David, Il divo e Gomorra sbancano le nomination

Presentate le candidature ai David 2009. Nelle cinquine che coprono 22
categorie il film di Sorrentino fa da padrone. Segue Garrone con 11 candidature

Roma - Presentate oggi le candidature ai premi David di Donatello 2009. Nelle cinquine che coprono 22 categorie è Il divo di Paolo Sorrentino a far da padrone con ben 16 candidature tra cui ovviamente quella per il miglior film e miglior regista. A seguire il film di Matteo Garrone Gomorra che ottiene 11 candidature (anche lui miglior film e migliore regia).

Le pellicole in gara Come previsto la sfida per il David di Donatello 2009 vede in pole position il film di Sorrentino e quello di Matteo Garrone. Sono state rese note alla sede Rai di Viale Mazzini le cinquine dei candidati all’Oscar italiano. A contendere ai due favoriti il premio per il miglior film due grosse sorprese: Ex di Fausto Brizzi (9 candidature più quella per il David Giovani) e Si può fare di Giulio Manfredonia (8 candidature più quella per il David Giovani). Outsider nella cinquina dei film candidati è Tutta la vita davanti di Paolo Virzì, che ha ottenuto quattro candidature.

Registi e attori Durante la cerimonia di premiazione della 53esima edizione dei premi David di Donatello, in programma venerdì 8 maggio all’auditorium Conciliazione di Roma (trasmesso in diretta dalle 19 su Rai Sat Cinema e in differita su Rai1 dalle 23) sarà incoronato anche il migliore regista dell’anno scelto nella cinquina che comprende oltre a Garrone e Sorrentino anche Brizzi, Manfredonia, Pupi Avati (Il papà di Giovanna). Nella categoria miglior attore protagonista se la vedranno Luca Argentero (Diverso da chi?), Claudio Bisio (Si può fare), Valerio Mastandrea (Non pensarci), Silvio Orlando (Il papà di Giovanna) e Tony Servillo (Il divo). La cinquina delle migliori attrici protagoniste è invece composta da Donatella Finocchiaro (Galantuomini), Claudia Gerini (Diverso da chi?), Valeria Golino (Giulia non esce la sera), Ilaria Occhini (Mar Nero) e Alba Rohrwacher (Il papà di Giovanna).

Gli esordienti Durante la cerimonia saranno consegnati anche i David per il miglior regista esordiente: in pole position Gianni Di Gregorio con Pranzo di Ferragosto. A contendergli la statuetta Marco Pontecorvo con Pa-ra-da, Marco Amensa con La siciliana ribelle, Umberto Carteni con Diverso da chi? e Tony D’Angelo con Una notte. Nell’ambito della cerimonia dell’8 maggio si assegneranno anche i 4 David Speciali che saranno votati il 16 aprile dal Consiglio direttivo dell’Accademia, il Premio David per il miglior documentario di lungometraggio e quello per il miglior cortrometraggio.