Alitalia, Air France azzera il valore delle azioni in bilancio

Air France-Klm ha deciso di deprezzare interamente la propria partecipazione nella compagnia di bandiera italiana: "Le attuali incertezze pesano sulla situazione"

Per i francesi Alitalia vale zero. Tondo, tondo. Air France-Klm ha, infatti, deciso di deprezzare interamente la propria partecipazione nella compagnia di bandiera italiana. La decisione, comunicata nella relazione sui conti trimestrali del vettore franco-olandese, è stata presa tenendo conto delle "incertezze attuali che pesano sulla situazione" di Alitalia e a seguito del via libera dei soci all’aumento di capitale da 300 milioni di euro. Air France-Klm ha iscritto a bilancio una cifra di 202 milioni a coperura delle perdite di sua competenza e a titolo di accantonamento sulla svalutazione della partecipazione.

Le voci sul futuro di Alitalia si rincorrono all'impazzata. Confermando la continuità dei voli, la compagnia ha diffidato chiunque dal diffondere notizie allarmanti e nocive per la società ricordando che l’aumento di capitale in corso per 300 milioni di euro è già stato versato per 130 milioni ed è garantito da Poste italiane e dalle due principale banche del Paese (Intesa Sanpaolo e UniCredit). Una batosta arriva, tuttavia, dalla Francia. Considerata "l’incertezza della situazione", Air France-Klm ha deciso di "svalutare totalmente il valore delle azioni detenute". La decisione è stata presa proprio dopo il consiglio di amministrazione del 14 ottobre che ha approvato l’aumento di capitale da 300 milioni di euro. A fronte di questa decisione, la società franco-olandese ha registrato "la sua quota parte nelle perdite di Alitalia e una previsione di minusvalenza" per un montante totale di 202 milioni di euro nella linea di bilancio "Quota di profitti/perdite di associati". "Se Air France dovesse decidere di chiamarsi fuori - ha spiegato il ministro ai Trasporti, Maurizio Lupi - è evidente che un partner internazionale forte va trovato".

"Il deprezzamento della nostra  partecipazione rappresenta 120 milioni di euro di impatto negativo sull’utile netto del gruppo nel terzo trimestre", ha spiegato il chief financial officer di Air France-Klm, Philippe Calavia. Da luglio a settembre Air France-Klm ha registrato un reddito operativo di 634 milioni di euro, contro i 491 milioni dello stesso periodo del 2012, ma l’utile netto è sceso a 144 milioni di euro, contro i 296 milioni dello scorso anno. Un risultato dovuto anche all’"importo negativo per 137 milioni di euro quale quota nei risultati e svalutazione del valore residuo dei titoli Alitalia". La società franco-olandese, che detiene il 25% del capitale dell'aviolinea italiana, ha fino a metà novembre per decidere se sottoscrivere o meno l’aumento di capitale deciso dall’azienda italiana. Durante la presentazione agli analisti dei risultati trimestrali, l'ad Alexandre de Juniac ha posto "condizioni molto strette" e "chiare fin dall’inizio" per aiutare Alitalia. Condizioni che, e se non saranno accettate, "non avrà un approccio positivo" alla partecipazione all’aumento di capitale.

Commenti

mister_B

Gio, 31/10/2013 - 09:42

e un grazie a Silvio qui ci sta tutto. Grazie Statista!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 31/10/2013 - 09:45

Alitalia, Air France azzera il valore delle azioni in bilancio. Fatelo sapere al vostro datore di lavoro , lui che con il salvataggio di Alitalia ha vinto le elezioni nel 2008 , adesso se la compri lui che è il più grande imprenditore dell'universo.

MagoGi

Gio, 31/10/2013 - 09:48

Siamo riusciti a fregarli una volta, e siamo stati "furbi" noi, per fregarli la seconda dovevano essere sciocchi loro.

giovauriem

Gio, 31/10/2013 - 09:49

la trattativa tra alitalia e airfrance la facciano la camusso e landini,loro sanno come si fa a far fallire le aziende

MenteLibera65

Gio, 31/10/2013 - 09:49

La nuova Alitalia: un altro capolavoro di Silvio Berlusconi. Come accollare agli italiani (a quelli che pagano le tasse ovviamente) 3 miliardi di euro di passivo, come perdere centinaia di posti di lavoro, come regalare la parte buona ad amici incompetenti ed incapaci di fare un piano industriale serio, come ritrovarsi dopo qualche anno con una Alitalia di nuovo al collasso e come stupirsi che AirFrance (che anni fa avrebbe pagato fior di miliardi per averla) ora si sia messa sulla riva del fiume in attesa che la compagnia gli venga , di fatto, regalata. Complimenti a Silvio, e complimenti ai campioni di economia e di strategie conomche e politiche che commentano su questo giornale . Primo invio.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 31/10/2013 - 09:50

Ma non era stata salvata da Berlusconi???? Anche questa sembra la resa dei conti da quanto da lui operato

Mario-64

Gio, 31/10/2013 - 09:50

Bene , gli avvoltoi franco-olandesi vadano a svolazzare altrove. Se sono state risanate le poste e le ferrovie ,riportandole in utile ,qualunque cosa e' possibile. Adesso un manager capace ,i sindacati in un angolo e un partner extraeruopeo.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 31/10/2013 - 09:50

Ma non era stata salvata da Berlusconi???? Anche questa sembra la resa dei conti da quanto da lui operato

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 31/10/2013 - 09:50

TUTTA L'ITALIA VALE ZERO MA..... DOMANI GIOCA BALOTELLI ?..... QUESTO INTERESSA AGLI ITALIANI

Ritratto di KappaGi

KappaGi

Gio, 31/10/2013 - 09:56

Ho letto un paio di settimane fa della disponibilità ad esaminare un'offerta proveniente da Alitalia da parte del fondo sovrano di Abu Dhabi (EAU) proprietario anche della locale linea aerea Ethiad. Perché Alitalia (ed il governo italiano) non ha preso in considerazione questa possibilità invece di coinvolgere Poste Italiane ? Conoscendo bene la zona dei Paesi del Golfo ed i loro progetti di sviluppo per i prossimi anni considero stupefacente il silenzio anche dei giornali su questa opportunità.

Nik88nk

Gio, 31/10/2013 - 09:58

Altro trionfo di B. che la volle tenere italiana a tutti i costi quando ancora valeva qualcosa. Ora quanto ci costerà salvarla? Quanto costerà alle famiglie dei dipendenti se non viene salvata? Come al solito l'operazione fu una delle tante porcate elettorali per cercare di fregare più gente possibile con la bandiera dell' "italianità". Ma le leggi di mercato dell'italianità se ne sbattono e questa ne è solo l'ennesima dimostrazione. Ancora grazie B., ed ancora grazie elettori di B.

GattoBrina

Gio, 31/10/2013 - 09:59

Diciamo che questo fu il più grave errore di Berlusconi in economia ( parole espresse più volte anche dal vostro bravo giornalista Porro )

Totonno58

Gio, 31/10/2013 - 10:06

Peccato che berlusconi si sia fatto beccare così tardi nelle sue "bravate"(chiamiamole così...)...avremmo risparmiato milioni di euro per la clamorosa bufala della cordata, della bandierina e Alitalia sui sarebbe messa a posto con i francesi....

lfaccio

Gio, 31/10/2013 - 10:07

una buona notizia, cui spero segua il disimpegno immediato dalla compagine azionaria. In queste condizioni l'unica scelta sensata per Alitalia e' portare i libri contabili in tribunale e chiudere la baracca una volta per tutte, ormai sappiamo per certo che gli straccioni che si definiscono classe imprenditoriale non hanno ne' volonta' ne' risorse ne' visione per mantenere in piedi una impresa di valore nazionale. Spererei poi, ma qui siamo nella fantascienza e me ne rendo perfettamente conto, che venisse affidato ad una compagnia asiatica o mediorientale lo sviluppo del traffico aereo nel nostro paese, e finalmente rompere le uova nel paniere dei due grandi monopolisti continentali, Lufthansa ed Air France/KLM: piu' perdono i privilegi che gli sono stati elargiti dalla EU, piu' saranno costretti a cacciare personale e perdere soldi, e meglio sara' per l'Italia e per il continente intero.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 31/10/2013 - 10:07

ma come mai sono tutti cattivi contro l'Italia? Allora non è la culona tedesca solo ci sono altre culone?

rokko

Gio, 31/10/2013 - 10:08

Hanno perfettamente ragione, perché dovrebbero aumentare la propria quota in una società gestita in modo fallimentare da altri ? L'unica cosa che ormai si può fare di Alitalia è lasciare che fallisca, approfittando quindi dell'assenza di una compagnia di bandiera per aprire completamente il mercato alla concorrenza. L'avessimo fatto nel 2008 avremmo risparmiato (solo di spesa pubblica corrente, senza contare il mancato introito del mancato sviluppo del settore) circa 6-7 miliardi, ed ora ci sarebbe ancora Airone, ma pazienza, Berlusconi voleva giochicchiare e l'abbiamo accontentato. Ora facciamo sul serio, please.

