"Offerte non chiare". L'Antitrust sanziona Vodafone e Wind Tre

Secondo l'Autorità le due compagnie telefoniche avrebbero indicato agli ex clienti solo prezzo e traffico incluso dell'offerta, omettendo i costi aggiuntivi

Una multa complessiva di oltre 10 milioni di euro: 6 milioni a Vodafone e 4,3 milioni a Wind Tre. Sono le sanzioni inflitte dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato alle due compagnie telefoniche, al termine delle due istruttorie avviate nei loro confronti.

L’Antitrust ha infatti accertato delle violazioni al Codice del consumo commesse dai due colossi della telefonia, in particolare all’articolo 22 della legge in materia di diritti del consumatore. In sostanza, l’Autorità ha rilevato che da giugno 2018 Vodafone e Wind Tre non hanno fornito informazioni chiare e immediate nella promozione di offerte “personalizzate” di winback per i servizi di telefonia mobile rivolte ad ex clienti. Questi ultimi sono stati contattati quasi esclusivamente tramite un sms. Le due compagnie telefoniche si sono limitate a indicare solo le condizioni del piano tariffario relative a prezzo e traffico incluso. Nel messaggio hanno invece omesso di comunicare al cliente ulteriori costi e vincoli di fruizione delle offerte. In questo modo, Vodafone e Wind Tre hanno indotto il consumatore a non avere un quadro ben definito della proposta. Quindi il cliente ha preso una decisione su offerte che altrimenti non avrebbe accettato.

Inoltre, l’Antitrust ha accertato una violazione dell’articolo 65 del Codice del Consumo nella fase di adesione dei consumatori a tutte le offerte di telefonia mobile. A tal proposito, i due colossi delle telefonia hanno attivato diversi servizi e opzioni aggiuntive rispetto all’offerta principale, con un sovraccarico di costi e senza il preventivo ed espresso consenso del consumatore.

Dopo le sanzioni dell’Autorità è arrivata la replica di Vodafone. In una nota, l’azienda ha fatto sapere che “ha posto in essere molteplici iniziative volte a rendere più consapevole il consumatore di tutte le componenti dell'offerta e dei relativi costi, sin dal primo sms ricevuto, oltre che al momento della sottoscrizione del contratto in negozio”. Vodafone ha precisato che i messaggi inviati ai clienti destinatari delle offerte personalizzate, contengono un link che consente al consumatore di accedere direttamente ai dettagli dell’offerta e dei costi. Inoltre, ha aggiunto che sul sito web si può accedere a una specifica sezione che indica anche i costi aggiuntivi. La compagnia telefonica ha detto "di aver implementato misure di trasparenza complete ed adeguate, che sono anche state proposte come impegni che l'Autorità non ha voluto accettare, e confida di poter dimostrare la correttezza del proprio operato nelle sedi opportune".

Commenti

cgf

Dom, 08/12/2019 - 01:28

TUTTI uguali, e TIM? Quello si che è un vero inferno, parafrasando LETTERALEMENTE Dante... Lasciate ogni speranza, voi ch'intrate...Guai a voi, anime prave! Unica veramente chiara, comoda dove in tutta Europa, dove funziona, è Iliad. Quello è il costo VERAMENTE PER SEMPRE, stop.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Dom, 08/12/2019 - 18:59

multe? a) non le pagheranno mai b) se le pagheranno,aumentera' i canoni delle telefonie..cosi' a rimetterci,è sempre lo stesso pantalone.quando all'antitrust si daranno una mossa?