Asse Sky-Netflix contro Amazon&C.

Il gruppo di Murdoch trasmetterà film e serie della società Usa. In Italia il via entro il 2019

Gli arcinemici diventano amici. La pay tv via satellite per eccellenza, Sky e la prima web tv al mondo (118 milioni di abbonati), Netflix si alleano per raggruppare l'offerta dei loro contenuti all'interno di un nuovo pacchetto di abbonamento tramite la piattaforma Sky Q. La pay tv satellitare renderà disponibile l'offerta Netflix a tutti i suoi clienti, che potranno realizzare pacchetti di intrattenimento ad hoc. Insomma si potrà scegliere a quali contenuti abbonarsi. I clienti potranno vedere così tutto tramite un unico decoder, compresi i canali in chiaro della tv generalista e su tutti i device possibili: dalla tv allo smarphone.

L'accordo permetterà ai clienti Sky di avere accesso diretto ai contenuti Netflix all'interno del menu Sky Q, e trovare facilmente i programmi preferiti avvalendosi delle funzioni di ricerca e comando vocale di Sky Q. Agli attuali clienti Netflix sarà offerta inoltre la possibilità di migrare il proprio account nel nuovo pacchetto Sky Tv. Un solo pacchetto dunque per migliaia di contenuti. La rivoluzione arriverà l'anno prossimo con il lancio di Netflix insieme al nuovo pacchetto Sky prima in Gran Bretagna e Irlanda e poi negli altri paesi europei dove Sky è presente: ossia Italia, Germania, Francia e Austria. Una mossa spiazzante per bilanciare il tiepido successo di Netflix in Europa, dove la tv via web può essere surclassata da offerte di altri «Ott». Come quella di Amazon che, con Prime, vende in un sol colpo contenuti ma anche la consegna gratuita delle merci acquistate tramite la sua piattaforma di e-commerce. Un modello di business difficile da battere. Ecco dunque spiegata la sinergia tra Netflix e Sky, che è la maggior pay tv in Europa con 23 milioni di clienti. «Siamo di fronte a una tappa rivoluzionaria nel nostro percorso di innovazione tecnologica e culturale - ha detto l'ad di Sky Italia Andrea Zappia - che può accelerare grazie agli investimenti e alle sinergie sviluppate». Soddisfatto anche Reed Hasting ad e fondatore di Netflix. «Grazie a questa partnership i clienti Sky potranno avere accesso diretto e godersi il meglio dell'intrattenimento su una sola piattaforma».

L'accordo con Netflix si estende anche ai servizi streaming di Sky senza abbonamento. Nel Regno Unito e in Irlanda, Sky lancerà Netflix come app stand-alone sulla famiglia dei dispositivi streaming di Now Tv, incluso lo Smart Stick Now Tv lanciato di recente. A seguire, anche Sky Ticket in Germania e Austria, e Now Tv in Italia, lanceranno un'app Netflix per i loro dispositivi. Sullo sfondo c'è però sempre la battaglia per il controllo di Sky, ora controllata con il 39% delle quote da 21 Century Fox, il colosso media che fa capo a Rupert Murdoch, cominciata proprio questa settimana con l'offerta da 25 miliardi di euro da parte di Comcast. Da sottolineare che 21 Century Fox ha fatto a sua volta un'offerta per il 61% di Sky che ancora non controlla e Murdoch, dopo l'offerta di Comcast, ha fatto sapere di essere pronto al rilancio. Ma gli intrecci non si fermano qui. Fox infatti è in procinto di cambiare padrone, avendo ricevuto un'offerta da 53 miliardi di dollari da Disney. Quanto a Netflix, negli Stati Uniti, ha stretto un accordo proprio con Comcast, che possiede Nbc Universal e XFinity, per diffondere i suoi contenuti.

Commenti

marygio

Lun, 05/03/2018 - 09:43

lo sprovveduto sarebbero quelli di vivendi?...ahhhhhh. voglio vederla la multona per ...premium....ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh