Via d'Acqua Nord, in bici da Garbagnate a Expo

Inaugurato il percorso ciclabile di 8 chilomentre che parte dela canale Villoresi e, attraverso il parco delle Groane, raggiunge il sito espositivo. E' uno dei lasciati, con la Darsena di Milano, dell'Esposizione Universale

Inaugurata la pista ciclabile che costeggia la Via d'Acqua Nord, da Garbagnate Milanese al sito di Expo Milano 2015. Oltre 700 ciclisti hanno percorso in bicicletta l’itinerario di otto chilometri che dal canale Villoresi attraversa il Parco delle Groane fino a raggiungere il sito dell’Esposizione Universale.

Ad accoglierli a Cascina Radio il commissario unico Giuseppe Sala, insieme al presidente del Consorzio Villoresi Alessandro Folli e al presidente del Parco delle Groane Roberto Della Rovere. Con loro, in bici, anche i rappresentanti dei Comuni attraversati dal percorso ciclabile: il sindaco di Arese Michela Palestra, quello di Bollate Francesco Vassallo e di Garbagnate Piermauro Pioli, il sindaco di Lainate Alberto Landonio, l'assessore alle politiche per le relazioni di comunità del Comune di Pero Serena La Placa e il sindaco di Rho Pietro Romano. La gita in bicicletta si è conclusa all'interno del sito espositivo, davanti all'Expo Centre, dove si è svolta la cerimonia inaugurale.

"Siete gli unici ad essere entrati sul sito espositivo in bici - si è congratulato Sala, rivolgendosi ai ciclisti - quindi avete il vostro piccolo record. La Via d'Acqua Nord, così come la Darsena a Milano, è uno dei lasciti di Expo Milano 2015 al territorio. Il percorso che abbiamo inaugurato permette di collegare sei Comuni e un comprensorio di circa 200mila residenti non solo a Expo, ma anche alla Fiera e al sistema di mobilità di Milano. Questo è un bellissimo segno di come i sindaci e le società che operano sul territorio abbiano fatto la loro parte".

A nome dei sindaci dei sei Comuni, alla cerimonia è intervenuto il primo cittadino di Rho, Pietro Romano. "A differenza delle Vie d'acqua Sud - ha detto - questa è un'opera che è stata voluta dal territorio". Soddisfatto anche il presidente del Consorzio di Bonifica Est-Ticino Villoresi, Alessandro Folli. "Per noi - ha detto - Expo inizia adesso. Dal 31 ottobre in poi dovremo lavorare per finire anche l'Anello verde-azzurro, che completerà tutti i canali navigabili e un percorso di 86 km da sfruttare girando in bicicletta. Quell'acqua - ha aggiunto Folli - andrà ad alimentare tutto la zona Sud di Milano, che in questo momento ne è carente".