Totonno58

Gio, 31/10/2013 - 10:08

Peccato che berlusconi si sia fatto beccare così tardi nelle sue "bravate" (chiamiamole così per amor di patria...)...avremmo risparmiato un sacco di soldi buttati per le bufale della cordata, della bandiera...ed Alitalia si sarebbe assestata con i francesi a suo tempo...GRAZIE SILVIO!!:):)

curatola

Gio, 31/10/2013 - 10:09

non si può avere sia efficienza e competività ed essere di fatto nelle mani dei politici italiani. Idem per la rai e per le municipalizzate e le banche e la sanità e la scuola.... altro che libero mercato,siamo nel semistatalismo truccato da liberismo,un papocchio che ci chiude all'economia europea e non solo europea.

maxvinella

Gio, 31/10/2013 - 10:11

Capitani coraggiosi. Sergio Rame fai un bell'articolo su quello che è successo nel 2008 con il governo di Silvio. Butta il cuore oltre l'ostacolo. Un roba tipo la casa del cognato di fini. Dai Sergio!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 31/10/2013 - 10:12

Finalmente qualcuno che parla chiaro!Un'Azienda che da tanti anni non divide nessun utile,campa con aiuti vari,fa solo debiti,cosa vale?Perchè uno dovrebbe metterci dei soldi?Dove sono le prospettive di guadagno?

Boxster65

Gio, 31/10/2013 - 10:13

Ma quale nuova tegola su Alitalia, direi piuttosto nuova tegola sugli Italiani perchè ci sarà qualche indegno politico che per salvare questo cesso di compagnia aerea caricherà un'altro balzello (che so ne dico una a caso che sarà quella giusta, ovvero un bell'aumento delle accise sulla benzina di ics centesimi al litro) per un altro bell'aumento di capitale che verrà delapidato nel giro di pochi mesi da questo orrendo buco nero clientelare. Il tutto per fare in modo che il politico di turno possa continuare a dotare la compagnia di tratte redditizie (tipo la Pescara - Zurigo di Razzi e la Savona - Roma di Scajola). Smettiamola una volta per tutte, una compagnia di bandiera NON ci serve!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 31/10/2013 - 10:13

leggete bene non è che lo dico io,e neppure i mangiacrauti lo dicono.

Klotz1960

Gio, 31/10/2013 - 10:18

Ora mancano solo le analisi tecnico finanziarie dei cretini di turno, che non afferrano che si tratta di pura vendetta.

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 10:20

che la francia si levi di mezzo non e' altro che una buona notizia!!! la sordida francia... che ha scatenato la guerra contro gheddafi per tutelare i suoi interessi petroliferi contro l'italia che grazie a Berlusconi aveva stipulato ottimi contratti con gheddafi, questa francia continua il suo gioco killer contro questo paese reo di avere troppi punti di vantaggio su di lei!!! compriamoci le azioni airfrance-klm visto che valgono zero... buttiamo fuori colaninno ladro ed amico di prodi... quindi DISTRUTTORE come lui e ripartiamo con L'ITALIA LIBERA............

milo del monte

Gio, 31/10/2013 - 10:24

Ringraziamo Berlusconi per questo bel regalo....paghi di tqsca sua ora..

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 31/10/2013 - 10:30

Sono già stati spesi troppi soldi pubblici per salvare Alitalia. Lasciamola fallire a andare in liquidazione, qualcuno rileverà la compagnia di bandiera, probabilmente KLM-AirFrance che non aspetta altro che comprare Alitalia a prezzo di svendita.

Mario-64

Gio, 31/10/2013 - 10:31

A tutti gli "economisti" che scrivono qui ,vorrei ricordare che Letta sta facendo esattamente la stessa cosa che fece Berlusconi nel 2008: coinvolgere soggetti italiani dopo aver preso atto che i francesi vogliono solo papparsi la clientela del nord Italia e ridurre la nostra compagnia ai minimi termini. Il che non e' accettabile. Poi se tutti costoro nel 2008 sapevano che avevamo davanti la piu' grossa crisi del dopoguerra ,complimenti ,saranno discendenti di Nostradamus..

m.m.f

Gio, 31/10/2013 - 10:31

Hanno ragione! ALITALIA COMNE L'80 DELLE AZIENDE ITALIANE PRIVATE-STATALI E PARASTATLI NON VALE NULLA! ABBIAMO LA PIU' ALTA COLLEZIONE IN EUROPA DI AZIENDE SOTTOCAPITALIZZATE,SCATOLE VUOTE PIENE SOLO DI DEBTI,POI HANNO IL CORAGGIO DI DIRE CHE LE BANCHE NON LE SOSTENGONO..............

MenteLibera65

Gio, 31/10/2013 - 10:33

GattoBrina : Non è stato un errore, è stato un modo per vincere le elezioni prendendo in giro gli italiani come te. Qui di Bravi giornalisti non ce ne sono, ci sono solo servi sciocchi, che se vole dicono qualcosa di giusto è solo per dare la sensazione di essere autonomi, quando invece sono solo subdoli. Berlusconi non ha alcuna considerazione per le esigenze reali dell'italia, per lui la politica è solo un immenso gioco dove si deve vincere costi quel che costi, facendo una campagna elettorale perenne e non prendendo mai decisioni vere. Ma voi, che lo avete votato per anni, ma quando chiederete scusa a tutti gli altri italiani e soprattuto ai giovani nostri (e vostri) figli , che si ritrovano con una nazione in decandenza e devono prendere due lauree per lavorare in un call center ? primo invio.

ilfatto

Gio, 31/10/2013 - 10:33

un grazie al "caro (ex) leader" tanto chi paga si sa, sono e saranno sempre i soliti noti, speriamo che arrivi qualche compagnia (abu Dhabi) che si accolli sto carrozzone prima che vada tutto a pu...ne anche se la vedo alquanto brutta..ma il "caro (ex) leader" almeno per questo un mea culpa riesce a farlo? NO, di sicuro NO, il suo EGO è cos' spropositato che la colpa è sempre degli altri...ma mi raccomando pdellioti continuate inde-fessi a seguirlo..mi sembrate i topi del pifferaio, solo che il problema qui è che vi state portandio dietro anche i topi che la musica NON l'hanno mai sentita

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 10:33

finche' l'italia sara' cialtrona.... nulla si potra' salvare del piu' bel paese del mondo!!! Berlusconi aveva salvato alitalia ed aveva fatto bene.... ma come ho gia' scritto... il manager COLANINNO amichetto di tal prodi SFASCIA ITALIA, sta lavorando alacremente per distruggere anche questa!! il buonismo di non licenziare facchini ladri colti sul fatto... il permettere scioperi selvaggi.. in momenti nei quali occorrerebbe unita' forza e compattezza e lavorare per battere la concorrenza e non perdere il posto di lavoro... dimostra quanto gli italiani servi dei sindacati non valgano nulla!!! L'italia si potra' riprendere solo quando avra' un popolo orgoglioso che difendera' il suo paese senza se e senza ma...... ma e' un sogno... gli italioti sono uniti solo quando gioca la nazionale... tutto il resto e' MUFFA

steali

Gio, 31/10/2013 - 10:39

Alitalia italiana...... Il grande capolavoro del super statista b. e del mancato nobel b.!!!!!!

