Mark Twain, un successo anche italiano

Nel 180° anniversario della nascita di Mark Twain, un libro ne ricostruisce la fortuna editoriale nel nostro Paese

Nel giorno del 180° anniversario della nascita dello scrittore americano Mark Twain, arriva in libreria un volume che ricostruisce i rapporti tra l'Italia e il narratore reso famoso dalle avventure di Tom Sawyer e Huckleberry Finn.

L'opera, firmata da Elisa Francesca Conselvan, si intitola "La fortuna editoriale di Mark Twain in Italia" (Editoriale Documenta, 2015) e viene presentata lunedì 30 novembre alle ore 16.30 presso la Libreria Vita e Pensiero di Largo Gemelli a Milano, alla presenza di Edoardo Barbieri, direttore del master in Professione editoria dell'Università Cattolica di Milano, di Francesco Rognoni, ordinario di letteratura anglo-americana nello stesso Ateneo, e di Mauro Chiabrando, condirettore della rivista "Charta".

Scrittore tra i più celebri e celebrati della letteratura americana, Samuel Langhorne Clemens, in arte Mark Twain, è autore tra i più pubblicati in Italia: circa un migliaio le edizioni che oltre duecento case editrici gli hanno riservato dalla fine dell’Ottocento ai nostri giorni, con quasi centocinquanta diverse traduzioni, oltre cinquanta adattamenti e più di cento differenti apparati illustrativi.

Un eterogeneo e quanto mai suggestivo corpus librario che il volume di Elisa Francesca Conselvan, vincitore del Premio Bibliographica bandito dalla Biblioteca di Sardegna, indaga e censisce nel contesto della grande storia dell’editoria italiana dell’Otto-Novecento, con un focus critico su traduzioni e illustrazioni. Completano e arricchiscono il volume un’appendice con sintesi analitica delle edizioni suddivise per traduttori, adattamenti, illustratori e case editrici, e un apparato iconografico con la riproduzione di tavole che alcuni tra i grandi maestri dell'illustrazione italiana - da Attilio Mussino a Libico Maraja, da AntonGionata Ferrari a Franco Matticchio - hanno riservato all'autore del Missouri.