Allarme della Cgia: tra novembre e dicembre 24 scadenze fiscali

Una raffica di scadenze rischia di mettere in difficoltà le piccole imprese, che dovranno sborsare tra i 10mila e i 50mila euro

Tra novembre e dicembre arriverà una raffica di scadenze fiscali e contributive. A lanciare l'allarme è la Cgia di Mestre, che ricorda come le imprese dovranno fare fronte a 24 pagamenti, che in molti casi saranno anche più onerosi di quanto accaduto in passato.

Rincari, dopo l'aumento dell'Iva al prossimo 1 ottobre, arriveranno anche su Irpef, Ires e probabilmente anche sull'Irap. Le piccole imprese dovranno versare tra i 10.800 e i 56.000 euro, cifre che rischiano "di mettere definitivamente in ginocchio moltissimi operatori economici".

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 29/06/2013 - 14:18

chiudete andate all'estero in Italia solo gli statali possono vivere con lo stipendio assicurato e i buoni pasto TUTTI GLI ALTRI SONO EVASORI E LADRI

unosolo

Sab, 29/06/2013 - 16:02

non bastavano i debiti che avevamo ci dobbiamo sobbarcare anche l'ultimo aiuto per i giovani ottenuto dal PCM in Europa , cosi facendo aumenteranno di molto gli interessi ed è chiaro l'aumento della pressione fiscale su chi produce e da PIL. Da diversi anni ci prendono in giro ma la spesa delle PA non cala anzi sembra quasi che aumenti alla sordina , dobbiamo anche mantenere sempre in rosso la RAI con tutti i canali e signori dirigenti.

m.m.f

Sab, 29/06/2013 - 16:59

adesso vediamo saccomanni se riesce a fare quello che nessuno è mai riuscito in questo paese. persino il cinico rettiliano monti quando è giunto il momento di toccare gli interessi della casta mafiosa ladra e corrotta se la è data a gambe levate ...........la uncia via di soluzione rimane andare all'estero. questo paese si merita di rimanere solo e svuotato. le tasse se le pagheranno tra di loro........qui i giochi sono finiti per sempre . se Saccomanni lo fa probabilmente andrà a palazzo chigi o a Montecitorio a bordo di un carro armato leopard o panther.......

cicero08

Sab, 29/06/2013 - 17:16

Tranquilli ci pensa Alfano che ha voglia di continuare a segnare con regolarità. Solo la nuova Forza Italia lo può fermare.