È morto Sergio Ricossa

Tra i massimi esponenti italiani dell'economia liberale, si è spento a 88 anni dopo una lunga malattia

È morto a 88 anni dopo una lunga malattia, Sergio Ricossa. "Il maestro di tutti gli economisti liberali che seguirono e la perfetta sintesi di coloro che lo hanno proceduto", come lo definiva Nicola Porro solo qualche mese fa.

Laureatosi in Economia nel 1949 a Torino, è membro della Mont Pelerin Society, Accademico dei Lincei, socio dell'Accademia di Agricoltura di Torino e presidente onorario dell'Istituto Bruno Leoni. Polemista e saggista ha collaborato con Il Giornale e La Stampa, pubblicando articoli dai titoli taglienti e provocatori che negli anni gli hanno attirato feroci critiche. Nel 1987 prese parte con Antonio Martino e Gianni Marongiu alla celebre "marcia contro il Fisco". Nel 1999 pubblicò "Da liberale a libertario" nel quale dichiarava che il liberalismo del suo maestro, Luigi Einaudi, non gli bastava e che voleva "andare oltre", verso una libertà più compiuta.

Commenti

ghorio

Gio, 03/03/2016 - 13:10

Un grande economista , un Maestro della scienza economica che tra l'altro non infarciva la materia con la solita matematica. I suoi editoriali dovrebbero essere stampati e studiati da vari politici e non che discettano di economia. Gli sia lieve la terra.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 03/03/2016 - 15:14

Un signore.

Rossana Rossi

Gio, 03/03/2016 - 15:44

Chi vale se ne va in sordina..........solo ai sinistro.nzi sono riservate le strombazzate di regime.........povera italietta!.........

Giuseppe S

Gio, 03/03/2016 - 16:46

Grande perdita per l'Italia. Un liberale, in un Paese in cui competenza, concorrenza, libertà, individuo, iniziativa, merito, creazione di ricchezza, scambio - sono sussurrate solo da pochi. Questa è il paese in cui "Stato" lo si scrive ancora con la "S" maiuscola. Libertà va cercando, ch'è sì cara...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 03/03/2016 - 18:02

PUBBLICATELO, PER FAVORE --- Perché dove c’è la sinistra prima o poi sbucano le tasse? «Perché la sinistra ha la mania dell’interventismo in economia e per intervenire occorrono risorse, occorrono soldi. E cosa può fare un governo di sinistra se non mettere le tasse? Deve spendere e quindi deve incassare. Non c’è via d’uscita, peccato che a pagare siamo sempre noi». PAROLE SANTE di SERGIO RICOSSA. -riproduzione riservata- 14,29 - 3.3.2016

yulbrynner

Gio, 03/03/2016 - 21:47

rossana rossi come siamo acide.. si vede che da un po' non assaggi i piaceri proibiti ahahahah l'astinenza rende le donne acide ahaha