Ritratto di Gio47

Gio47

Gio, 31/10/2013 - 10:42

a parte i sinistri che aspettano una raccomandazione, come sempre, ma nessuno chiede come mai i dirigenti Alitalia prendono un sacco di soldi al mese solo per farla fallire, ho sempre detto che una volta rifatta la compagnia (CAI) bisognava buttare a mare anche quei dirigenti che non sanno far funzionare e pportare a pari nemmeno un bilancio familiare, come mai Ryanair che aveva meno personale di terra e di volo funziona benissimo? in pochi anni è passata dallo ZERO assoluto a trasportare più di 40 milioni di passeggeri, nessuno si chiede come mai tanti lavoratori nullafacenti e zero risultati? sarebbe ora di avere più rispetto dei passeggeri paganti, che poi tutti dovrebbero essere paganti. Forza sinistri continuate pure ad insultare e sfottere, ma l'Alfa Romeo non vi dice niente? Forza Silvio, il popolo è con te non coi merdosi sinistri arraffa lauti stipendi.

Ritratto di Gio47

Gio47

Gio, 31/10/2013 - 10:45

x flordluna, anche il re Giorgio ha forzato la mano al governo Italiano per combattere Gheddafi, ne stiamo pagando le conseguenze al comunista bombarolo

ugsirio

Gio, 31/10/2013 - 10:47

Disinformati ringraziate Colaninno, il grande imprenditore, il cui figlio milita nel PD

ilfatto

Gio, 31/10/2013 - 10:48

un grazie al "caro (ex) leader" tanto chi paga si sa, sono e saranno sempre i soliti noti, speriamo che arrivi qualche compagnia (abu Dhabi) che si accolli sto carrozzone prima che vada tutto a pu...ne anche se la vedo alquanto brutta..ma il "caro (ex) leader" almeno per questo un mea culpa riesce a farlo? NO, di sicuro NO, il suo EGO è cos' spropositato che la colpa è sempre degli altri...ma mi raccomando pdellioti continuate inde-fessi a seguirlo..mi sembrate i topi del pifferaio, solo che il problema qui è che vi state portandio dietro anche i topi che la musica NON l'hanno mai sentita

Holmert

Gio, 31/10/2013 - 10:50

Alcuni commenti dettati da livore sempre contro una sola persona, che ha creduto nell'Italia e negli italiani. Mal gliene incolse. Ma costoro che ce l'hanno tanto con Berlusconi, si sono mai chiesti ,come mai la Francia (Air France) compra l'Italia(Alitalia) e l'Italia vende? Una volta si diceva : bisogna risalire a monte, erano i tempi del famoso 68,formidabili quegli anni, come dice Capanna, tutti risalivano a monte e la colpa era sempre degli altri, in particolare della società, astratta ed impersonale. Una colpa impersonale. Ora tutto il disastro cui assistiamo è colpa di Berlusconi, non è più impersonale. Vi siete mai chiesti del perché la Francia ha comprato molto della nostra fashion(Gucci,Valentino etc) ha comprato Cademartori, Invernizzi, Locatelli, e Lactalis è diventata una potenza casearia nel mondo dopo gli USA? Sarà stata colpa di Berlusconi? L'Alitalia ,caro Marino Birocco ed altri, è stata disintegrata dagli scioperi, dalle rivendicazioni, dalla pletora di personale che vi è stato ficcato in passato dalla DC e dal PSI e dal PCI, caudatari politici ed anche figli di gerarchi. Questo non le dice nulla? Scioperi da vigliacchi oltretutto, perché cadevano sempre in occasione dei periodi di punta, festività e giorni di vacanza. Certo, se fossi stato io al posto di Berlusconi, non mi sarei immischiato, quando Prodi voleva svendere, come solo lui sa fare, in regali e cadeaus. E' difficile rianimare uno zombi come lo era Alitalia, dandola ad una cordata con a capo Colaninno, quello delle scatole cinesi di Telecom. Ma era un sussulto di italianità e mal gliene incolse. E' inutile rianimare un cadavere ambulante come Alitalia. Si continua a spendere soldi, come i 75 milioni delle poste, un placebo ad un malato terminale, con di più che anche le poste, andranno a farsi benedire. Trattasi di accanimento terapeutico su cui conviene staccare la spina. Date la compagnia agli arabi, loro hanno i petrodollari a fiumi, come il loro petrolio. Pare si siano fatti avanti alcuni sceicchi. Che aspettate?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 31/10/2013 - 10:51

X Mentelibera beh ci siamo dati da fare con qualche miliardo di euro per MPS ,ma lei questo non lo cita,perchè questo va bene???

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 31/10/2013 - 10:58

Alle prossime elezioni, possiamo votare per un governo Francese o Spagnolo, Tedesco? Uno di questi governi dell'UE visto che i padroni dell'italia sono loro.... e visto la ciurma politica che ci troviamo, e i grandi manager che sembrano di più a dei capitani di ventura ( prendo i soldi e fuggo) .... almeno fateCi votare la MERKEL !!

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 31/10/2013 - 10:58

uno dei tanti miracoli del pregiudicato...

evidio

Gio, 31/10/2013 - 11:01

La vergogna del clientelismo in tutto il suo splendore. A proposito... Maurizio Lupi ci dovrebbe spiegare perché ha deciso di prorogare di altri 3 anni il periodo di cassa integrazione dei dipendenti dell'ex-Alitalia, che già godevano dell'incredibile regalo di 7 anni di cassa integrazione elargito a suo tempo, non si sa bene perché, dal precedente governo Berlusconi

steali

Gio, 31/10/2013 - 11:07

xflordluna.. Se davano retta a Prodi alitalia adesso era dei francesi e non di colaninno and company!!!!

ClaudioB

Gio, 31/10/2013 - 11:07

Possiamo sempre darla a De Benedetti, il grande imprenditore......

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 11:12

Buongiorno Gio47! Infatti sua altezza ha raccolto l'appello di francia e stati uniti...e si e' buttato nel piatto ricco mi ci ficco ubbidendo agli ordini dei mondialisti..... se non ci uniamo compatti per riprenderci la nostra sovranita' caro Gio47 finiamo molto ma molto male!!!!

evidio

Gio, 31/10/2013 - 11:13

@flordluna. Politici, banchieri e dirigenti nostrani usano e depredano aziende e paese per i loro interessi particolari, però la colpa poi è dei cattivoni francesi e tedeschi che per complesso di inferiorità nei nostri confronti ci fanno del male. Ma ci faccia il piacere...

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 11:15

X Gio47 vedo ora il suo commento su Alitalia e raynar !! e' il mio stesso pensiero ho scritto infatti di colaninno!!

Gioa

Gio, 31/10/2013 - 11:15

Alitalia vale ZERO....COSA CENTRA BERLUSCONI?....HA FATTO PER AVERE UNA BANDIERA ITALIANA. FARE UNA LEGGE PER MANTENERE UNA BANIDERA ITALIANA BEN VENGA...SE poi la legge al solito viene inciuciata...LUI COSA CI INCASTRA?. Per esempio: Brunetta ha fatto la legge sulla meritocrazia negli enti pubblici, dari soldi a pioggia a tutti basta, se poi I SINCACATI O CHI PER LORO, O ALTRI ANCORA LA INCIUCIANO....che colpa a Brunetta?...Niente, ica si può mettere a controllare se la legge la appicano o fanno gli interessi proprio...lui piu' di farla per il bene del paese non poteva fare. Altro esempio: se metto una persona al vertice di un'azienda o di un ente pubblico e quello non è in grado di farsi valere io che ho fatto la legge cosa centro? In Alitalia c'è stato lo ZAMPINO COMUNISTA...vacile da scoprire!! Altro che Berlusconi Silvio!!! Se AIR-FRANCE/KLM sono più bravi vuol dire che le "loro" teste sono migliori di quelle di ALITALIA. Cambiamo le teste di Alitalia è NOSTRA!!

steali

Gio, 31/10/2013 - 11:15

x Gio47.. E scajola che si fece fare un linea personale savona roma? Anche lui è di sinistra?

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 31/10/2013 - 11:18

ma Alitalia non era stata salvata dall'evasore decaduto ed i suoi amici?

evidio

Gio, 31/10/2013 - 11:24

@Gio47. Quoto pienamente a parte gli incitamenti a Berlusconi. Non è forse stato lui a regalare 7 anni di CIG ai dipendenti della ex Alitalia? Non sarà forse che il marcio regna purtroppo anche nella destra? O allora come si spiega la determinazione di Maurizio Lupi a voler prorogare di altri 3 anni questo già incredibile regalo?! Che siano entrambi degli infiltrati di sinistra?!

dukestir

Gio, 31/10/2013 - 11:24

Un nuovo miracolo italiano. Bravo Silvio.

Tuareg33

Gio, 31/10/2013 - 11:25

Possiamo fare tutte le considerazioni che vogliamo, resta un fatto inconfutabile: chi gestisce i conti della società non sa farli! Decisioni dure vanno prese anche se fanno male per evitare il fallimento. Le proiezioni contabili esistono!

Mr Blonde

Gio, 31/10/2013 - 11:25

stavolta non sono d'accordo con coloro che attaccano silvio, del resto c'era qualcun altro all'epoca che proponeva qualcosa di serio? mica è stata venduta a dei pincopallini qualsiasi, provate a parlare con qualcuno che ci lavora e capirete perchè così com'è è impossibile da risanare, è un covo di assurdi privilegiati. I piloti e familiari dopo 3 generazioni ancora volano gratis in tutto il mondo! con i sindacati provate un pò a parlare voi, e quando dico sindacati dico tutti autonomi e ugl compreso che la polverini scatenò un casino

Il giusto

Gio, 31/10/2013 - 11:30

a gianniverde di rabbia...ancora a difendere il fallito pregiudicato?Ma non ti vergogni?Un decennio di suo governo ci ha portato in queste condizioni e tu ancora lo difendi?Ti auguro di essere uno dei tanti che scrivono difese assurde pagati da questo giornale!Si sa,in questo periodo uno venderebbe anche la madre pur di campare!

ilfatto

Gio, 31/10/2013 - 11:31

@gianniverde...PECCATO per lei che i soldi a mps siano stati PRESTATI ad un tasso di interessi vantaggioso per lo stato e NON regalati a fondo PERDUTO come fece il suo "caro" (ex) leader con alitalia, se la racconta la racconti giusta..sempre che lo sappia

Il giusto

Gio, 31/10/2013 - 11:33

a gianniverde di rabbia...ancora a difendere il fallito pregiudicato?Ma non ti vergogni?Un decennio di suo governo ci ha portato in queste condizioni e tu ancora lo difendi?Ti auguro di essere uno dei tanti che scrivono difese assurde pagati da questo giornale!Si sa,in questo periodo uno venderebbe anche la madre pur di campare!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 31/10/2013 - 11:46

Ma come, berlusconi l'aveva salvata, rinunciando a 3000Md che ci offriva airfrance, facendone pagare 2000 di debiti agli italiani e consegnando la società "risanata" agli amici. Ora che l'hanno di nuovo spolpata con i loro lauti stipendi e buon'uscite, i debiti con le banche verranno pagati da noi e non ricaveremo niente. Bravo berlusconi, sei un grande statista.

ilfatto

Gio, 31/10/2013 - 11:48

@Gioa..la sua igno...za è senza confini, prima di parlare, per evitare figure del genere perché NON prova ad informarsi un po'? non dico tanto ma almeno il minimo indispensabile per evitare di dire la solita marea di str..te!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 31/10/2013 - 11:50

xgiovauriem. E' inutile che fai dello spirito, abbiamo (noi italiani)pagato 2.000Md di debito e non abbiamo intascato 3.000Md che ci ofriva airfrance, ora pagheremo anche questi debiti, grazie al grande stratega Berlusconi e amici. Loro l'hanno fatta fallire, questa è una realta, quindi lascia perdere camusso e landini che è una battuta becera.

steali

Gio, 31/10/2013 - 11:53

x Mr Blonde... Qualcosa di serio c'era allora la vendita ad arifrance. Questa era la soluzione!!!

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 11:55

X evidio buongiorno!!! concordo su quanto scrive... ma si ricordi anche che berlusconi NON ha depredato aziende.. ha creato aziende ove tutt'ora lavorano piu' di 50 mila persone...(tra l'altro fin troppe di sinistra) mentre la sinistra HA DISTRUTTO aziende e posti di lavoro.. piccole o grandi non importa! le chiedo di non essere infantile grazie e comunque e' vero... l'italia vale piu' di germania e francia... e se non ne e' sicuro significa che lei e' anti italiano.... peccato ci sia un popolo cosi' cialtrone, pur essendo l'italia prima al mondo con eccellenze che sono invidiate da tutti!!! mediti grazie (e' notizia di oggi che siamo leaders anche nella dolcezza del cioccolato)

-cavecanem-

Gio, 31/10/2013 - 11:57

Il problema e' che bisognava andare oltre. Il mantenerla Italiana aveva senso al tempo, ma in finale errato perche' bisognava risanarla completamente. Cosa che e' impossibile fare qui in Italia, e quindi Alitalia e' rimasta quello che era..servizi men che mediocre, poco o per niente competitiva.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 31/10/2013 - 11:57

Mi piacerebbe sentire il parere delle grandi statiste quali Carfagna e Gelmini e Santanchè che hanno ineggiato al grande intuito e patriottismo di Berlusconi. Manderei loro....a risanare l'alitalia, così una volta per tutte la smetteranno di proferire parole vuote.

roberto78

Gio, 31/10/2013 - 11:57

non hanno mica tutti i torti i francesi ... alitalia doveva morire già anni fa e solo per salvare intesa (airone) si fece quella porcata... con un grazie speciale al premier di allora che buttò miliardi di soldi pubblici in quella iniziativa...

Tiz

Gio, 31/10/2013 - 11:59

«Adesso sono in campo io e questa cosa si fa. A meno di colpi di testa del governo, che deve darci la possibilità di operare» aveva affermato Silvio Berlusconi tornando alla carica su Alitalia per ribadire la preferenza per una cordata italiana che si impegni nel salvataggio della compagnia. 21 Marzo 2008

Tiz

Gio, 31/10/2013 - 12:00

Comodo fare il f...o col c...o degli italiani.

MenteLibera65

Gio, 31/10/2013 - 12:06

gianniverde : La prego di non dire minchiate. Qui si parla di Alitalia, e di quello si discute. Su MPS ci sono responsabilità precise e personali , e la magistratura sta indagando. Se emergeranno responsabilità personali dimostrate di qualunque politico del centro sinistra, li mettessero tranquillamente in galera. Io, come tanti, non abbiamo alcun interesse a difendere nessuno. Siete voi che da 20 anni vi siete innamorati di una persona, e la difendete qualsiasi cosa accada, senza riuscire a vedere nella vostra vita quotdiana le conseguenze di questi 20 anni di decadenza etica. Per quanto mi riguarda invece i vari Penati e soci, di destra, sinistra e centro (così evito che dopo aver citato MPS, cominciate a citarli in qualche altro commento) possono essere messi in galera e buttate le chiavi se sono colpevoli. Cioè dopo 3 gradi di giudizio.

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 12:08

gli anti italiani di sinistra ... non vedono altro che berlusconi colpevole, tanto che non riescono neppure a ragionare lucidamente... sputano insulti contro berlusconi e chiunque non sia allineato e politicamente corretto.... sprofondando in un'ipocrisia penosa.. da cio' si evince che sono menti labili e facilmente influenzabili da repubblica e slogans.... che tristezza!!!!

Boxster65

Gio, 31/10/2013 - 12:17

Chiudiamo il baraccone romano succhiasoldipubblici!! solo nella Repubblica delle Banane è possibile tenere in vita una società che ha chiuso negli ultimi venti anni solo due volte in utile (biennio 1997-1998) e gli altri 18 in profondo rosso ed ha richiesto una serie di aumenti di capitale infinita ed ammortizzatori sociali monstre (tipo i 10 anni di Cig ovvero di prepensionamento) per i dipendenti fankkkazzisti. Mettiamo in liquidazione la società, mandiamo a casa i dipendenti con gli ammortizzatori sociali ordinari e intentiamo un'azione di responsabilità nei confronti degli amministratori (a dir poco inetti) che hanno gestito questo Circo Barnum!

pinux3

Gio, 31/10/2013 - 12:18

@ClaudioB...De Benedetti farebbe fallire l'Alitalia? Intanto abbiamo visto cosa ne ha fatto Silvio vostro, buffoni...

ilfatto

Gio, 31/10/2013 - 12:19

@flordluna...ancora con questa FAVOLA dei 50.000? i dipendenti del gruppo sono ca 15.000 meno di un TERZO di quanto andate vaneggiando..addirittura qualcuno spara anche 60.000 ma i numeri dove li prendete?

