Dalle scarpe al corpo spostato: complottisti scatenati su Aylan

La foto commuove il mondo, ma c'è chi crede sia una falso: "Impossibile che non abbia perso le scarpe"

Il piccolo Aylan Kurdi ha commosso il mondo. Il suo corpicino riverso senza vita su una spiaggia di Bodrum ha dato uno schiaffo all'Occidente. La sua foto ha diviso i media e non solo: giusto pubblicare il cadavere di un bambino in barba alla Carta di Treviso? Giusto obbligare tutti a vedere il risultato di una strage senza fine?

Ma, come praticamente ogni volta in cui c'è un'immagine simbolo o un'icona del genere, immediatamente qualcuno ha sollevato dubbi sull'autenticità dello scatto.

Tra le teorie dei complottisti ce ne sono alcune particolarmente fantasiose. Una su tutte: il bimbo è troppo pulito e composto per essere morto in mare. Inutile far notare che la barchetta su cui viaggiava verso l'Europa in cerca di un futuro migliore fosse affondata a poche centinaia di metri dalla costa e che purtroppo un bimbo di tre anni possa affogare anche se il mare è calmo.

E ancora: "Perché ha ancora le scarpe?", si chiede qualcuno. Ora il bimbo è stato sballottolato in acqua dalle onde, è vero. Ma indossava delle scarpine chiuse e non è così impossibile che non si siano slacciate. "Chi muore, in genere perde le scarpe", scrive il teologo dei complottisti italiani, Rosario Marcianò.

Poi c'è un'altra questione: qualche giorno fa una donna siriana ha condiviso su Facebook una foto in cui si vede un poliziotto turco raccogliere il corpo di un bambino tra gli scogli sulla spiaggia. Nello scatto il corpo del poliziotto copre parzialmente quello del piccolo, di cui si vedono solo le gambe. A uno sguardo rapido, il bimbo sembra indossare le stesse scarpine e gli stessi pantaloncini blu di Aylan. Anche in questo caso i complottisti si sono scatenati: il corpicino è stato spostato e messo in un altro punto della spiaggia perché la foto scattata da Nilüfer Demir avesse più pathos.

Ma a un occhio più attento non sfugge che il colore della suola delle scarpe è diversa: tendente al giallo nel caso di Aylan, più rossiccio nella seconda foto. E se questo non bastasse c'è un altro scatto che lascia pochi dubbi: il piccolo tra gli scogli non è il bimbo di tre anni, ma suo fratello Ghalib, morto anche lui nel naufragio a soli 5 anni.

Ora, è innegabile che la foto di Aylan sia stata strumentalizzata perché colpiva più delle tante altre che mostravano bimbi annegati in mare durante la traversata della speranza. Ed è innegabile che su quell'immagine si sia speculato forse fin troppo. Ma discutere sulla sua autenticità è andare oltre.

Commenti
Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Lun, 07/09/2015 - 10:47

Il problema non e' se la foto e' vera o falsa. Probabilmente e' vera, d'altronde in quel tipo di traversata il rischio di finire in mare e annegare c'e'. Il problema non e' questo. Il problema e' l'uso strumentale e intellettualmente disonesto che se n'e' fatto dai media di tutto il mondo.

giovauriem

Lun, 07/09/2015 - 11:15

sarei felicissimo se fosse un falso !

Ritratto di Lupry

Lupry

Lun, 07/09/2015 - 11:34

Il problema non è la foto in se stessa ma lo è il disgusto che desta il suo utilizzo per fini politico/propagandisti.

Jason Green

Lun, 07/09/2015 - 11:36

Ad una attenta osservazione delle immagini si vede chiaramente che il bimbo in braccio all'agente porta una t-shirt rossa, mentre il bimo per terra ne indossa una blu. Anche le scarpe sono assolutamente diverse...basta vedere il colore delle suole!!!!

