E dire che dicembre è stato il più caldo

Nell’immaginario collettivo, la parola «dicembre» è indissolubilmente legata al freddo e alla neve: freddo e neve che quest’anno, nella nostra città, non si sono fatti vedere per tutto dicembre, dal momento che la temperatura minima è oscillata tra i 7 e gli 11 gradi (escludendo i 4 gradi a cui è scesa nel breve periodo che intercorre tra il 15 e il 19 a causa di una discesa di aria fredda da nord). Anche le temperature massime si sono mantenute piuttosto alte, intorno ai 14 gradi dall’inizio del mese fino al 14 per scendere drasticamente intorno ai 7 gradi nei cinque giorni di cui abbiamo già parlato, ma risalendo subito dopo dal 20 al 31 con una media di 11 gradi; la temperatura estrema massima del mese è stata di 16 gradi nei giorni 2, 5, 6, 8 e la media si è attestata a 11,8. Date queste condizioni, non può meravigliare che il dicembre 2007 occupi il secondo posto negli ultimi 60 anni per alte temperature, preceduto per pochi decimi di grado, dal 2006 con 12,5 e seguito dal 2004 con 11,1. La differenza con il lontano passato è davvero abissale se pensiamo che nel 1968 (che occupa l’ultimo posto in classifica) la media è stata di 3,5. Agli scienziati l’ardua sentenza di confermare o respingere la teoria dell’effetto serra. Parlando ora delle precipitazioni, a dicembre sono caduti in tutto 10 millimetri (il giorno 28), quantità irrisoria se pensiamo che la media mensile negli ultimi 40 anni risulta di 100 millimetri.
*meteorologo