Mr Blonde

Gio, 31/10/2013 - 12:20

steali alitalia è un carrozzone pubblico da far paura, in perdita al di là degli aspetti problematici che può avere una impresa del genere. Farla fallire sarebbe (ora come allora) una soluzione economicamente accettabile ma socialmente impossibile, per cui fu fatto ciò che si potè visto che alternative non c'erano.

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 12:20

Roberto78 mi puo' spiegare perche' Alitalia sarebbe dovuta morire gia' anni fa invece che operare un risanamento ???? cosa e' questa mania distruttiva nei confronti delle nostre aziende??? Allora secondo lei dovrebbero morire anche Poste Italiane, Fiat, etc giusto??? tutte hanno avuto contributi... ed allora???

carvan1234

Gio, 31/10/2013 - 12:27

E' evidente che per eliminare il Cavaliere, gli aversari politici sono ricorsi, come in pieno regime fascista al voto palese. Resta il fatto che comunque, Berlusconi, sarà magari anche stato sfigato,perché effettivamente ogni volta che ha governato l'Italia, neanche a farlo apposta c'é stata una crisi internzionale,ma assoldato questo, e la situazione Alitalia, ne é un ulteriore esempio, ne avesse mai fatta una giusta per il Paese durante il suo ventennio politico. Io, a questo punto, non riesco a capire come si puo' sostenere ancora il politico Berlusconi dopo tutti questi risulatati disastrosi, é tempo di cambiare !

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 31/10/2013 - 12:34

@giovauriem Hai ragione ma come il pregiudicato con la "Catena dei Patrioti" (quasi tutti indagati meno uno) non c'è nessuno.

ilfatto

Gio, 31/10/2013 - 12:35

@flordluna e risanamento...perché allora i debiti se li sarebbe presi airfrance invece di doverli pagare NOI grazie al genio che lei difende e ora per colpa sua dobbiamo pagare 2 VOLTE e mi creda la cosa che più mi stupisce è che lei faccia certe domande senza senso vist che la risposta è alquanto scontata

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 12:36

Buongiorno Ilfatto!! i dati in piu' o in meno ovviamente, oltre che leggendo, li ho avuti da persone che lavorano dentro le aziende e lei da dove ricava il 15.000 grazie!!!!

steali

Gio, 31/10/2013 - 12:55

x Mr Blonde... Lei fa finta di non capire se l'avessimo venduta ad airfrance avremmo guadagnato dei soldi circa 3 miliardi non staremmo a pagare 10 anni di cassa integrazione, gli azionisti alitalia non ci avrebbero rimesso una lira, noi non ci saremmo accollati la bad company e forse alitalia volerebbe ancora!!!

Ritratto di Geppa

Geppa

Gio, 31/10/2013 - 13:00

Grande Silvio, un vero GRAZIE di cuore per il tuo ultimo salvataggio dell'azienda, con amici tuoi che si sono riempiti le tasche. Grazie! Ora vattene.

Boxster65

Gio, 31/10/2013 - 13:00

@Roberto78 ore 12.20 si legga il mio post delle 12.17 e lì leggerà la motivazione. Un'azienda non può perpetrare perdite all'infinito. Un'azienda che chiude sistematicamente in perdita da vent'anni ed oltre non ha ragione di esistere. Provi lei come imprenditore (anche a livello individuale) a chiudere sistematicamente in perdita ed a continuare a chiedere soldi al sistema perchè perennemente in crisi di liquidità, vedrà quanto c'impiegano a farla chiudere. Una linea aerea di bandiera non è necessaria in un mercato globale, se non c'è Alitalia c'è un altro vettore che mi porta in giro per il mondo. Personalmente non volo MAI con Alitalia e sono stato OVUNQUE. Quindi l'Italianità o altre caxxate che vengono dette (tipo che non si potranno avere voli diretti da Milano o Roma per New York o per le altre lunghe tratte). Se il servizio non lo offre Alitalia lo offrirà se già non lo offre oggi un altro vettore. Alitalia deve chiudere e non gravare più sulle tasche dei contribuenti. Punto.

evidio

Gio, 31/10/2013 - 13:09

@flordluna. La ringrazio per la risposta al mio contro-commento. Forse ha ragione, siamo forse un po' troppo severi con noi stessi. Però non è nemmeno attribuire a chi cerca di fare un po' di critica costruttiva inclinazioni anti-nazionalistiche. E' innegabile che Air France faccia ormai da decenni molto meglio di Alitalia e non vedo qui come altre italiote eccellenze, inclusa la superiore dolcezza del cioccolato nostrano, possano aiutare. In quanto a Berlusconi, non deprederà forse le sue aziende, ma un miliardo di euro e passa delle nostre tasse li ha elargiti eccome ai cassa-integrati Alitalia. Mi spiega poi come tutta la sua capacità imprenditoriale non sia mai riuscita ad aiutarlo nelle sue imprese all'estero. Forse che laggiù sia più difficile per lui spremere al popolo l'olio necessario per ungere le ruote?

Giuseppe Borroni

Gio, 31/10/2013 - 13:55

VI TOLGO L'ICI, VI TOLGO L'IMU, L'ALITALIA AGLI ITALIANI!!!! le tre genialate del giostraio di Arcore, e gli italiani (certi italiani, naturalmente) giu' a votarlo, contenti di questo nuovo messia! Nel 2008 KLM/AirFrance pagavano bei soldi per toglierci sto canchero di azienda dalle s-palle. Adesso invece...... Grazie Berlusca, MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!! Ma va' la'!!!!!!

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 14:03

Evidio!!! noi paghiamo sempre tutto per tutti....anche la fiat abbiamo pagato...senza sapere che i nostri soldi finivano nelle tasche del massone agnelli ed in quadri in off-shore in sestriere e sansicario... se poi si pensa a come agnelli considerava il popolo italiano... monta la rabbia e non poca!!!!! Sono sincera, non mi occupo degli affari di berlusconi all'estero sono cose private sue!... io mi occupo del mio paese e di come lo stanno ammazzando volutamente... compresa alitalia!!!!

Damiano Guerra

Gio, 31/10/2013 - 14:11

E dopo mi chiedono perchè berlusconi dovrebbe decadere? Ecco il migliore esempio possibile, prima di andarsene però deve regalare mediaset a tutti noi italiani che non lo abbiamo votato nel 2008 per risarcirci dei debiti che ci siamo accollati per il rilancio 5 anni fa, e secondo voi questo è uno che ha fatto il bene dell'Italia; ah già, adesso anche qui sarà colpa di qualcun altro.

rokko

Gio, 31/10/2013 - 14:30

Mario-64, lei ha perfettamente ragione, ed infatti anche Letta sta facendo una colossale stronzata come la fece Berlusconi. E quindi ? A me pare che la stronzata di Letta non azzeri quella di Berlusconi, ma che si sommi ad essa.

Damiano Guerra

Gio, 31/10/2013 - 14:38

Bisognerebbe che il voto fosse palese anche per gli elettori, perchè in casi di cattiva amministrazione evidenti come questo di alitalia non solo il pdl ma anche tutti i suoi elettori dovrebbero pagare di tasca propria per risanare la questione.

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 31/10/2013 - 14:40

X Damiano Guerra.... se gli italiani non fossero dei cialtroni "scioperatori"... se non fossero ladri perdonati e ripresi sul lavoro.. se non ci fossero tanti italiani furbastri e nullafacenti, se ci fossero piu' italiani con dignita' l'italia non sarebbe ridotta in queste condizioni.... a partire dai falsi invalidi passando per evasori frodatori opportunisti... ah e meno vigliacchi bravi a scaricare le colpe sugli altri!!!

