Arriva la moneta da 2,5 euro

Il Beglio aggira il veto della Francia: la moneta per Waterloo avrà valore solo simbolico, senza corso legale

Una moneta simbolica dal valore fittizio di 2,5 euro, senza corso legale ma puramente commemorativa. È la soluzione "col trucco", degna del Paese patria del Surrealismo, che il Belgio ha trovato per aggirare il "non" francese alla moneta da due euro per ricordare i 200 anni dalla battaglia di Waterloo, che decretò la definitiva sconfitta di Napoleone.

Essendo un conio puramente per collezionisti e appassionati e che non può essere usato nelle quotidiane transazioni economiche, Bruxelles non ha quindi bisogno di chiedere il via libera agli altri Paesi dell’Eurozona. La zecca belga aveva infatti previsto, prima del veto di Parigi, di battere 270mila esemplari del pezzo da 2 euro per il bicentenario di Waterloo, di cui 180mila già pronti. Una perdita per l’erario da 1,5 milioni di euro, che ora il ministero belga delle finanze cercherà di colmare vendendo la moneta commemorativa dal valore fittizio di 2,5 euro. "Sono un pochino sorpreso da tutta questa agitazione - ha dichiarato il ministro delle finanze di Bruxelles, il nazionalista fiammingo Johan Van Overtveld - l’Europa ha ben altri dossier da trattare e sfide importanti da raccogliere per perdere il suo tempo e la sua energia per questa storia".

La Francia lo scorso 5 marzo si è mobilitata, scrivendo una lettera al Consiglio Ue secondo le procedure previste, chiedendo di bloccare il pezzo da 2 euro presentato dal Belgio in quanto, nonostante risalga al 1815, la battaglia Waterloo, in cui morirono 55mila persone, resta un "simbolo negativo". Rischiando quindi di suscitare "reazioni avverse" tra i francesi, per altro in un momento in cui i governi europei stanno facendo sforzi per "rafforzare l’unità" dell’Eurozona.

Commenti

firmini sandro

Sab, 14/03/2015 - 11:07

ecco era ora che coniassero le rimpiante diecimilalire. ci hanno fatto credere che 100.000 lire fossero euro 51,64,ma in realtà corrispondono alla modica cifra di euro 25.

firmini sandro

Sab, 14/03/2015 - 11:30

con 10.000 lire acquisteremo,oggi,ciò che costa 40 euro...sob

giovaneitalia

Sab, 14/03/2015 - 11:32

Non riesco a capire perché non si stampa la banconota da 1 € (per intenderci di carta), proprio cole é il Dollaro USA. In un periodo come questo, una crisi che dura da anni, si farebbe sicuramente più attenzione a spendere gli spiccioli che ognuno di noi abbiamo in tasca, che sono tanti, e non con superficialità. Altro che la pubblicità per dell´€uro che nessuno vuole.

firmini sandro

Sab, 14/03/2015 - 12:06

giovaneitalia vuole vincere le elezioni? e' facile..fondi il PCC PARTITO CONTRO I CENTESIMI

gianrico45

Sab, 14/03/2015 - 13:47

RIDATECI LA LIRA PIUTTOSTO

rossini

Sab, 14/03/2015 - 14:17

Ma quanto sono sxxxxxi i Francesi. Gli brucia che venga commemorata una battaglia in cui le presero di brutto e che è passata alla storia come sinonimo di sconfitta. Il fatto è che di sconfitte clamorose ne hanno collezionate nell'arco della storia. Da Alesia da parte dei Romani, a Azincourt e Cressy da parte degli Inglesi, a Pavia da parte degli Spagnoli, a Sedàn da parte dei Prussiani, a Bien Dien Phu da parte dei Vietnamiti. E persino a Barletta, nella famosa disfida, da parte degli Italiani.

fer 44

Sab, 14/03/2015 - 16:45

Perchè i tedeschi non sono arrivati a Parigi, prima che arrivassero gli anglo-americani a tirarli fuori dalla m...a????

Galileo Buzzi F...

Sab, 14/03/2015 - 17:35

Giovaneitalia ha perfettamente ragione, perche' non stampiamo la banconota di 1 Euro e forse anche di 2 Euro eliminando la moneta e lasciando la moneta solo per le frazioni di 1 Euro. Si avrebbe piu' senso del valore dell'Euro. Come del resto si ha in USA. Copiamo l'America solo nelle cose stupide e volgari e non nelle cose che funzionano bene (vedi Lavoro e severita' della legge).

bruco52

Sab, 14/03/2015 - 18:52

Ai francesi ancora brucia il fatto di non essersi impadroniti per sempre dell'Europa, al pari dei tedeschi, con i quali, dopo secoli di guerre, hanno cercato di spartirsela finanziariamente....ma siccome i tedeschi sono più duri dei francesi, l'Europa se la stanno, o vorrebbero, prendersela tutta loro, con scorno dei francesi...