Aperto a Viareggio il salone della grande nautica made in Italy

Super e maxi yacht in scena al Versilia Yachting Rendez-vous: presenti le eccellenze della cantieristica italiana che fa navigare le barche da sogno in tutto il mondo

Si è aperta sulle note della banda della Marina Militare con l’alza bandiera e il taglio del nastro la terza edizione del Versilia Yachting Rendez-vous, il salone internazionale dedicato alla nautica alto di gamma in scena a Viareggio fino al 12 maggio. Salone della cantieristica che ha nel distretto di Viareggio il più importante “motore” dell’industria di settore soprattutto per quanto riguarda la produzione di super e maxi yacht, barche da sogno, concentrato unico di design stile e tecnologia che navigano nei mari tutto il mondo.

Al "giro" istituzionale lungo le banchine delle Darsene Italia ed Europa dove sono attraccate le imbarcazioni e fra gli stand degli espositori hanno partecipato Edoardo Rixi viceministro delle Infrastrutture e trasporti, Enrico Rossi presidente della Regione Toscana, Giuseppe Tarzia contrammiraglio della direzione marittima della Toscana e della Capitaneria di Porto di Livorno, e Giorgio Del Ghingaro sindaco di Viareggio. Accompagnati da Lamberto Tacoli presidente di Nautica Italiana Vicenzo Poerio, presidente del Distretto per la Nautica e Portualità Toscana e Fabrizio Curci, amministratore delegato di Fiera Milano.

"La Regione assumerà un impegno di durata triennale per sostenere il Versilia Yachting Rendez-vous fino al 2022 - ha annunciato il presidente Enrico Rossi, che ha ricordato come la Regione abbia "sostenuto con 400mila euro l'anno questa iniziativa capace di creare un movimento finanziario da otto milioni di euro e rappresenta una vetrina importante per il manifatturiero costiero, forte di quattromila imprese che producono due miliardi di fatturato, cioè una fetta importante del Pil della Toscana che non supera i 100 miliardi". Rossi, dopo aver ringraziato gli organizzatori per le iniziative previste in questa edizione aver accresciuto il numero degli espositori, ha sottolineato che "sarebbe opportuno arrivare a firmare con il governo un protocollo di intesa per sostenere in modo adeguato la manifestazione" dicendo di essere convinto che si arriverà alla firma in modo che il governo “possa giocare un ruolo da protagonista nel Versilia yachting rendez-vous che, con la cantieristica, rappresenta una realtà di grande spessore da coltivare e rilanciare con l'impegno di tutti".

Ed è dedica al made in Italy la tavola rotonda Comunicare l’Eccellenza Italiana tra Artigianalità e Innovazione organizzata da Nautica Italiana che si terrà venerdì 10 maggio alle 15 al centro congressuale il Principino di Viareggio, moderata dal giornalista Nicola Porro, presenti esponenti di spicco del made in Italy della nautica e del mondo produttivo per testimoniare come passato e presente siano legati insieme.
Dibattito - aperto al pubblico - preceduto da un intervento di Deloitte dal titolo Yachting Market Monitor in a Luxury World dedicato all’evoluzione della nautica da diporto, all’andamento del mercato a livello globale, all’andamento del valore della produzione cantieristica Italiana nel 2018, al suo posizionamento nel comparto allargato dei beni di lusso, al ruolo della comunicazione all’interno del mercato luxury.

Partecipano Renzo Cotarella, ad di Marchesi Antinori, Brunello Cucinelli, chairman e ceo di Brunello Cucinelli, Stefano Domenicali, chairman e ceo di Lamborghini, Elisabetta Franchi, owner e president di Elisabetta Franchi, Massimo Perotti, chairman e ceo di Sanlorenzo Spa, Lamberto Tacoli, presidente e ceo di Perini Navi e Isabella Traglio, owner e deputy general manager di Gemmologist Vhernier.

“Viareggio, culla della nautica di fascia alta, ospita brand leader del settore manifatturiero italiano - dice così Lamberto Tacoli - e mi piace pensare che l’averli tutti riuniti qui, per scoprire come l’innovazione si sposi perfettamente alla tradizione artigianale, possa far comprendere il ruolo fondamentale che la comunicazione assume nello stabilire il successo e la leadership del made in Italy nel mondo”.
E per sottolineare il ruolo dello stile italiano nel mondo sarà trasmesso un video-messaggio di Giovanna Vitelli, vicepresidente del Gruppo Azimut-Benetti e vicepresidente di Nautica Italiana, che mostrerà in esclusiva le immagini dell’installazione dell’Azimut S6 a New York in Times Square, in occasione della New York Design Week. Il progetto, realizzato per celebrare i 50 anni del Gruppo, testimonierà quanto il made in Italy nautico non sia soltanto leader indiscusso dei mercati internazionali ma contribuisca in maniera concreta alla sua stessa promozione con iniziative di comunicazione straordinarie.

Per saperne di di più e visitare il salone di Viareggio www.versiliayachtingrendezvous.it