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Lun, 07/09/2015 - 11:51

I complottasti, come li chiamate voi, lasciano il tempo che trovano. Piuttosto, perché tanta attenzione su un bambino solo, su questo bambino, e niente foto sui bambini trucidati in Siria, Iraq e Afghanistan dalle bombe terroriste e da quelle 'democratiche'? Più passa il tempo e più mi accorgo che, quelle poche volte che vedo la tv o leggo i quotidiani, necessito di un secchio per raccogliere il mio vomito!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 07/09/2015 - 11:52

Anche a me sembrava strano,perchè solitamente chi muore perde le scarpe ma non ho detto niente per non rischiare di essere passato per razzista,mentre i bellimbusti che speculano su queste cose sono ben visti dal governo abusivo e dal vaticano.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 07/09/2015 - 11:59

Ci sono bestie tra le quali gli sciacalli e poi i vermi.

xgerico

Lun, 07/09/2015 - 12:01

@Jason Green- Scusa!

vince50_19

Lun, 07/09/2015 - 12:04

Personalmente non mi attaccherei a queste particolarità per criticare: bastano solo le parole di chi ha etichettato coloro che hanno avuto dubbi su questa triste storia - oltre le dichiarazioni del padre del bimbo - e lo ha fatto per fini meramente politici. Comportamenti ipocriti, da vere e proprie me@@@@ce.

Razdecaz

Lun, 07/09/2015 - 12:04

C'è molto da riflettere sulla pubblicazione di queste foto e l'enfatizzazione della relativa storia. E' la documentazione di un fatto di cronaca o è il frutto di un sottile e sciacallesco tentativo di condizionare l'opinione pubblica a favore di chi prospera e mangia predicando un’accoglienza indiscriminata? Ma delle migliaia di bambini chiusi nella stiva dei barconi, morti affogati nel mediterraneo, durante le varie mare nostrum e frontex? Niente foto....a già, non c´era il fotografo sul posto!

cgf

Lun, 07/09/2015 - 12:29

Provocazione: Con tutto il rispetto per le persone che fuggono da fame/miseria/guerra MI RIVOLGO AI BUONISTI A TUTTI I COSTI: come è possibile che RIFUGIATI (non migranti) e PERSEGUITATI possano tornare a casa propria durante le ferie (dibattito che sta prendendo piede in sFizera) e/o tornare a casa a seppellire i propri cari, come è avvenuto per Aylan, Ghalib e la loro madre? Possibile che siano così ingenui (O COLLUSI perché a questo punto penso anche a quello) da comportarsi come COMPLICI di chi sta facendo affari d'oro per mandare in mare senza sicurezza alcuna della povera gente?

Razdecaz

Lun, 07/09/2015 - 12:34

la turchia non è in guerra. La turchia è uno stato, diciamo, moderno. La turchia non è uno stato povero. La turchia è un paese musulmano. Perché volete per forza venire in Europa??????? E la lega araba? Dove sta? Eppure molti paesi arabi sono tra i più ricchi al mondo!! Come mai mussulmani non aiutano mussulmani? Venite da noi 'infedeli' che così vi diamo tutto e di più.

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 07/09/2015 - 12:48

Gentile Signora, più che di complottismo parlerei di sciacallaggio. Soprattutto da parte di chi, nell'usare quella foto, vuole far leva sul cuore umano ed indurre ancora più pietà che, se dovuta, deve però essere ridimensionata circa i promotori. Mi perdonerà se le trascrivo un commento fatto sul blog di un Suo collega ""Prima cosa vorrei proprio sapere se il bambino è morto, e se morto affogato. Dalle foto non sembra che i vestiti siano bagnati. Ma poco importa se è morto e come sia morto. La responsabilità è di quei governi che lasciano credere agli invasori, la maggioranza, ai fuggitivi, una minoranza, che le porte sono aperte, sempre e per chiunque. Se hanno tanti soldi da spendere in passaggi marittimi densi di pericoli, perché non prendono un aereo e si presentano ad un controllo passaporti in arrivo. Ah, già prendendo la scorciatoia le leggi sull'immigrazione non valgono, e così si stravolge, con onere per i residenti, la certezza del diritto.""

