Affitto, la tinteggiatura alla fine della locazione non è mai dovuta

Lo ha deciso la Cassazione, che ha specificato come debbano ritenersi nulle tutte le clausole che creino vantaggi extra canone d'affitto

A fine locazione l’inquilino di un immobile non è obbligato a eliminare le "conseguenze del deterioramento" provocate dall’uso dello stesso.

In altre parole, come sottolinea Il Sole 24 Ore, il proprietario non può pretendere che l’inquilino, al termine del contratto di locazione, rimetta la casa a nuovo, ad esempio ritingendone le pareti eventualmente rovinate. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, che con la sentenza 29329/2019 ha così sciolto una volta per tutte il nodo rappresentato dalla fine locazione, spesso specificata all’interno del contratto, talvolta pretesa dal locatore anche se non scritta da nessuna parte.

Nel ricordare come la tinteggiatura a fine locazione non sia mai dovuta, la Cassazione ha citato un precedente risalente al 2013, in cui si stabilisce che il canone d’affitto è l’unico compenso previsto nel contratto che può essere trattato. Nella sentenza si legge che “la clausola che obbliga il conduttore a eliminare, al termine del rapporto, le conseguenze del deterioramento subito dalla cosa locata per il suo normale uso (nella specie ponendo a suo carico la spesa per la tinteggiatura delle pareti) deve considerarsi nulla, ai sensi dell’art. 79 della stessa legge 392/78 perché, addossando al conduttore una spesa di ordinaria manutenzione che la legge impone, di regola, a carico del locatore, attribuisce a quest’ultimo un vantaggio in aggiunta al canone, unico corrispettivo lecitamente pattuibile a carico del conduttore”.

La decisione della Cassazione

Qualora il proprietario di un immobile obbligasse l’inquilino, a fine locazione, a ritingere le pareti, otterrebbe un vantaggio extra-canone. Ebbene, la Cassazione ha imposto lo stop a questo tipo di vantaggi, anche se sottoscritti con altri patti. Certo, la casa dovrà essere riconsegnata al legittimo proprietario in uno stato commisurato alla durata della locazione, e presumibilmente in uno stato accettabile e quanto più vicino al primo giorno di locazione. Ma il proprietario non può comunque pretendere che l’immobile sia completamente rimesso a nuovo dall’inquilino al termine della locazione. Nel caso in cui dovessero rendersi necessari lavori di rimaneggiamento, come ad esempio verniciare le pareti, il proprietario dovrà rimboccarsi le maniche e fare tutto da solo.

Per anni la questione della tinteggiatura dell’appartamento al termine del contratto di locazione non era disciplinato da alcuna norma legislativa specifica. Fin qui era previsto che il locatore dovesse consegnare l’immobile in "buono stato manutentivo" affinché potesse essere mantenuto "idoneo all’uso convenuto". Ma da ora in avanti il locatore non potrà più obbligare o pretendere gli inquilini a eliminare le conseguenze del deterioramento.

Commenti

Ernestinho

Gio, 14/11/2019 - 11:38

Tutto contro i proprietari!

Ernestinho

Gio, 14/11/2019 - 11:39

Dagli ai proprietari!

corto lirazza

Gio, 14/11/2019 - 12:19

Naturalmente è facilissimo valutare lo stato d'uso, per cui l'inqulino può fare tutto ciò che vuole. Risultato, riduzione del numero degli appartamenti offerti in affitto.

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 14/11/2019 - 12:28

hihihihihihi Gli affittuari rimangono in bolletta..

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Gio, 14/11/2019 - 12:39

Sembrerebbe che in Cassazione nessuno abbia immobili dati in affitto, anzi... comunque nessun problema, basta aumentare il canone di quel tanto necessario a compensare le spese indispensabili per il ripristino dell'appartamento (perché dovrei affittare a canone onesto e rimetterci le tasse e anche qualche migliaio di euro extra?), oltre al relativo, implicito, aumento della tassazione... chi ci rimetterà sarà l'inquilino, e di questi tempi, nei quali gli appartamenti in affitto (non i pollai) sono così rari...

antonmessina

Gio, 14/11/2019 - 12:40

altro colpo contro i proprietari di case VERGOGNA

ziobeppe1951

Gio, 14/11/2019 - 13:16

Ho fatto mettere nero su bianco che me lo devono ritinteggiare....

adal46

Gio, 14/11/2019 - 13:32

Da inquilino dico che mi sembra ovvio che se la casa è consegnata pulita e pitturata, dal conduttore vada riconsegnata alla medesima stregua.

Blueray

Gio, 14/11/2019 - 13:49

Io affitto così come sta. Se uno vuole tutto perfetto puoi star sicuro che dopo 1-2 anni va via e trovi disastri, compresi chiodi dappertutto e buchi per tasselli di ogni tipo. Se invece uno ha in mente di rimanere fino a fine contratto accetta comunque e se lo sistema da solo. Se non gli va bene la clausola come visto e piaciuto se lo va a cercare da un'altra parte.

cir

Gio, 14/11/2019 - 15:13

ziobeppe1951 Gio, 14/11/2019 - 13:16 : accettabile solo se l' hai consegnato tinteggiato di fresco.

Ernestinho

Gio, 14/11/2019 - 15:20

Allora l'inquilino può fare quello che vuole,. Anche distruggere l'abitazione! Povera italia!

Ernestinho

Gio, 14/11/2019 - 15:32

Da mettere in evidenza che anche i cosiddetti "servizi comunali" (!!!!) sono a carico dei proprietari. Come se ad usufruire del verde ed altre sciocchezze fossero soltanto loro. Che vergogna !

01Claude45

Gio, 14/11/2019 - 16:21

CONFERMA che a 65 anni TUTTI DEVONO ESSERE PENSIONATI, poiché il CERVELLO SGARRA. Comunque, visto che la IMU, Tasi e Tari saranno a carico del LOCATORE, aumenti l'affitto per 200 €/mese. Se lo STATO ti aumenta la tassazione, tu aumenti il canone. Saranno gli INQUILINI che, con i FORCONI IN CERCA DEI POLITICI, RIDIMENSIONERANNO GLI AFFITTI E I DIRITTI/DOVERI.

daino

Gio, 14/11/2019 - 17:12

ma chi sono questi qua' della cassazione?? quali competenze hanno acquisito nella loro vita?? roba da matti...!! ogni giorno tirano fuori una nuova cavolata...

scaruglia

Gio, 14/11/2019 - 19:56

Meglio tenere l'appartamento vuoto e non affittare a nessuno. Anche se costa spero che tutti facciano come me

Massimo Bernieri

Ven, 15/11/2019 - 14:32

Continuate ad acquistare seconde case per qualsiasi uso:vacanza o affitto perché il mattone non tradisce(lo stato e l'affittuario SI)