Ecco la vendetta per la morte di Osama: «A pagare sarà Harry d'Inghilterra»

Secondo quanto scrive il domenicale «News of The World», che ha intercettato sulla rete un video opera di un gruppo jihadista, l'obiettivo numero uno degli estremisti islamici sarebbe il secondogenito di Carlo e Diana. Che hanno già simulato la sua morte in un video

Il principe Harry, terzo in linea di successione al trono, è diventato l'obiettivo numero 1 degli estremisti islamici per vendicare la morte di Osama bin Laden.
È quanto riporta il domenicale «News of The World» che ha intercettato sulla rete un video opera del gruppo jihadista «Musulmani contro i crociatì» in cui simulano la morte di Harry: capitano del reggimento dei Blues and Royal delle guardie a cavallo della Regina, nel 2007 ha combattuto segretamente in prima linea in Afghanistan. Il gruppo, che venerdì ha tentato di assaltare l'ambasciata Usa a Londra, ha ricordato non solo l'impegno militare di Harry ma anche lo scandalo di quando fu immortalato in una divisa nazista con tanto di svastica al braccio e il video in cui irrideva un commilitone chiamandolo «paki», appellativo spregiativo utilizzato per rivolgersi alle persone con tratti indo-asiatici. Proprio prima di partire per l'Iraq secondo quanto scriveva il «Sun», Al Qaida annunciò intenzione di rapire e uccidere il principe Harry del Galles.
E già sei anni fa Ayman al Zawahri, numero due di Al Qaeda aveva definito in un video la regina Elisabetta II d'Inghilterra «uno dei più aspri nemici dell'Islam» e due anni dopo tornò alla carica per il titolo di baronetto assegnato allo scrittore anglo-indiano Salman Rushdie. «Dico a Elisabetta e a Blair che il vostro messaggio ci ha raggiunti e stiamo preparando per voi una risposta puntuale». Mai come adesso quindi: Dio salvi la Regina...