Anche la Corte dei Conti boccia manovra e Def: "Deficit non rassicurante"

Dopo Bankitalia, pure la Corte dei Conti dà un parere non proprio favorevole alla Nota di aggiornamento al Def in discussione nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

Il presidente dell'organo contabile dello Stato, Angelo Buscema, ha infatti parlato di un "quadro macroeconomico programmatico ottimistico alla luce delle attuali tendenze del ciclo economico internazionale". "Esso sconta un marcato abbattimento dello scarto negativo, osservato prima della crisi e ancora nel recente passato, tra tasso di crescita dell'Italia e tasso di sviluppo del resto dell'Area dell'euro", ha spiegato Buscema.

Che poi ha lanciato l'allarema anche sul rapporto deficit/Pil: "È un indicatore cruciale", ha detto, "Se è discutibile il ruolo che l'indebitamento può giocare nel breve termine, vi è consenso nel ritenere che nel lungo periodo la crescita del debito danneggia l'economia, mina la fiducia di famiglie e imprese e riduce gli investimenti, stante il permanente rischio di instabilità finanziaria". E aggiunge: "La traiettoria disegnata nel quadro programmatico della Nota non appare rassicurante".

Per questo la Corte dei Conti chiede al governo che "interventi a favore dei trattamenti previdenziali e delle politiche di assistenza che puntino al contrasto della povertà" siano adottati "senza mettere a rischio la sostenibilità finanziaria del sistema".

Commenti
Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Mar, 09/10/2018 - 16:32

Aprire una istruttoria sugli sprechi del Governo Renzi in particolare per il quadrigetto AIRBUS A340/500 per tutti i milioni buttati per sua sfrontatezza questo non lo fanno. Anche questi succubi del P/D?

Calmapiatta

Mar, 09/10/2018 - 16:39

Cioè fatemi capire...Durante il governicchio Renzi, il debito ha continuato a salire, ma la Corte dei Conti è stata silente. Ora, anche la Corte dei conti comincia a dire le stesse cose. Forse dovrebbero capire che se questo governo cade sotto i colpi dell'europa e delle elite interne, non è che domani gli uccellini continuano a cantare...Qui le cose potrebbero davvero peggiorare. Il "Mussolini" di turno ancora non c'è, perchè stanno facendo di tutto per farlo nascere?

jaguar

Mar, 09/10/2018 - 16:47

Tutto questo giro di parole, per non dire nulla.

MOSTARDELLIS

Mar, 09/10/2018 - 16:59

Ora anche alla Corte dei Conti sono diventati tutti esperti economisti. Sicuramente il suggerimento arriva dal Quirinale.

agosvac

Mar, 09/10/2018 - 17:00

Una piccola domanda alla Corte dei Conti: scusatemi ma dove eravate quando la sinistra al Governo rovinava l'Italia?????

VittorioMar

Mar, 09/10/2018 - 17:06

...temono per il taglio dei loro STIPENDI e delle loro PENSIONI ???..non sarebbe DISDICEVOLE...proprio NO !!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 09/10/2018 - 17:36

@VittorioMar - hai prorpi oragione, bisognerebbe farlo davvero. meritano solo questo i parrucconi sanguisughe.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 09/10/2018 - 17:39

Forse ci sono troppi conflitti d iinteressi tra i vari poteri dello Stato. Ma chi comanda e chi deve comandare? Ma si può comandare per come ha votato il popolo o si è soggetti a dictat e veti contrari per vocazione politica? Così significa ingessare il tutto. La democrazia è ben altra cosa. E quindi che succede?

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mar, 09/10/2018 - 17:52

E vai... anche questi sono Komunisti... Ma esisterà qualcuno che non lo è? Ricordate quello ubriaco contromano sull'autostrada? Si lamentava che andassero tutti gli altri contromano... Ora, vediamo un pochino di far chiarezza: Se togli il duo sette bellezza e Conte che non conta ma se la canta, TUTTI e dico TUTTI gli altri sono perlomeno Komunisti. Non scappa nessuno. Ma gli specchia cosa servono? Passi per gli Eurocrati, ma anche Draghi? anche i nostri istituti nazionali, tutti a cospirare contro il governo scureggiallo? ma dico, un minimo di sospetto che possa essere una manovra farlocca non viene a nessuno dei boccaloni qui presenti a commentare. Boh... per me si sono bevuti il cervello.

OttavioM.

Mar, 09/10/2018 - 18:26

Quando hanno dato 20 miliardi alle banche, stanziato decine di miliardi per i migranti come se i soldi crescessero sugli alberi, quando il debito pubblico è aumentato a colpi di bonus e 80 euro, ma dov'erano i difensori del rigore? Si sono svegliati tutti adesso per dare addosso al governo per qualche miliardo messo su superamento fornero, politiche per i poveri, risarcimenti ai risparmiatori truffati? In pratica in Italia puoi dare soldi alle povere banche, ma ai poveri dell'Italia no?

lorenzovan

Mar, 09/10/2018 - 18:47

gpmbloddooooooooo...e poi come dice ggiggetto sette bellezzer...mica sono stati eletti!!!! e' il bbobbolo che comanda...spero peri due arlecchini che non sia lo stesso bbobbolo che al 10 gugno 1940 a roma aveva orgasmi e poi appena cinque anni dopo...il 28 aprile 45..a milano .scalciava e urinava su dei morti....

lorenzovan

Mar, 09/10/2018 - 18:50

@atomix....come fanno a bersi una cosa che non hanno mai avuta?

Popi46

Mar, 09/10/2018 - 19:03

@Leonida55: succede che siamo nella m..... Non da oggi, da sempre. Fintanto che si è potuto “governare” con le cambiali (cioè i pagherò) la nostra”democrazia”,nata sulle ceneri del ventennio, è andata a gonfie vele, che, appunto, hanno gonfiato il debito. Poi è arrivata l’UE con le sue nuove regole e il debito va pagato. Se tu hai un monolocale affittato a X e X non ti paga, che fai, ti inc.....,o vesti gli abiti della Caritas?