Mario-64

Gio, 31/10/2013 - 14:50

rokko , Alitalia italiana significa piu' turisti stranieri ,piu' collegamenti intercontinentali ,sviluppo dei nostri aeroporti ,quindi piu' posti di lavoro e piu' tasse incassate. Come vede alla fine lo Stato potrebbe anche guadagnarci. Certo che metterci nelle mani dei nostri primi concorrenti in fatto di turismo e di prodotti non mi sembra una gran furbata...

rokko

Gio, 31/10/2013 - 14:51

Mr Blonde, non è proprio come dice lei, bisogna essere obiettivi. Non ci si può riparare sempre dietro delle scuse assurde, così come non si può dare la colpa sempre ai sindacati. Nel 2008 Alitalia era sull'orlo del fallimento, sarebbe bastato venderla ad AirFrance oppure lasciarla fallire, nel secondo caso di fronte ad una certa fermezza scommetto che i sindacati avrebbero accettato qualsiasi soluzione "B". Ricordiamo che Berlusconi oltre ad affibbiare al contribuente la bad company e la CIG per 7 anni, fece anche due operazioni totalmente in contrasto con le teorie dell'economia liberale di cui si riempie la bocca: la fusione con Airone ed il monopolio per 5 anni delle tratte nazionali più gettonate. Poi, se vogliamo dire che la colpa non è solo sua, sono d'accordo, e non bisogna nemmeno risalire indietro nel tempo: Letta sta commettendo degli errori analoghi. Però, diamo a cesare quel che è di cesare.

rokko

Gio, 31/10/2013 - 14:55

flordluna, non sono d'accordo con lei. Gli italiani si comportano secondo le regole che si sono dati, attraverso una classe politica incompetente che da trent'anni non fa il suo dovere. L'unica vera colpa degli italiani è che non sanno scegliersi i propri rappresentanti e leader, come dimostra non solo la storia recente ma anche e soprattutto quella più antica, con una serie di sconfitte in battaglia dovute unicamente alla negligenza del comandante di turno.

Mr Blonde

Gio, 31/10/2013 - 15:02

steali stiamo dicendo praticamente le stesse cose anche se non credo che "noi" avremmo guadagnato i miliardi che dice

Beaufou

Gio, 31/10/2013 - 15:10

Qualcuno prende per oro colato i maneggi di Air France? Al foro boario, in altri tempi, si diceva (a proposito di una vacca o di un cavallo) "chi disprezza compra". Credo che ne capissero più quelli lì, di economia, che i furboni metropolitani di adesso che si preoccupano solo di dar la colpa a Berlusconi.

rokko

Gio, 31/10/2013 - 15:15

Mario-64, non sono d'accordo, mi scusi ma non posso farci nulla. A richiamare più turisti sarebbero servizi aerei migliori (anzi, non solo aerei), il che si può ottenere anche senza avere una compagnia di bandiera, semplicemente lasciando fare al mercato ed alla concorrenza, con delle regole certe ed uguali per tutti. Non è necessario cedere ad Airfrance, oggi non è nemmeno più tanto conveniente come nel 2008, sarebbe sufficiente far fallire Alitalia e liberalizzare completamente il traffico aereo, il mercato farebbe il resto.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 31/10/2013 - 15:26

Un conto è licenziare i piloti in esubero (molti, troppi), ma molto peggio è sostituire tutti piloti italiani con altri d'oltralpe. Ora, solo degli ignoranti in amministrazione possono biasimare Berlusconi e il suo salvataggio della compagnia di bandiera... Praticamente la stessa solfa è anche per i dirigenti: meglio licenziare quelli in esubero che perderli tutti. Gli unici lavoratori relativamente al sicuro sono quelli della "bassa manovalanza", che poi bassa non è trattandosi di aviazione, che per assurdo sono proprio i più "esuberanti" nel senso di "incazzati" (perdonate il linguaggio da caserma).

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 31/10/2013 - 15:27

ugsirio : concordo pienamente. A suo tempo avevo sponsorizzato che venisse acquistata da Lufthansa. Forse era meglio. Regards

Damiano Guerra

Gio, 31/10/2013 - 15:38

#Mario64 Lei crede che un turista che decide di passare le ferie Italia desista perchè non può volare con l'aero con la bandierina italiana sulla coda? Se il paese attrae turisti, stia sicuro che qualsiasi compagnia aerea sarà felicissima di farli viaggiare verso di noi e di far pagare loro il biglietto, così come le merci.

antes1

Gio, 31/10/2013 - 15:42

x ilfatto - A forza di raccontare una balla si arriva a credere che sia diventata verità. Sono partiti alcuni forumisti parlando di 30.000 dipendenti (basterebbe che si leggessero il bilancio consolidato delle aziende del gruppo e toccherebbero con mano che i dipendenti - compresi quelli che lavorano all'estero - sono meno di 20.000), poi qualcuno ha rilanciato a 40, altri a 50 e poi a 60. Nei giorni scorsi un forumista parlava addirittura di 100.000 dipendenti. E naturalmente avere molti dipendenti dovrebbe essere passaporto per poter fare quel che si vuole così come l'avere molti voti autorizzerebbe a violare la legge. Ma allora la tanto deprecata (in questo forum) Coop, che di dipendenti ne ha 60.000 effettivi, sarebbe autorizzata a farsi beffe della legge?

Damiano Guerra

Gio, 31/10/2013 - 16:05

#antes Giusto, e comunque Bersani che ha preso più voti di berlusconi sarebbe autorizzato dunque a fare quello che vuole e a compiere qualsiasi reato... secondo loro.

roberto78

Gio, 31/10/2013 - 16:20

@Boxster65: ha sbagliato mira nel suo ultimo commento ... io sono assolutamente d'accordo con lei e condivido gran parte di quanto dice (la ringrazio anzi di aver risposto in vece mia a chi chiedeva perchè ero dell'idea che alitalia sarebbe dovuta morire allora invece di sprecare soldi di tutti e cioè flordluna)

Mario-64

Gio, 31/10/2013 - 16:22

Damiano Guerra ,non si tratta solo di turismo "classico". E' chiaro che se un giapponese vuol vedere la Cappella Sistina il modo di venire lo trova. Ci sono pero milioni di nuovi turisti ,asiatici in particolare ,che vengono a comprare e quindi spendere. Non essendoci collegamenti diretti ,cioe' dovendo passare per Parigi o Londra ,e' evidente che costoro potrebbero decidere di fermarsi in queste altre capitali ,tanto i negozi con le nostre griffes le trovano anche laggiu'. Solo che a Parigi e Londra pagheranno anche ristoranti e alberghi ,non so se mi spiego... Lo sviluppo di Fiumicino poi dipende chiaramente da cosa fara' Alitalia. Oggi lo scalo romano da' lavoro a oltre trentamila persone ,cifra che potrebbe raddoppiare con i previsti lavori di ampliamento. Se pero' non ci sono voli l'aeroporto non si amplia ,e ci teniamo trentamila disoccupati...

Mario-64

Gio, 31/10/2013 - 16:27

rokko ,io credo che un Paese con 60 milioni di abitanti di cui almeno la meta' viaggiano ,un Paese che e' comunque fra le prime 10 economie del pianeta e nel gruppo degli otto che contano ,un Paese che attira ogni anno 50 milioni di turisti (in crescita) ,debba avere una compagnia di bandiera. Mettevamo due miliardi l'anno per le ferrovie , possiamo ben mettere trecento milioni per Alitalia. Su ottocento miliardi di spesa pubblica non mi pare siano questi a farci saltare..

