«Ecco la legge per una scuola più liberale»

Roma. Due proposte di legge di riforma del sistema dell’istruzione in Italia si pongono come obiettivo quello di «innovare il sistema dell’istruzione secondo un’ottica liberale e riformatrice in nome dell’autonomia degli istituti di formazione, istruzione e ricerca». Si tratta di due progetti presentati ieri da Forza Italia, che hanno l’obiettivo di attribuire allo Stato un ruolo chiaro e limitato. «Il sistema universitario ha bisogno di un rinnovamento radicale - sostiene Gaetano Quagliariello, promotore della legge - che aiuti l’università italiana ad affrontare la concorrenza a livello internazionale. Il ddl giunge a prevedere l’abolizione del valore legale del titolo di studio». Al centro del pdl il rispetto dell’autonomia degli istituti che si realizza solo attraverso la libera scelta educativa delle famiglie; la libera scelta delle scuole, nel reperire risorse e selezionare docenti; la definizione di un nuovo stato giuridico dei docenti e nuove modalità di formazione, reclutamento e carriera.