Dell'Utri: condanna definitiva? Galera

Il senatore del Pdl: "Maroni ha detto una cosa giusta. Se
c’è una condanna definitiva si va in galera". E minimizza: "Non capisco cosa ci sia di strano". Poi scherza con i fotografi: "Ma
quante foto mi fate? E quante me ne farete se andrò in
galera..."

Roma - Non smentisce il Viminale, ma attende con pazienza la sentenza dell Cassazione. "Se c’è una condanna definitiva si va in galera", spiega il senatore Marcello Dell’Utri all'indomani delle dichiarazioni di Maroni puntualizzando che "il lavoro che stanno facendo il governo e Maroni è ottimo" nella speranza che "darà i suoi frutti sempre".

Dell'Utri scherza coi fotografi "Maroni? Ha detto una cosa giusta. Se c’è una condanna definitiva si va in galera", commenta il senatore del Pdl le parole che ieri il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha pronunciato a In mezz’ora a proposito della sentenza di condanna in appello. "Non capisco cosa ci sia di strano", ha aggiunto Dell'Utri prima di scherzare con i fotografi. "Ma quante foto mi fate? E quante me ne farete se andrò in galera...", ha riso il senatore.

Il lavoro del governo "Cosa ne penso della mafia al nord? Ma che ne so, secondo me è dappertutto, ma non solo la mafia, i delinquenti sono ovunque, a nord, a sud, a est e a ovest - continua il senatore del pdl - bisogna stare all’erta, ma il lavoro che stanno facendo il governo e Maroni è ottimo, e penso e spero che darà i suoi frutti sempre". A Milano per la presentazione del salone del libro usato che patrocina e organizza insieme a Regione Lombardia, Dell’Utri perde la pazienza per le domande di un cronista: "Ma cosa vuole che le dica? Vuol sentirsi dire che è una bella cosa? Vuole che dica che ne penso bene? Ma che domande sono?".