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 31/10/2013 - 16:39

TUTTI qui a scrivere : È COLPA DI BERLUSCONI, oppure NO!!! Sembriamo i CLASSICI TIFOSI di calcio!! Signori l'Alitalia è quello che è per colpa di un'intero PAESE nel quale ALITALIA si è distinta nel RUBARE APPROFITTARE e della quale TUTTE le classi politiche succedutesi negli ultimi 40 anni, senza distinzioni di colore hanno approfittato. I primi ad aprofittarsene sono stati i sindacati, quando con dure lotte hanno preteso per esempio le soste degli equipaggi ROMANI che di rientro da viaggi oceanici a Malpensa, NON potevano POVERINI sorbirsi altri 50 minuti di viaggio per arrivare a dormire a casa loro. E di esempi così ce ne sarebbero a bizzeffe da segnalare. Poi le clientele che hanno fatto lievitare i costi, con personale pagato il DOPPIO di quello delle altre linee aeree, e TUTTI d'accordo A CONCEDERE TUTTO !!! Tanto more solito PAGA PANTALONE!!!! Ho iniziato a viaggiare con Alitalia nel 1967 e da allora NON ho ancora smesso, ecco perchè ho scritto certe cose. Troppa "CARITÀ STATALE" PORTA A QUESTI RISULTATI. Saludos

Holmert

Gio, 31/10/2013 - 16:42

Ma signori miei, Alitalia, prima che la prendesse Colaninno e soci, come stava, in condizioni floride? Stava con l'acqua alla gola. Ed allora perchè dite che l'ha ridotta a brandelli Berlusconi? Quando perdeva passeggeri, quando il personale li trattava come paria ed il mangiare faceva pietà, quando faceva ritardi biblici, quando alla consegna rubavano le valigie (e la magistratura, udite, udite, li reintegrava sul posto di lavoro) ,quando gli scioperi si facevano a giorni alterni, allora chi c'era al posto di comando al governo? Voi non avete capito mai un czzo, vi lasciate condizionare da quattro scribacchini da strapazzo e da quel comunistazzo ex 68ino di Santoro e di quelli che vogliono a tutti i costi un regime comunista, con loro al comando però. La Fiat non se ne va dall'Italia, per non lasciare tutto il campo europeo alla Germania, lo ha detto Marchionne, anche se sta in rosso, non gli converrebbe rimanere, potrebbe andarsene definitivamente in America e lasciare la FIOMM al proprio destino. E non solo, tante imprese sono scappate, tanti capitali sono scappati. E tutto quello che sta succedendo a Berlusconi avrebbe dovuto fare aprire gli occhi a tante persone che continuano a credere nelle politiche di costoro, che siamo in mano ad un regime di sinistra ed il peggio è che non è dei veri, ma da operetta. Un regime di sinistra da operette, perché se fosse vero sarebbe molto più serio.

vaigfrido

Gio, 31/10/2013 - 17:00

Ma che fallisca. Sta storia della compagnia di bandiera puzza di economia socialista buona solo a dare posti , stipendi e cadreghe ad amici e amici degli amici. A me serve solo andare da A a B al minor costo possibile . E poi lo stato faccia tesoro degli slot e le dia al maggior offerente.Per il resto ci pensi Landini e Camusso a dare lavoro a hostess e piloti e fondino la FIOM air.

Roberto Casnati

Gio, 31/10/2013 - 17:35

E ci voleva lo straniero per far pulizia! In Alitalia alligna, da tempo immemorabile, una genia di prossenneti, sfuttatori, ladri, truffatori, imbecilli, incompetenti, ignoranti, mal educati che, forse, ma dico FORSE, ora verrà, almeno in parte, epurata. Speriamo bene!

Damiano Guerra

Gio, 31/10/2013 - 17:45

#Holmert Prima che berlusconi cometesse questo scempio c'era sul piatto un'offerta di Air-France che ci avrebbe liberato dei debiti della compagnia, il vostro immenso statista ha pensato bene di montare la solita campagna elettorale per abbindolare le menti fragili sei suoi elettori che mai al mondo sognerebbero di andarsi a guardare cos'è una bad company e dopo cinque anni ci si trova ancora al punto di partenza con ulteriori debiti da sanare, se a lei va bene così complimenti.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 31/10/2013 - 18:15

xHolmert. Prima che passasse al CAI, stava per essere venduta ad airfrance per 3000/3500 miliardi. Allora alitalia aveva debiti per circa 2000/2500 miliardi.(cifre sbandierate su giornali e TV). Berlusconi, per farsi campagna elettorale e far vedere che manteneva in italia la compagnia, fece pagare i debiti di cui sopra agli italiani, consegnando la compagnia (senza debiti) al CAI. Ora la compagnia è ancora in debito che ovviamente pagheremo noi e non prenderemo più 3000/3500 miliardi. La compagnia non andava bene perchè guidata da managers di nomina politica e visto che negli ultimi 20 anni il PdL ha governato per più di 11 anni...

gamma

Gio, 31/10/2013 - 18:26

Io ho sempre detto come la penso: Alitalia è un asset che deve restare sotto il controllo dell'Italia. Siamo un paese la cui maggiore industria è quella del tusrismo e non si possono cedere gli hub di Alitalia agli stranieri e specialmente alla Francia che è nostra concorrente diretta sia per il tusrismo sia per l'agroalimentare che per la moda. Proteggere Alitalia non è statalismo ma strategia commerciale. Detto questo però occorre dire con forza che Alitalia è stata gestita male e da persone che di aeronautica civile ne sanno veramente poco. Inoltre bisogna ammettere che su una cosa Airfrance ha ragione: Alitalia ha troppi dipendenti. 15.000 dipendenti sono veramente troppi e gli esperti sostengono che con la metà la compagnia potrebbe andare avanti lo stesso o anche meglio. Almeno un terzo, quindi, dovranno purtroppo essere smaltiti in qualche modo. E' doloroso ma è sempre meglio che vendere ai francesi a farli licenziare da loro con l'accetta.

swiller

Gio, 31/10/2013 - 18:41

Chiudete questa merda di compagnia che serve solo ai politici per volare gratis, se ciampino fallisce e chi se ne frega tanto qui dalle nostre parti alitalia non ci serve FATELA FALLIRE .

carlo5

Gio, 31/10/2013 - 18:47

Basta con i francesi e chi crede che ci avrebbero salvato. Se in Italia vi e' mercato possiamo farcela da soli. Un minimo di dignita' e voglia di esserci. Che si ricominci da zero azzerando tutto e ricominciare con management vero e capitali certi.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 31/10/2013 - 18:58

Scusate questo disastro l'ha creato Berlusconi a fini meramente propagandistici? Bene, che lo metta a posto lui! I soldi li ha, gran parte del passivo lo ha allegramente scaricato sui contribuenti (si vede che il "privatizzare gli utili e socializzare le perdite" non è un leitmotiv solo di sinistra), i suoi afficionados più puri e duri dicono sia un super imprenditore ...... allora faccia lui.......

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Gio, 31/10/2013 - 19:10

Alitalia VALE ZERO deve fallire SUBITO. Basta con il mantenere aziende decotte con i soliti parassiti strapagati. Camusso e Landini mettete una bella patrimoniale così la "Compagnia" con la bandiera Tricolore raggiungerà nuovi traguardi. Fuoco! Fire.

BRAMBOREF

Gio, 31/10/2013 - 19:28

GIGI84 Prodi, a suo tempo, aveva trovato con Air France-KLM, un accordo molto favorevole, ma la CGIL e le altre sigle sindacali hanno boicottato l'intesa facendola saltare. Possibile che questa gente non paghi mai per i propri errori?

leo_polemico

Gio, 31/10/2013 - 19:59

Confesso la mia grande "ignoranza" nel campo economico ma gradirei una spiegazione semplice semplice. A quanto letto nell'articolo la compagnia franco-olandese, nei due anni precedenti, ha avuti "utili". Coma mai l'Alitalia non ci è riuscita? quali ne sono i motivi? forse strapaga i suoi manager? quanti direttori, manager, dirigenti ci sono confrontando le due compagnie? sono tutti utili e indispensabili? forse i suoi dipendenti sono pagati più di quelli di altre compagnie? quante sono le ore di volo ogni addetto? qual'è il rapporto dipendenti chilometri volati passeggeri? qual'è il rapporto dipendenti aerei utilizzati? come mai il personale di volo fuori sede soggiorna, come ho visto personalmente, in hotel centrali a 5 stelle? A questa e a molte altre domande sarebbe gradita una risposta veritiera. Se la "cordata italiana", a cui molti lettori fanno giustamente le pulci, si fosse comportata come i concorrenti franco-olandesi, avremmo avuti quasi gli stessi risultati e non saremmo a questo punto di rovina: bisognava accontentare i sindacati ed ora ci accorgiamo di aver buttato qualche miliardo dalla finestra... e, intanto, i cittadini pagano...

tonino33

Gio, 31/10/2013 - 20:24

Alitalia: un altro trionfo di camusso e landini

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 31/10/2013 - 20:57

Se la compri Berlusconi, visto che il danno l'ha fatto lui. La potrebbe chiamare ForzAlitalia e risparmia pure sui costi di verniciatura. Serve un grande imprenditore per salvare Alitalia e mantenerne l'italianità. Sul primo aspetto si dice che Silvio abbia "le carte" e il secondo tema è talmente caro al Cavaliere che ha accettato qualunque sacrificio (nostro) per assicurarla, quindi chi meglio di lui? Lo slogan glielo do io aggratis "Con ForzAlitalia voli sulle ali della Libertà".

