Una giornata di festa formato famiglia con i Dinosauri in Carne e Ossa

Un fine settimana di festa dedicato alle famiglie e ai bambini. Domani al Parco di Monza oltre 40 tra rettili, mammiferi e anfibi preistorici tutti a grandezza naturale

Un fine settimana di festa dedicato alle famiglie e ai bambini. L’appuntamento è per domani (dalle 11 alle 17) al Parco di Monza all’interno della mostra Dinosauri in Carne e Ossa che propone, fino al 28 luglio, oltre 40 tra rettili, mammiferi e anfibi preistorici tutti a grandezza naturale. L’esposizione, che è stata inaugurata la scorsa settimana e che occupa, oltre ad un’area del Parco anche le suggestive sale di Villa Mirabello, ha registrato oltre 5mila visitatori in pochi giorni. Segno del grande interesse che i dinosauri continuano a suscitare nei bambini di tutte le generazioni.

Curata dai paleontologi Stefania Nosotti e Simone Maganuco, l’esposizione è promossa e gestita dall’Associazione Paleontologica A.P.P.I. in collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza guidato da Lorenzo Lamperti che punta a rilanciare il parco recintato più grande d’Europa. “Si tratta di una mostra di altissimo livello grazie all’elevato contenuto scientifico che la contraddistingue – spiega Lamperti – non solo intrattenimento, dunque, ma grande attenzione ai contenuti”. Sala dopo sala, infatti, i ragazzi imparano divertendosi lo studio dei fossili, com’era la terra milioni di anni fa e da chi era popolata. “Gli esemplari più grandi sono stati messi all’esterno in un’area molto ampia – continua il Direttore - uno spazio dove i bambini si possono sentirsi liberi di correre, muoversi e divertirsi in assoluta tranquillità. Abbiamo, infatti, un’idea di parco come luogo di incontro dove ci si possa sentire a casa”. E proprio in quest’area, domenica 10, i bambini potranno partecipare ad una serie di attività a tema gratuite. La più attesa è quella delle “ferite da dinosauri”: Roberto Mestroni e Ana Maria Zavattini intratterranno grandi e piccoli realizzando tagli e morsi finti, proprio come avviene sui set cinematografici. In programma anche attività di disegno, origami di carta a tema e un laboratorio che svelerà i segreti del “making of” di un dinosauro dai disegni preparatori alla scultura dei modelli.

Dinosauri in Carne e Ossa è una mostra formato famiglia – spiega Lamperti, sposato con 6 figli - ecco il perché di continue attività pensate per i fine settimana. Non solo, è stato anche previsto il pacchetto famiglia: 21 euro per i genitori e 2 bambini. Una piccola attenzione in più affinché, in tempo di crisi, non si pesi troppo sulle tasche di chi si trova in difficoltà. Un prezzo contenuto, meno di un cinema, per una giornata all’aria aperta in un luogo di grande fascino e suggestione”.

La prima parte dell’esposizione si snoda tra le sale di Villa Mirabello che ha riaperto dopo una serie di restauri che hanno portato gli affreschi all’antico splendore. “Riaprire Villa Mirabello, che fu la residenza della Famiglia Durini, vuol dire ridare al pubblico una delle più belle ville seicentesche della Brianza e farla rivivere dentro il Parco”. Insomma, nonostante la Villa Reale si chiusa per restauro il Parco non smette di vivere. “Abbiamo in programma una serie di importanti iniziative in collaborazione con la società Expo. La Reggia deve assolutamente ricoprire un ruolo da protagonista in occasione dell’esposizioneuniversale. E lo deve fare da subito. Rifaremo il "Festival degli Orti", l'inziativa "Cascine Aperte" e con il Comune di Milano stiamo lavorando per realizzare una grande installazione di land art con le balle di fieno. Il Serrone ospiterà una bellissima mostra fotografica con a tema la bellezza della Reggia (La Villa, Il Parco ed i Giardini) e la "Biennale Giovani", con la collaborazione del Comune di Monza.”