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 07/09/2015 - 12:48

parte seconda - Ora, accertato che il bimbo o bimbi sono effettivamente deceduti, e da genitore posso solo immaginare il dolore del padre che se li è visti scomparire, resta comunque la responsabilità all'induzione di simili tragedia, bambini o adulti che siano. Chi lascia credere che esista il paese del Bengodi, chi non si adopra in una delle tante maniere a far si che il flusso diminuisca, magari cessi, comunque venga regolato, sono quei politici e quei governi da mettere in evidenza per le responsabilità oggettive. In termini legali credo si dica: morte, a volte strage, in conseguenza di altro reato.

Oraculus

Lun, 07/09/2015 - 12:49

Il falso e' la montatura spaccacuore che se ne e' voluto fare , nessuna responsabilita' dell'occidente...ma bensi' di quei due genitori che dei due bambini ne hanno fatto di loro un motivo per attenzionarsi a chi per gli infiniti motivi del loro esodo vedendoli agevolavano il loro esodo...criminali madre e padre di quelle due innocenti creature...

bettytudor

Lun, 07/09/2015 - 13:17

A pensar male si fa peccato, ma ci si azzecca quasi sempre. Il dubbio su quelle foto e` legittimo, visto anche l'uso politico che ne hanno fatto. A me pare un falso perche` il braccio sinistro del bimbo in mano al poliziotto e` sollevato e invece dovrebbe pendere inerte, i vestiti sono troppo composti e asciutti e la faccia quasi non si vede. Ma quello che piu` insospettisce e` il fatto che proprio da lì e proprio in quegli istanti si trovava a passare una fotografa di professione che ha immortalato la scena facendosi una pubblicita` enorme. Del resto molte false foto sono state in seguito smascherate, per esempio quella del bambino africano indigente con l'avvoltoio accanto che sembra aspettare la sua morte, vincitore di un premio Pulitzer, e` un falso, nel senso che non e` spontanea. Il fotografo ha confessato di aver montato la scena prendendo un avvoltoio e convincendo il bambino a mettersi accanto per farsi fotografare.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Lun, 07/09/2015 - 13:34

Io lascio solo un pensiero a quelle povere creature... Riposino in pace perchè il mondo è uno schifo e non ha saputo proteggerli.

Razdecaz

Lun, 07/09/2015 - 14:04

Che cosa sta facendo il poliziotto turco vicino al bambino, lo sta per caso rianimando? Forse gli sta cambiando gli indumenti e le scarpe, perché bagnati? In compagnia di fotografi e cineoperatori, cosa sono le riprese di un film turco? Polis turca, al ritrovamento di un cadavere, di uomo, donna o bambino, si copre immediatamente con un lenzuolo. Questa gente non ci doveva essere sul luogo del ritrovamento del cadavere. Basta raccontare frottole, vergognatevi a usare i bambini per spronarci ad accogliere tutti i clandestini della terra.

Diegob

Lun, 07/09/2015 - 14:09

quello che per me conta sono i bimbi, di qualsiasi razza o religione; sono il nostro futuro da proteggere ad ogni costo!

Nonlisopporto

Lun, 07/09/2015 - 14:13

quanto siete ipocriti sui bambini in generale che schifo

agosvac

Lun, 07/09/2015 - 14:15

Un bambino morto in queste situazioni è una tale tragedia di per sé che il fatto che alcuni politici se ne servano per i loro giochetti è realmente una vergogna!!!!! Resta, purtroppo, il fatto che se questa famiglia avesse usato i canali istituzionali per un ricongiungimento in Canada invece di affidarsi agli scafisti delinquenti , oggi sarebbero tutti vivi. Il padre se ne è reso conto e si è assunto tutte le colpe: nella disgrazia immane ha dimostrato molto coraggio.

gian paolo cardelli

Lun, 07/09/2015 - 14:17

Se quella nullità di Marcianò sostiene che sono false, allora vuol dire che sono vere.