Ritratto di Orientale

Orientale

Gio, 31/10/2013 - 22:58

E' un'azienda fallita. Ci hanno fatto credere che era stata salvata, ma i francesi non hanno abboccato. Metteteceli voi i soldi in Alitalia se proprio ci tenete.

cipiemme2000

Ven, 01/11/2013 - 01:05

Madonna mia, pensa se uno straniero legge questi commenti,che immagine avrà degli italiani? Un popolo sempre in vena di giudicare e di sputare sul nemico di turno..è proprio vero, ci meritiamo tutti gli epiteti che ci affibiano all'estero, ma primo fra tutto che pur di prevalere sappiamo essere dei CIALTRONI!!! Vi parla uno che grazie a dio ha avuto il coraggio di dire basta a questo paese e a questo modo di parlare, ma non vi rendete conto che i politici assomigliano sempre al popolo e siete tutti uguali a destra e a sinistra, sempre come allo stadio..che pena!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 01/11/2013 - 05:28

Speculazione evidente. E' il mercato, bellezza.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 01/11/2013 - 05:29

I paesi seri, i soli che crescono oggi, sono paesi protezionisti: Cina, Russia. ecc... gli imbecilli che hanno adottato il mercato libero e senza regole sono ormai prigionieri della dittatura dei finanzieri.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 01/11/2013 - 05:31

Certo che solo degli idioti possono credere che degli europei, persino francesi, possano avere interesse a far prosperare Alitalia

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 01/11/2013 - 05:39

Non ci arrivate a capire che avere una compagnia aerea serve a orientare il turismo? Povera Italia

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 01/11/2013 - 05:40

L' Italia è senza speranza. Basta leggere i commenti di chi vede con favore la vendita di Alitalia ai Francesi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 01/11/2013 - 05:41

Una Alitalia seria dovrebbe fare voli diretti per Pechino, Seul, Taipei, Singapore, Canton,..... l' A S I A è il futuro

Holmert

Ven, 01/11/2013 - 08:08

Caro Damiano Guerra, lei illustra la cosa con una semplicità infantile, come se Air France/KLM fosse governata da imbecilli. Le cose non stanno così come le mette lei ,Air France che comprava ed Alitalia che vendeva, come al mercato di Porta Portese. Eccole una ripassatina : "Nel 2006 l’azienda era ormai vicina al fallimento e per salvarla il governo Prodi decise di vendere una parte delle quote che erano ancora in mano al Tesoro, cedendo così il controllo della compagnia. La gara per acquistare il 39% delle azioni offerte dal governo andò deserta. Secondo molti, la causa principale furono i molti paletti che erano stati messi alla trattativa. In sostanza, IL GOVERNO VOLEVA VENDERE Alitalia COME SE FOSSE UN'AZIENDA SANA e non vicina al fallimento (all’epoca il ministro che si occupava della gara era Pierluigi Bersani).(CHE FURBACCHIONI I SOLITI COMPAGNI!!!) Fallito il primo tentativo, nell’autunno del 2007, il governo Prodi cercò di vendere Alitalia tramite una trattativa diretta. Il compratore scelto dopo le prime consultazioni fu Air France-KLM, che dal 21 dicembre 2007 divenne l’interlocutore unico di Alitalia. L’offerta finale concordata tra le due parti nelle settimane successive consisteva, in sostanza, nel pagamento da parte di Air France di 1,7 miliardi di euro, nell’accordo con i sindacati per l’esubero di 2.100 lavoratori e nella riduzione della flotta a 149 aerei. Tra le altre clausole c’era anche la conservazione di tutte le rotte che Alitalia deteneva all’epoca. A marzo 2008 il governo accettò le condizioni della trattativa, ma le cose cominciarono subito ad andare male. PRIMA I SINDACATI SI SFILARONO (FORTI I SINDACATI, NON LE PARE SIG.GUERRA?) dalla trattativa, uno dopo l’altro. Poi, circa un mese dopo, Air France-KLM ritirò la sua offerta. Air France capì che quell'impresa era un vespaio e del suo ritiro diede la colpa a Berlusconi, che era contrario e che sarebbe diventato il nuovo premier, ad elezioni prossime venture. Come mai quelle trattative così estenuanti, con sindacati, governo che indugiava, casini a non finire? Lei sig. Guerra certe cose le mette in conto, o prende per buone le cazzate che scrive il fatto dei padellari? Certo poi, Berlusconi ci mise del suo, andandosi a ficcare sino al collo, in questo ginepraio. PS Berlusconi non è il mio immenso statista e tantomeno immenso. Egli ed i suoi sinistrati, sono alla pari pericolosi. Uno cerca di fare ma sbaglia e fa poco, gli altri fanno scempi senza troppi indugi e vendono illusioni che cercano di realizzare dando corpo alle loro utopie. Io odio la redistribuzione del reddito, che i sinistri applicano scientificamente con una tassazione selvaggia. Non capisco perché uno che riesce a guadagnare con duri sacrifici, debba dividere la sua parte con gli scansafatiche parassiti. Dove sta la logica in tutto questo? Ed allora meglio un Berlusconi di una manica di predatori. Tutto qua. Però lei non ha risposto ad una mia domanda: come mai la Francia compra e l'Italia vende di tutto e di più? E' qui il rebus che lei deve spiegarsi e spiegarci? Questa è una cancrena che viene da lontano, non le pare?

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 01/11/2013 - 08:58

Si ringraziano i famosi amici del Silvio i “ capitani coraggiosi “ per il buco da un miliardo oggi Alitalia vale “ 0” bella operazione si strategia aziendale ….

neta942

Ven, 01/11/2013 - 09:17

ho viaggiato spesso con Altlia in ogni parte del mondo e continuo a farlo se posso. L'inzio della crisi di Alitalia va cercata indietro di almeno 10-15 anni. I politici, ministo dei trasporti, Burlando, si oppose al matriminio Alitalia KLm, citando chissa cosa ne dice l'Europa. Tutte le altre compagnie Europee erano contrarie perche sarebbe venuto meno l'apporto ai loro Hub ( francoforte, Londra) di clienti italiani per il lungo raggio. Poi non dimentichuamoci il managemnet Alitalia , spalleggiato dai sindacati, che in periodi di vacche magre , ampliavano l'organico. AirFrance ha azzerato il valore della partecipazione che ha in portafoglio solo per far sapere che Alitalia , non vale piu nulla, e forse hanno ragione. Ma Air fance si dimentica di dire che mentre quando ha acquisito KLM , ha lasciato agli olandesi tutto il lungo raggio che avevano, ha costretto Alitalia a ridurlo o a eliminarlo, con conseguenze disastrose per il bilanci Alitaliia, che sbagliando strategicamente ha puntato sul corto medio raggio, ed i risultari si vedono. Per non parlare poi del ridimensionamento di Malpensa , da parte di un alitalia romanocentrica. Io vado spesso a San francisco, usavo Alitalia,ora uso Swiss, mi spiace io ora per ndare da

Ritratto di Gio47

Gio47

Ven, 01/11/2013 - 11:08

x Fiordiluna, buongiorno, diciamo che quando lavoravo a all'aeroporto di Linate vedevo delle grandi porcherie, come comprare degli aerei (4) per il trasporto nazionale, 100 posti circa, per poi rivenderli dopo poco tempo, un anno forse, come usati o vecchi, o come prendere le auto in affitto per l'assistenza agli aerei mentre quelle di proprietà sarebbero costate meno della metà ecc...

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 01/11/2013 - 21:01

C'è un unico modo per sanare Alitalia, dare stipendi e lavoro a tutte le categorie alle condizioni di Ryanair. L'importante è che non si metta di mezzo qualche sigla sindacale della CGIL con proposte assurde, le stesse proposte che hanno ridotto Alitalia in queste condizioni con richieste e pretese assurde da 50 anni. Quanto ad Air France, lei fa i suoi interessi, noi facciamo i nostri e troviamo una compagnia a cui allearci meno pretenziosa e opprimente. Il Consiglio di Amministrazione dia il buon esempio dimezzandosi gli emolumenti.