Via all'anagrafe tributaria: il Fisco sarà onnisciente

Entro il 31 marzo verranno comunicate al Fisco 500 milioni di informazioni: conti correnti, auto e barche, polizze, iscrizioni a scuole private e circoli esclusivi

Cinquecento milioni di dati, tra conti correnti, carte di credito, di debito e prepagate, cassette di sicurezza e prodotti finanziari. Ma anche beni immobili, auto e beni di lusso.

Sono solo alcune delle informazioni che confluiranno nell'enorme anagrafe tributaria che entrerà in funzione entro la fine di marzo e che il Sole 24Ore ha calcolato appunto in cinquencento milioni la mole di dati che l'occhiuto Leviatano acquisirà per controllare i dettagli delle nostre vite.

Si prendano per esempio i trentanove milioni conti correnti: banche e Poste italiane dovranno comunicare il saldo contabile a fine 2015 e a fine 2014, il totale degli accrediti e degli addebiti sul conto nell'anno passato, la giacenza media annua. Per i prodotti finanziari delle assicurazioni, invece, verranno comunicati gli incrementi della polizza e dei riscatti. Così per tutti i rapporti finanziari principali.

Inoltre la direzione Accertamento dell'agenzia delle Entrate selezionerà i contribuenti a cui inviare il questionario con cui indicare i beni da "vagliare". Si parla cioè di movimenti già registrati come acquisizioni di beni mobili (registrati) e immobili, mutui e affitti, ma anche di iscrizioni a scuole private e università o circoli privati esclusivi (che verranno contattati per avere la lista degli iscritti). Senza contare il controllo sul territorio effettuato dalla Guardia di Finanza su beni di lusso come barche e auto di grossa cilindrata.

Il mastodontico flusso di informazioni assumerà dimensioni tali da destare preoccupazioni per la capacità del Fisco di analizzarli. Ma non solo. Anche il Garante della privacy esprime alcune preoccupazioni per il nuovo strumento, di cui ha chiesto di definire la procedura di accesso da parte dell'Inps. La storia insomma è vecchia: con il pretesto della lotta all'evasione si rischia di mettere a repentaglio informazioni sensibili e riservate la cui utilità potrebbe non essere sicura.

Commenti

canaletto

Lun, 21/03/2016 - 13:28

SIAMO IN PIENO REGIME COMUNISTA, LA PROPRIETA PRIVATA CANCELLATA, SIAMO IN MANO DI PIDIOTI E DEL BULLO DI RENZI. SALVINI-MELONI UN APPELLO TORNATE CON BERLUSONI SENZA PRETESE O FINIREMO MALE TUTTI. PERCHE QUELLO CHE CI ASPETT E' SOLO PER NOI COMUNI BISCHERI, MENTRE TUTTI I LADRI POLITICI SOPRATTUTTO DI SINISTRA LA FARANNO Sempre franca.

meloni.bruno@ya...

Lun, 21/03/2016 - 13:30

Ottima iniziativa! Ma mi auspico che prendano rimmedio anche a tutti gli errori fatti precedentemente da parte dei comuni e regioni inviando cartelle a vanvera,come per esempio l'agenzia delle entrate a fatto con i SUOI studi di settore delegando equitalia altra catastrofe su inermi cittadini.

rosa52

Lun, 21/03/2016 - 13:57

visto che questo regime si rafforza sempre di piu',mi viene il dubbio se rimarremo ancora padroni dei nostri beni o il fisco trovera' il modo per appropriarsene!

lavitaebreve

Lun, 21/03/2016 - 14:08

Dove ci sono i comunisti al governo, chissà come mai , aumenta la povertà , diminuisce la libertà , e i cittadini scappano. POVERA ITALIA !!!

tiromancino

Lun, 21/03/2016 - 15:07

A quando il permesso per ritirare il contante,acquistare,la paura di movimentare moneta farà sì che si spenderà di meno e chissenefrega se qualcuno perderà il lavoro. W l'Italia

vince50_19

Lun, 21/03/2016 - 15:18

Ma.. controlleranno anche hegde founds, banche, industriali, assicurativi, società con reddito da capitale, quanto guadagnano i malavitosi etc.? Questi sono i maggiori evasori in cui sono compresi, nel nero, le pmi e .. udite udite .. anche pubblici dipendenti! Ma sul serio credono di poter recuperare 200/220 miliardi di evasione fiscale in questo modo? Fanno solo sorridere quando vendono fumo! Personalmente non temo alcun controllo, sia chiaro: con quei quattro che ho vadano piuttosto ad investigare chi muove con pochi click e in pochi secondi miliardi di euro, piuttosto. Se ci riescono..

