Dietro front alla Camera: niente più pellegrinaggio Al lavoro il 6 settembre

<strong><a href="/interni/laula_ferie_fino_12_settembre_gli_onorevoli_vanno_pellegrinaggio/02-08-2011/articolo-id=538194-page=0-comments=1" target="_blank">Gli onorevoli in pellegrinaggio fino al 12 settembre</a></strong>. Una decisione che aveva scatenato non poche polemiche. Così la conferenza dei capigruppo ha deciso di anticipare la ripresa dopo la pausa estiva

Roma - Niente più pellegrinaggio per i deputati. E' stata anticipata la ripresa dei lavori parlamentari della Camera dopo la pausa estiva: le commissioni torneranno a riunirsi da lunedì 29 Agosto, l’aula da lunedì 5 Settembre. A deciderlo è stata la Conferenza dei capigruppo riunita dal presidente della Camera Gianfranco Fini dopo le sollecitazioni ad accorciare le vacanze, successive al calendario varato solo ieri sempre dalla Conferenza dei Capigruppo.

La Camera si accorcia le vacanze La riduzione della pausa estiva decisa oggi è di una settimana esatta: ieri era stata decisa la ripresa delle commissioni lunedì 5 Settembre e quella dei lavori d’aula lunedì 12 Settembre. Ad ogni modo, Fini ha fatto sapere che è "pronto a una convocazione ad horas della Camera in qualsiasi momento, anche a Ferragosto". I deputati potranno, infatti, essere richiamati dalle vacanze, nel caso in cui il governo dovesse approvare provvedimenti urgenti. "Anche se in effetti oggi non abbiamo smaltito tutto, tutto a me non risulta che ci sia l’ipotesi di un altro Consiglio dei ministri ad agosto - ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa - so che ad agosto i ministri sono tutti allertati vista la situazione politica. Non perchè qualcuno li abbia precettati, ma tutti autonomamente hanno deciso di rendersi reperibili, andando in luoghi da cui si può tornare in meno di un’ora di volo". "Da quello che so - ha concludo il titolare della Difesa - nessuno di noi va in vacanza fuori dalla zona euro".