucraini da parte di Stalin; degli armeni per opera dei turchi; dei greci sempre da parte dei turchi; dei rom ancora per opera di Stalin; dei neri strappati alla loro terra per andare a lavorare nelle Americhe; dei galli e dei cartaginesi per opera dei romani; dei palestinesi per opera degli israeliani.

odifrep

Mer, 28/01/2015 - 16:18

@ Patchonki (15:12) - potrebbe paragonare il Komunismo al Fascismo, qualora avesse prodotto la decima parte di ciò che fece il Suo Capo, il Cav. Benito MUSSOLINI. E, non menzioni la parola democrazia perché voi sinistrati non avete nulla a che spartire con essa. E, visto la mia sincerità, mi risponda con altrettanta :"perché vuole finire con la Maestrina (chiedo scusa Euterpe) si deve preparare per andare a scuola"?

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 28/01/2015 - 16:23

Caro Marcello, cerco invano in vocabolari stranieri la esatta traduzione del lemma “furbo”. Penso che la furbizia sia un codice cromosonico tutto italiano doc e la consistenza qualitativa e quantitativa dei voltagabbana dei nostri connazionali si evidenza da tempo nella storia e nelle cronache; ora ci si mettono anche i chiacchieroni faziosi, in genere spregiudicati e aggressivi in proporzione alla loro ignoranza e pochezza che li spingono a cercarsi poteri e ribalte di visibilità. Quanta differenza con gli italiani, uomini e donne, che ci precedettero sacrificandosi eroicamente per lasciarci un futuro che poi, quando è venuto già pagatoci da altri, abbiamo dissacrato a tutti i livelli. E da più parti ci si ostina ad affermare che siamo tutti uguali!

tzilighelta

Mer, 28/01/2015 - 18:09

"Le persone più ignoranti? di solito sono coltissime. Non sanno nulla di scienza, vivono di citazioni, non "superano" mai i maestri. Ieri come oggi coloro che hanno meno idee di tutti sono proprio i letterati!" Ecco ho fatto anche io la mia citazione, si trattava di William Hazlitt, queste cose le scriveva nel 1820, mi sembra che niente sia cambiato! Modestamente io da troglodita quale sono e fui, discente della civiltà nuragica, non corro questo rischio! Ringrazio tutti coloro che mi hanno risposto, in modo diretto e velato, incluso le teracche uscite dagli aspirapolveri, i grandi vecchi e le vecchie babbione! ..segue

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mer, 28/01/2015 - 18:23

odifrep lo sport preferito dalle persone di destra è quello di arrampicarsi sugli specchi!

tzilighelta

Mer, 28/01/2015 - 18:23

Veramente non mi ha risposto nessuno, neanche Euterpe da me chiamata in causa, le solite citazioni, l'uso indiscriminato di vocaboli astrusi e fuori luogo, argomentazioni ridondanti e inconcludenti, ma risposte zero! A proposito sto cercando una "teracca" per fare le pulizie nel mio nuraghe, non c'è un muro in squadra, niente spigoli, gli armadi a muro sono un po pesanti, si tratta di massi da due tonnellate circa, i più piccoli! Se qualcuna è disposta a darmi una mano la accolgo volentieri. Astenersi perditempo e professoresse colte, anche perché ce ne vorrebbero dieci per fare una teracca saggia, almeno mi insegna qualcosa!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 28/01/2015 - 19:51

Togliatti non spese mai una parola sulle foibe e sui crimini stalinisti; inoltre vediamo da una vecchia 'Tribuna politica' la sua spietata giustificazione verso l'invasione sovietica dell'Ungheria e il freddo cinismo verso la sorte di Imre Nagy (fu, come si sa, impiccato). A questo punto, che Togliatti si sia messo vicino uno come Azzariti non mi stupisce più di tanto. Come, del resto non mi stupisce che non sia stato 'epurato' come sarebbe stato giusto, ma ricoperto di incarichi e onorificenze. Così sono gli italiani. Tutto è strumentale. Il ‘provincialismo del presente’ di T.S. Eliot! Per decenni le leggi razziali sono state, in fondo, una nota a margine; solo negli ultimi anni esse sono diventate irrinunciabili come pretesto per dare affondi al fascismo. Non che gliene freghi poi tanto a chi le brandisce: ma così come, nel ’38, vennero usate per mere vendette private accademiche e no, ora servono ottimamente per dividere gli animi!