rossini

Lun, 07/09/2015 - 14:26

L'ho detto fin da principio. Quella foto è un falso. Del resto basta analizzare la versione della fotografa turca che l'avrebbe scattata. Questa donna si imbatte in un corpicino riverso a faccia in giù sulla spiaggia e che fa? Scatta immediatamente la foto. Non le viene in mente di precipitarsi a rivoltare il bambino a faccia in su per verificare se respira, per cercare di prestargli soccorso magari praticandogli la respirazione artificiale. Niente di tutto questo. Scatta la foto e basta. O è una bestia o è una bugiarda.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 07/09/2015 - 14:32

NON CREDETE A QUELLO CHE VI FANNO VEDERE VI DROGANO LA MENTE, SIATE MIGLIORI E PIU' FURBI DEI MASSONI CHE VI VOGLIONO PLAGIARE E CONTROLLARE.

Razdecaz

Lun, 07/09/2015 - 14:53

Penso che il bambino sia effettivamente morto in mare. Al ritrovamento sulla spiaggia del cadavere del povero ragazzino, era completamente nudo. Il poliziotto turco, prima di rivestire il bambino, doveva subito coprirlo con un lenzuolo, prima dell’arrivo della fotografa, ficcanaso e dei curiosi. Perché tanta attenzione su un bambino, solo su questo bambino, è niente foto dei 2.800 migrati, con molti bambini di serie “B”, morti affogati nel mar mediterraneo? E il 2015 non è ancora finito.

xgerico

Lun, 07/09/2015 - 15:29

@gian paolo cardelli -14:17 . Da ex fotografo devo darti ragione! (poi spiega chiaramente che sono i due fratelli.)

Dordolio

Lun, 07/09/2015 - 16:20

Un bambino è morto e questo basta e avanza. E come avanza! Però nessuno mi toglie dalla testa che sia stato poi abilmente "confezionato", rivestito magari, posizionato adeguatamente ed in modo scenografico per ottenere un adeguato risultato mediatico. Ed è questo che NON mi piace. Una "grande" foto da Pulitzer...truccata, ecco...

alfonso cucitro

Lun, 07/09/2015 - 16:21

Premesso che ogni volta che c'è una vita spezzata (in special modo quella di bambini) è un dramma per coloro che vivono quella esperienza, c'é sempre stato uno sciacallaggio enorme attorno a questi tristi avvenimenti.Questo è lo scempio da proibire in toto e da condannare da parte di tutti noi.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Lun, 07/09/2015 - 16:27

Quello che non si dice è la contentezza dei sinistri per quella foto "provvidenziale".

chicolatino

Lun, 07/09/2015 - 16:30

l'ho detto fin da subito giorni fa ke e' una bufala,proprio x l'effetto mediatico che ha avuto,che era l'obiettivo x cui e' stata pubblicata!intenerire gli indecisi all'accoglienza! e' una bufala e lo puo' essere x mille motivi:padre,madre e altri figli vivi,bimbo abbandonato in spiaggia a faccia in giu,xke?nessuno l'ha notato,ma guarda caso solo la fotografa...magari e' morto un giorno prima x polmonite o chissa' che,magari figlio di nessuno ed ucciso deliberatamente dal "sedicente padre"

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Lun, 07/09/2015 - 16:36

...non ciò mai creduto, gia dal inizio sembrava una messa in scena!

Lucky52

Lun, 07/09/2015 - 16:38

Mi fanno più pena le immagini dei bambini neri del Biafra, quelli a cui il costato è visibile per la fame, quelli a cui le mosche ronzano sul corpo per la mancanza di acqua e di igiene e sono quelli che non hanno nemmeno la forza di chiedere niente come pure i loro genitori. Questi mi fanno tenerezza e pena e non quelli urlanti di giovani ben pasciuti e robusti con lo smartphone in mano e pretendono il cibo che vogliono loro,hotel 5 stelle vista mare, vista donne ed internet wifi ed essere mantenuti a vita. A quelli gli darei il mondo a questi una pietra al collo dopo tanti calci in .......

