Autogrill vola: ricavi su del 3,3%

L'operatore leader mondiale nei servizi di ristorazione per chi viaggia tocca i 3,19 miliardi di ricavi ad agosto 2019

Autogrill continua a correre ad alta velocità e fa segnare una crescita dei ricavi del 3,3%. L'operatore leader mondiale nei servizi di ristorazione per chi viaggia tocca i 3,19 miliardi di ricavi ad agosto 2019, proseguendo la strategia di allocazione del capitale in linea con quanto comunicato in occasione del Capital Markets Day, quando la società lanciò la sua sfida: quella di portare i ricavi nel 2021 a 5,3 miliardi di euro.

Il Consiglio di Amministrazione di Autogrill SpA ha esaminato e approvato i dati dei ricavi consolidati dei primi otto mesi al 31 agosto 2019. Numeri col segno più che raccontano di una solida performance del canale aeroportuale (+7,5% a cambi costanti), trainata dalla performance like for like del 5,1% e dal contributo netto positivo delle nuove aperture e acquisizioni.

Inoltre, ecco anche la crescita like for like dei ricavi di Gruppo al +3,1%, guidata soprattutto dal Nord America: forte crescita like for like negli aeroporti (+5,5%). Buona anche la performance International: nonostante il rallentamento del traffico nell'aeroporto di Schiphol (Amsterdam) e nei Paesi Nordici, mentre in Europa la crescita like for like è in progressiva accelerazione trainata dall'Italia.

Le nuove aperture, al netto delle chiusure, le acquisizioni e le cessioni riflettono la strategia di allocazione del capitale del Gruppo. Si registra un contributo positivo per oltre cinquanta milioni di euro generato dal saldo netto di nuove aperture - in Nord America (aeroporti di New York LaGuardia, Dallas Fort Worth, Orlando, Denver, Charlotte e San Jose) in Nord Europa (Olanda e Norvegia) e in Asia (Vietnam, India e Cina) - e acquisizioni nel canale aeroportuale nel periodo e ottimizzazione del portafoglio nel canale autostradale e nei canali non strategici.

Commenti

cir

Gio, 26/09/2019 - 17:33

miracoli, con le ciofeche che vendono !

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 26/09/2019 - 18:27

E ci credo con quello che costa mangiare!