odifrep

Mer, 28/01/2015 - 22:34

@ Patchonki (18:23) - a quest'ora non doveva essere in classe? Veda noi sugli specchi ci arrampichiamo con le ventose e dovrebbe sapere di cosa parlo. Invece, ho visto tanti di voi sinistrati che quello sport lo praticano con i guanti unti nella cera.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 28/01/2015 - 22:52

@Tzilighelta - Capisco che l'infantilismo acuto o forse certe inclinazioni conducano a considerare 'vecchie babbione' tutte quelle che non sono minorenni, e certamente le risposte altrui non possono competere con le sue profonde e vaste argomentazioni. Non le sarà difficile trovare una teracca più saggia di lei, basta poco...e poi sarà utile per eliminare il tanfo di caprino che giunge sino a qui.Adesso continui pure a dare cornate, io non le risponderò più, sino a quando non ne avrò voglia.

tzilighelta

Gio, 29/01/2015 - 12:36

Euterpe, "...io non le risponderò più, sino a quando non ne avrò voglia." Bellissimo, questa è una risposta da fanciulla bisbetica, non di una babbiona! Per il resto ha fatto bene a non rispondere, si ricordi di Hazlitt, riguardo le donne poi, io la penso come Cecco Angiolieri. Invece devo precisare che la figura della teracca è un qualcosa di difficile comprensione per un continentale, un tempo era una figura molto importante in certi casi quanto e più di un genitore! Oggi è solo un modo di dire, e bisogna stare attenti al significato, qui da noi, una parola detta male può scatenare l'inferno! C'è un romanzo, recente, si intitola "teraca" scritto da Pinuccio Becca, se le può interessare.

tzilighelta

Gio, 29/01/2015 - 14:02

Euterpe, ...se la può interessare!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 29/01/2015 - 14:37

@tzilighelta- Buon pomeriggio, tzilighelta, la ringrazio per essere stato così gentile da indicarmi il romanzo; il nostro rapporto inizialmente era sì un po' turbolento, ma in definitiva si manteneva sul filo scherzoso, poi lei è passato ad un'aggressività che non riesco a motivare, con offese anche sul piano personale;ciò si dovrebbe evitare, anche perché non può suscitare che una reazione uguale e contraria o un significativo silenzio ancor più offensivo. Credo che Hazlitt intendesse riferirsi soprattutto ai critici di professione, dando per scontato che i 'coltissimi' non sappiano niente di scienza, cosa non sempre vera. Segue...

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 29/01/2015 - 14:39

@tzilighelta- Pertanto non bisognerebbe prendere le affermazioni di Hazlitt come una giustificazione per tutti gli ignoranti. Ma come mai, lei che disprezza le citazioni, poi cita le sue parole? Ho letto la Deledda, Ledda, leggerò Becca ,ma credo e spero che non esistano più le 'teracas'. Però, però...tzilighelta, so che lei scherza con il riferimento all'Angiolieri, ma se fosse vero ciò che afferma, non sarebbe anch'essa una forma di violenza sulle donne considerarle solo come oggetto di piacere? Ma, come omaggio alla sua giovane età, si può chiudere un occhio sulla frequentazione, che non sia troppo assidua, di 'taverna e dadi'. Invio i miei saluti alla terra di Sardegna e a lei, se vorrà accettarli.

tzilighelta

Gio, 29/01/2015 - 18:25

Euterpe, ...e io li accetto volentieri! Ho dovuto per forza citare Hazlitt per significare meglio il mio pensiero, ma per me era la prima volta. l'Angiolieri, è dai tempi della scuola che è diventato l'idolo di tutti noi studenti, ma non considero le donne come oggetto di piacere, mi piacciono e basta, credo rientri nella normalità. Per quanto attiene il nostro rapporto turbolento ammetto di essere andato sopra le righe più di una volta, certe volte scrivo di getto senza rileggere, sono un po impulsivo, orgoglioso e permaloso, caratteristiche che aveva anche Hazlitt e che sono tipiche della mia terra! Doveva essere mezzo sardo! Resto fermo e saldo sulle mie idee, ma le chiedo scusa per le mie intemperanze verbali, non volevo offenderla sul piano personale e da oggi non la "insulterò" più! Promesso! Saluti e baci!