Lucky52

Lun, 21/03/2016 - 15:22

Mi sapete dire allora che cavolo ci fanno firmare a fare i documenti sulla privacy per ogni cavolata che facciamo, anche per l'acquisto di un semplice cellulare o qualsiasi visita medica? Fra poco sapranno anche tutte le volte che andiamo in bagno. Tanto chi vuole evadere evaderà lo stesso, magari più di prima. A rimetterci saranno solo i consumi.

Luigi Farinelli

Lun, 21/03/2016 - 15:37

La prossima mossa quale sarà: mettere un microchip sottopelle per controllare ogni mossa degli individui? E magari ci saranno codici numerati sottopelle che inizieranno con 666, il numero della Bestia previsto dall'Apocalisse di Giovanni?

Luigi Farinelli

Lun, 21/03/2016 - 15:43

Faranno chiudere esercizi commerciali per un errore di dieci centesimi come accaduto (vedi altro articolo di questo giornale)al proprietario di un bar che anziché battere l'importo di un decaffeinato (1,10 euro) ha battuto per errore quello di un caffè normale (1,00 euro)?

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 21/03/2016 - 16:08

Maahh, se per puro caso trova , come nel mio, debiti me li ripiana???

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 21/03/2016 - 16:28

Ma non si scrive onnisciente?

beale

Lun, 21/03/2016 - 17:15

la lotta (impari) è tra produttori di ricchezza e consumatori di essa. sono ormai troppi quelli da mantenere e quelli che aspirano ad essere mantenuti. chi fa politica si sente padrone ed agisce come tale. vedasi le nomine di Renzi nei vari servizi, alla Rai, ambasciatori,vertici militari.siamo ormai nella peggiore applicazione dell'assolutismo comunista per giunta.è necessario riappropriarsi della sovranità iniziando dai comuni. è fuori logica (democratica) che un sindaco prenda ordini dal prefetto. ai sindaci deve essere vietato attribuire deleghe ai dirigenti per limitare l'invadenza della burocrazia; istituire in ogni comune un consiglio superiore del popolo che indaghi sugli indebiti arricchimenti e commini come massima pena l'esilio con la confisca dei beni.

levy

Lun, 21/03/2016 - 18:12

Uno stato totalitario che calpesta i diritti dei singoli individui per racimolare ancora un po' di denaro che naturalmente non basterà.

masterter

Lun, 21/03/2016 - 18:31

Ma è vero quanto dice "striscia la notizia" sull'operato del nostro sistema fiscale? Io non lo credo possibile.

masterter

Lun, 21/03/2016 - 18:33

bandog! Dipende, lo sai.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Lun, 21/03/2016 - 18:38

Tra poco metteranno il petometro, giustamente perchè l'nquinamento deve essere punito, poi vuol dire che si è mangiato, dove sono stati presi i soldi per la spesa

Ritratto di giulio_mantovani

giulio_mantovani

Lun, 21/03/2016 - 18:38

500 milioni di informazioni che verranno comunicate al Fisco. Mi domando se dovessero essere intercettate anche dalle varie mafie che fine faranno...o che faremo!

Tokugawaona

Lun, 21/03/2016 - 18:53

Che novità saremmo sempre più controllati,ma chi controllerà loro..?

Luca66

Lun, 21/03/2016 - 19:02

Si confermo si scrive "onnisciente". Ad ogni modo vorrei citare Churchil che, a proposito dell'eterno contrasto tra capitalismo e comunismo soleva dire:" Il capitalismo è un'iniqua distribuzione della ricchezza mentre il comunismo è un'equa distribuzione della povertà". Personalmente preferisco di gran lunga il capitalismo, primo perché non sono geloso di chi ha più soldi di me e secondo perché preferisco far vivere i miei cari in modo dignitoso e non nella povertà che rende schiavi. I "catto comunisti" e i "radical chic" Italiani ci vogliono sudditi poveri e tartassati ma... si ricordino di come è finita in Francia dopo il 1789!