Donne: italiane eleganti ma ancora troppo inibite

Le donne del Belpaese sono le più affascinanti ma si piazzano all'ultimo posto per libertà sessuale, è quanto emerge da una ricerca di Meetic, il sito europeo di incontri on line

Milano - Italia, patria delle belle donne, del buon cibo e dello stile.
E questo, più o menoo, si sa. Ma che le donne italiane oltre a essere le più affscinanti, siano anche le più inibite, questa è una novità.

Le donne teutoniche sono le più atletiche Alle Olimpiadi della femminilità ce n’è per tutti i gusti: le più atletiche sono, quasi all’unanimità, le tedesche, le più colte le francesi e le più spiritose, chissà perché, le spagnole. È quanto emerge dalla ricerca dell’Osservatorio sull’amore by Meetic, il più importante sito europeo di incontri online (www.meetic.it), che ha condotto una ricerca nei 5 maggiori paesi europei (Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia e Spagna) intervistando oltre 5.000 persone, uomini e donne, di età compresa tra i 18 e i 64 anni. “Con questa ricerca abbiamo cercato di capire come sta cambiando l’immaginario relativo alla donna in Europa, spiega Maurizio Zorzetto, responsabile italiano di Meetic, soprattutto alla luce dei cambiamenti dei comportamenti amorosi, primo fra tutti il ricorso a Internet e al dating online, che non è più un argomento tabù ma è entrato a far parte della normalità nella ricerca dell’anima gemella”.

Le italiane sono fashion
Insomma, le donne nell'immaginario europeo sono varie e in alcuni casi sorprendenti. Trentaquattro intervistati su cento vistati le considerano le italiane le affascinanti in assoluto (davanti alle spagnole -27%- e alle francesi -22%-), mentre ben il 41% ritiene le donne del Belpaese le più fashion (qui le francesi si piazzano, di poco, seconde col 38% e ben distanziate le spagnole con appena il 10%). Le peggio vestite d’Europa sono considerate invece le tedesche. Solo il 4% degli intervistati, infatti, ritiene le compatriote della signora Merkel dei modelli di eleganza.

In fondo alla lista della libertà sessuale Venendo alle bocciature, ecco le sorprese: in tema di libertà sessuale le francesi si piazzano al primo posto (26%), davanti alle tedesche (22%) e alle inglesi (20%). Le italiane sono all’ultimo posto: se si esclude il risicato 15% che la pensa diversamente, il restante 85% le ritiene in qualche maniera più o meno “problematiche” dal punto di vista sessuale. Semi-bocciatura anche in quanto a cultura. Qui le francesi si prendono un’altra piccola rivincita: per il 38% degli europei sono loro le donne più colte, davanti al 22% delle tedesche e al 15% di inglesi e italiane a pari merito.

La Spagna è la patria delle donne più educate
Ci rifacciamo a fatica nella categoria “gentilezza” dove vincono le spagnole (35%) e le italiane si piazzano ad un onorevole secondo posto (24%). Le spagnole trionfano anche, chissà perché, con il loro senso dell’umorismo: 31% delle preferenze contro il 26% delle inglesi e il 19% delle italiane.

Inglesi e tedesche fanalini di coda Dalla ricerca di Meetic A uscirne peggio sono le donne inglesi e le donne tedesche. Le prime rimediano primeggiando in quanto a modernità. Per il 26% degli intervistati le suddite di Sua Maestà in fatto di tendenze e novità sono indubbiamente più avanti delle altre. Le tedesche si rifanno in quanto a sportività. Ben il 51% degli intervistati le ritiene le donne più atletiche e in forma d’Europa. Le italiane qui tornano buone ultime, con buona pace delle nostre campionesse di Pechino.

Meeetic crea l'Osservatorio sull'amore
L'Osservatorio sull'Amore pone queste tematiche al centro delle proprie ricerche. Il progetto ideato da Meetic.it, azienda leader in Europa del dating on line, è stato lanciato in 5 paesi europei (Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna) si basa da un lato su un campione rappresentativo di popolazione di ciascun paese e dall’altro sulla propria comunità di single iscritti a Meetic. In sei anni Meetic ha cambiato le regole dell’amore e trasformato il concetto del dating on line, che da tabù è diventato una normale modalità di conoscenza entrata a far parte del quotidiano.