MARCO 34

Ven, 30/01/2015 - 18:44

Non entro nel merito dell'argomento perchè lo ignoro. Mi permetto solo di far osservare a tzilighelta che si dice "attenere al .." e non "il.." come invece ha scritto nel post delle 18:25. Errore di battuta? Non me ne voglia. Inoltre sarebbe meglio evitare do occupare troppi spazi con dispute fra lettori, perchè si corre il rischio di perdere di vista l'oggetto e di incorrere negli insulti, che sono sempre da evitare

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 31/01/2015 - 09:12

@MARCO 34- Cosa dirle? I Grammar Nazi forse svolgono un'azione meritoria per quanto attiene ALLA purezza della lingua italiana, ma, per non ferire la sensibilità del nostro prossimo, sarebbe meglio non far notare gli errori, anche se potrebbero infastidire, soprattutto se si evince dal contesto che essi sono solo dovuti a battitura e non ad ignoranza.L'attenersi strettamente al tema proposto potrebbe limitare di molto ed isterilire la discussione,e poi qui non siamo in un consiglio di amministrazione,discussione che invece diventa fertile proprio per la possibilità che essa offre di allargare gli orizzonti, di giungere a maggiore ampiezza di pensieri e riflessioni.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 31/01/2015 - 10:20

@MARCO 34- Certamente gl'insulti dovrebbero essere evitati,ma consideriamo che anch'essi purtroppo fanno parte della dinamica relazionale, anche se alcune volte sono veramente inaccettabili. Le persone civili devono tentare di ignorarli o scegliere di rivolgersi e far emergere la parte migliore che è in ogni essere umano, e allora si possono scoprire aspetti positivi a prima vista insospettabili.D'altra parte quello virtuale è un rapporto per sua natura freddo, quasi impersonale, e se qualche volta in quello che dovrebbe essere solo un dibattito di idee,l'algido empireo della razionalità, s'inseriscono note personali,riservate all'ambito privato,che queste ultime non ci infastidiscano in modo insopportabile.Adesso permetta anche a me di fare la grammarnazi dicendole che anche nel suo post vi sono lievi errori d'interpunzione. Cordialità.

MARCO 34

Sab, 31/01/2015 - 10:53

Euterpe. Premesso che ho evidenziato la possibilità di un errore di battuta da parte di tzighelta,anche lei non è stata da meno nel farmi notare "lievi errori di interpunzione", per cui,usando un termine calcistico,siamo in parità: 0-0. Chiuso. Per il resto rimango della mia opinione. Infatti nella discussione, intercorsa fra noi, non c'è il minimo accenno al contenuto dell'articolo.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 31/01/2015 - 11:31

@MARCO 34 - Mi scusi quest'ennesimo fuori tema.Le ho fatto notare la sua distrazione nella punteggiatura come gesto di generosità nei suoi confronti, per non farla sentire troppo solo nel suo ruolo di correttore. Per resto io ho espresso la mia opinione, che, a differenza della sua, non si pone come limitativa per gli altri. Passo e chiudo anch'io. La prossima volta adotterò l'alfabeto Morse per non occupare troppo spazio. contento?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 31/01/2015 - 11:33

@MARCO 34 - Mi scusi quest'ennesimo fuori tema.Le ho fatto notare la sua distrazione nella punteggiatura come gesto di generosità nei suoi confronti, per non farla sentire troppo solo nel suo ruolo di correttore. Per resto io ho espresso la mia opinione, che, a differenza della sua, non si pone come limitativa per gli altri. Passo e chiudo anch'io. La prossima volta adotterò l'alfabeto Morse o la scrittura stenografica per non occupare troppo spazio. Contento?

MARCO 34

Sab, 31/01/2015 - 15:30

Com'è buona lei Mi pare che abbiamo abusato anche troppo dello spazio Per quanto attiene alla scrittura che vorrà usare non mi fa contento ma mi lascia semplicemente indifferente Non uso punteggiatura per non crearle altri problemi

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 31/01/2015 - 17:18

@Marco 34- Ma perché si preoccupa tanto dello spazio virtuale? Non è terreno edificabile in zona centrale.Inoltre quest'articolo non è più frequentato da molti lettori, quindi ne approfittiamo per divagare un po'. La punteggiatura mi creerebbe problemi? Mai quanto a lei l'articolo o la preposizione articolata.Lo so che è alquanto infantile come risposta, ma oggi mi sia permessa nel clima festoso per l'elezione di un altro impagabile pdr, così lodato e raccomandato anche dal predecessore,e ciò, come si sa bene, è un'ottima garanzia che ci riempie di gaudio.

MARCO 34

Sab, 31/01/2015 - 20:21

Concordo con quanto dice del nuovo pdr e, con questo, spero che si possa dire conclusa la nostra polemica. La saluto cordialmente