E adesso il Male di Vauroscippa pure la sedealla Democrazia Cristiana

La redazione della rivista satirica trasloca da una cantina e si sposta a piazza del Gesù, dove fino al '94 c'era il partito più bersagliato dai suoi vignettisti

Un tempo c'era la Dc, ora c'è il Male. A Piazza del Gesù, lo storico edificio Cenci-Bolognetti - sede della Democrazia Cristiana fino al 1994 - adesso è diventato il quartier generale della rivista satirica di Vincino e Vauro. Un cambio della guardia rivoluzionario, per certi versi blasfemo e controcorrente.

Nelle stanze in cui ha vissuto uno dei padri fondatore della Repubblica come Alcide De Gasperi e dove per un cinquantennio i maggiorenti dello scudo crociato hanno governato l'Italia e mosso le fila del Paese, adesso si aggireranno quegli irriverenti e scalmanati di Vauro e di Vincino, pronti a sparare ad alzo zero contro ogni politico italiano. 

La fondazione proprietaria dello stabile ha affidato le storiche mura alla rivista settimanale, riedizione di quella che tra gli anni '70 e '80 non si preoccupava di deridere e sbertucciare esponenti democristiani, obiettivi principali e prediletti.  Insomma, oltre il danno la beffa. Per la Dc.

Un vero e proprio salto di qualità invece per il Male, dal momento che fino all'autunno scorso il lavoro redazionale veniva svolto in una cantina. Dal seminterrato all'ex storica sede della Dc

Insomma, se la vecchia sede delle Botteghe Oscure si è piegata pochi anni fa al subentro di uffici finanziari come la Ernst & Young, non può stupire che quella della Dc sia passata (in locazione naturalmente) al Male. Certo però, pensare che decenni fa tra quelle mura lavorava gente come De Gasperi, Moro, Fanfani e Andreotti e adesso c'è Vauro viene un po' da storcere il naso. Sic transit gloria mundi.