gian paolo cardelli

Lun, 07/09/2015 - 17:10

Personalmente mi interessa poco sapere se le foto sono false oppure no: le realtà dell'80% dei "profughi" tutti maschi e bene in carne, di "profughi" che hanno fatto il viaggio QUATTRO VOLTE (e quanti soldi avevano???), degli sbarchi che avvenivano, in passato, a ridosso dei Centri di Accoglienza CHE SI ERANO APPENA SVUOTATI, delle nostre navi militari che vanno a raccoglierli a ridosso delle coste libiche e non nel Canale di Sicilia, non la si cancella con una foto, per quanto tragica possa essere. Quei bambini sono solo l'effetto collaterale di un processo di immigrazione VOLUTO DA ALCUNI EUROPEI il cui scopo con l'umanitarismo e dintorni non c'entra ne c'è mai entrato nulla!

gneo58

Lun, 07/09/2015 - 17:41

per CHE_GUE - concordo con quanto postato ma rivolto a lei. Che muoiono milioni di bambini per fame e malattie curabilissime ogni anno e' vero come e' vero che a nessuno frega niente perché non rendono in voti o in denaro sonante per l'accoglienza. Avrebbe fatto meglio a tacere o ad esprimersi diversamente. d'altra parte chi ha il neurone "lavato dal partito" non vede altro che a senso unico col paraocchi. Io comunque non la insulto perché fa gia' tutto da solo. Saluti

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 07/09/2015 - 17:46

Proviamo a fare un ragionamento. La sinistra ed i buonisti sono con le spalle al muro: Le Pen, Salvini, FN, Alba Dorata e l'NPD tedesco stanno volando nei sondaggi, i popoli europei sono con loro, mentre i partiti di sinistra sono allo sbando, sono odiati dai loro concittadini che non si sentono più difesi perché vedono i loro confini violati da orde di invasori che portano malavita, miseria e malattie. Ed allora sfruttano propagandisticamente, forse creano, forse modificano, una foto dal forte impatto emotivo. Chiediamoci a mente fretta : a chi giova la foto? Se poi consideriamo il tradizionale cinismo della sinistra nello sfruttare propagandisticamente ogni situazione forse capiremo tutto. Ma la sostanza non cambia: la sinistre ed il PD in particolare hanno torto, Le Pen, Salvini, Alba Dorata ecc. hanno ragione, nel futuro ci sono loro, un futuro di ORDINE e DSCIPLINA: Dio, Patria e Famiglia.

no_balls

Lun, 07/09/2015 - 18:05

per silvio46 hai proprio ragione ...un futuro di ordine e disciplina.... come teorizzavano hitler e mussolini.... infatti si e' visto come avevano ragione..... causando milioni di morti. Ma stai zitto....... che non ne indovinate mai una, a partire dal voto verso quel tizio che vi ha preso per i fondelli per vent'anni.

Dolcevita1960

Lun, 07/09/2015 - 18:32

SUI GIORNALI ESTERI NON CENSURARE PREGO SI LA FOTO E' STATA RITOCCATA E RIQUADRATA CERCATE Sur google le VERE FOTO

cicciosenzaluce

Lun, 07/09/2015 - 18:48

Ma non vi vergognate a scrivere certe cose? Mettete in dubbio l'annegamento del bambino ! Vi defecherei in quella fetida bocca che avete !

little hawks

Lun, 07/09/2015 - 18:58

Ma quanti bambini c'erano nel barcone che è affondato con trecento persone a bordo due anni fa? Di foto strazianti sono state piene le pagine dei giornali nel silenzio generale. Perché oggi un piccolo affogato fa tanta pena mentre prima tutti si giravano dall'altra parte? Finché il problema era dell'Italia non si è mosso nessuno, oggi cosa è cambiato perché la gente sia manovrata in questo modo dai politici e dai giornalisti? Io sono stanco di accorgermi di essere manovrato come un burattino e mai nessuno che mi spieghi seriamente come stanno le cose.

cicciosenzaluce

Lun, 07/09/2015 - 19:05

PerSilvio,ma il tuo padrone dice di essere un moderato,invece tu fai l'hitleriano,io credo che sei solo un povero str...o