Ditta conciaria: evasione per 19 milioni di euro

Secondo l'accusa, i titolari dell'impresa, la Gherber spa, nascondevano i guadagni al fisco italiano e depositavano il denaro in banche ubicate nei paradisi fiscali di Belize, Bahamas, Svizzera, Lussemburgo, Principato di Monaco

Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Vicenza ha accertato un'evasione fiscale e contributiva da parte di una società conciaria di Arzignano (Vicenza) per circa 19 milioni di euro. Le fiamme Gialle, che si sono avvalse della collaborazione dell' amministrazione finanziaria del Granducato del Lussemburgo, hanno denunciato quattro persone per reati fiscali, violazioni penali connesse allo sfruttamento della manodopera irregolare e violazioni valutarie.
Secondo l'accusa, i titolari dell'impresa, la Gherber spa, nascondevano i guadagni al fisco italiano e depositavano il denaro in banche ubicate nei paradisi fiscali di Belize, Bahamas, Svizzera, Lussemburgo, Principato di Monaco attraverso una società lussemburghese controllata da una società fiduciaria inglese. L'indagine è cominciata quando è emerso che l'azienda, con un volume d'affari dichiarato di oltre 30 milioni di Euro, era stata ceduta ad una società lussemburghese - la Leather International - allo scopo di evadere le tasse.
Una sessantina, tra l'altro, i dipendenti risultati irregolari, per i quali sono scattati gli accertamenti della Direzione provinciale del lavoro.