Dieci anni fa trafugata la salma di Cuccia

Dieci anni fa, nella stessa zona, venne trafugata la salma del presidente onorario di Mediobanca Enrico Cuccia

Fa clamore la notizia della salma di Mike Bongiorno trafugata dal cimitero di Arona. Eppure un episodio simile torna subito alla mente, anche perchè accaduto in una zona già nota: dieci anni fa, il 17 marzo 2001, la salma di Enrico Cuccia fu trafugata dal cimitero di Meina, sul lago Maggiore, proprio a pochi chilometri dal cimitero dove si trova la tomba di Mike. Il presidente onorario di Mediobanca era stato sepolto nel giugno di quello stesso anno. I ladri avevano rotto la lastra di marmo che copriva il loculo e portato via la salma. A suo tempo si pensò, oltre che a una possibile richiesta di denaro, anche al satanismo. Anche perchè nella zona, nel corso degli anni si sono verificati diversi episodi di profanazioni di cimiteri (nel ’96 fu devastato il camposanto di Invorio e, alla fine di ottobre dell’anno dopo, tre giovani furono sorpresi nel cimitero di Paruzzaro, pochi chilometri da Meina, mentre cercavano di trafugare la salma di un amico morto tempo prima in un incidente). Il mistero della scomparsa della salma di Enrico Cuccia fu svelato dopo meno di due settimane. E la bara del banchiere fu trovata in un fienile di un piccolo paese della Val di Susa. A trafugarla a scopo di estorsione, era stata una banda di dilettanti, ’acciuffatà proprio grazie a un passo falso commesso dal ’telefonistà del gruppo che aveva usato più volte la stessa cabina (ormai individuata dagli agenti) per chiedere il riscatto, 7 miliardi e mezzo di lire.