Dalla Curva Sud dell'Olimpico fischi per Scalfaro

Mentre la sinistra italiana piange per la morte dell'ex presidente, il Coni impone ai campi da calcio un minuto di silenzio. Ma dalla Curva Sud dell'Olimpico piovono fischi

Ci sono i boiardi della sinistra italiana che piangono, che si nascondono dietro agli elogi e al cordoglio, che danno l'ultimo addio al presidente emerito. Ma c'è anche un'Italia, quella che non dimentica il passato, che non è disposta a fare l'eco ai tuini densi di buonismo che risuonano da questa mattina. Così quando il presidente del Coni Giovanni Petrucci ha chiesto un minuto di silenzio su tutti i campi di calcio per "onorare la memoria di Oscar Luigi Scalfaro", l'ex presidente della Repubblica scomparso oggi all’età di 93 anni, dalla curva Sud dell’Olimpico si è levata una selva di fischi.

I tifosi giallorossi non ci stanno. E lo dimostrano mettendoci la faccia: oggi pomeriggio, durante il minuto di silenzio in onore di Scalfaro prima dell’inizio della partita tra la Roma e il Bologna, hanno fischiato mentre il resto dello stadio è rimasto in silenzio, rispettando il minuto di raccoglimento imposto questa mattina dal Coni. Petrucci aveva, infatti, invitato le federazioni sportive nazionali a "far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive" che si sarebbero disputate oggi per "onorare la memoria" dell'ex capo dello Stato.