Badanti, infermiere e colf: la nuova frontiera della Coop

Nei supermercati rossi si possono già acquistare medicine, aprire mutui per la casa e sottoscrivere assicurazioni sanitarie. Ora vogliono sfruttare i contatti con le cooperative sociali

Dalla badante alla babysitter, dalla donna delle pulizie all'infermiera. Le offerte migliori? Si trovano tra gli scaffali della Coop. Il matrimonio tra i colossi emiliani della grande distribuzione (Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Nordest) ha infatti partorito lo sportello Fare Mutua. Il nuovo servizio dei supermercati rossi è la nuova frontiera per fare soldi e mira a differenziare il più possibile la grande distribuzione andando ad allargare il ventaglio delle offerte. Offerte che, come spiega ItaliaOggi, già contemplano anche prestiti di denaro e pacchetti assicurativi.

"Vorrei solo fare il mestiere in cui riesco, vendere alimentari". Bernardo Caprotti, ormai. lo ripete da anni. È sconsolato perché la concorrenza della Coop è sleale. "A Genova è impossibile aprire un supermercato, a Livorno ho un terreno acquistato dalla Fiat oltre vent'anni fa, ma non sono mai riuscito a utilizzarlo. Perché? Perché c'è il monopolio coop". E il monopolio della Coop spazia in tutti i campi e in tutta Italia. Il presidente di Legacoop Mauro Lusetti ha spiegato molto chiaramente che la strategia è arrivare ad avere supermercati dove si possa trovare di tutto: fare il pieno di benzina o mantenersi tonici in palestra, incontrare il consulente finanziario o scegliere la badante. Adesso il progetto è andare a mettere le mani anche sull'offerta di donne delle pulizie, badanti, infermiere a domicilio, dogsitter e professori per le ripetizioni. Guarda a caso dentro a Legacoop ci sono proprio cooperative sociali che offrono personale di questo tipo. Ben dodici di queste cooperative saranno quindi associate al nuovo progetto mettendo a disposizione il proprio personale a disposizione dello sportello Fare Mutua.

Le Coop non si fermano solo a offrire badanti o dogsitter. Non è così che si fanno i veri soldi. Come spiega Giorgio Ponziano su ItaliaOggi, infatti, il "prestito soci" è uno dei punti caldi dell'operazione. La tessera fidelity su cui il socio versa i soldi gli mette a disposizione offerte promozionali sui prodotti e assicura un tasso netto del 2%. Il giro d'affari è piuttosto grande. Si parla di 2,6 milioni di soci che hanno già fatto convogliare risparmi per 4 miliardi di euro nelle casse delle cooperative. Miliardi che vengono reinvestiti in operazioni finanziarie. Non bisogna, quindi, stupirsi se l'azionista di riferimento di Unipol-Sai, con un pacchetto del 20%, sia proprio la Supercoop. Tra gli ultimi prodotti finanziari elaborati dal colosso rosso c'è Unipol-Salute che mette all'angolo il fallimentare Sistema sanitario nazionale.

Commenti

Massimo Bocci

Mer, 01/04/2015 - 10:03

Mi sembra più che logico che queste....METASTASI PAN DEMOCRATICHE, di TRUFFATORI ABITUALI,sfruttino le loro organizzazioni per ampliare LUCRI COOP!!! Dalla Banca non Banca ( con librettino anche per cosche), ma attenzione a dirlo in pubblico (avete visto il Bunga Bunga e famiglia) sono COSE SEGRETATE (LA MxxxA ROSSA SU LAVA IN FAMIGLIA)..... UN REGIME DI MARCI, LADRI....... dal 47!!!!

gianni.g699

Mer, 01/04/2015 - 10:20

Ma in tosca...ana non viene nessuno a dare un occhio ??? xchè qui le coop e vanno, e come vannooo ...

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 01/04/2015 - 11:34

Ma si può sapere il perchè vi lamentate?. Vogliamo il MULTICULTURALISMO, la BLOBALIZZAZZIONE, il MULTIRAZZISMO, perchè le SORELLE COOP non possono seguire il MONDO MODERNO?. Io ho fatto un piccolo esperimento. Ho provato ad acquistare prodotti a marchi COOP, confrontandoli con prodotti di altre MARCHE ed è uscito, che il prodotto COOP costa di MENO per gli ingredienti INFERIORI ad un prodotto equivalente. La stessa cosa per i medicinali (Originali o Alternativi), non hanno le stesse caratteristiche. Per farla breve, "Poco si spende, poco si gode"

Duka

Mer, 01/04/2015 - 11:46

@gianni.g699 Non credo che il bullo fiorentino occupi LA POLTRONA per le sue capacità. Ha già dimostrato ampiamente d'essere un grande esperto in bischeraggio e mega-balle, quindi da qualche parte è stato spinto. Se poi consideriamo che un ministro è l'uomo COOP al governo, non rimane nulla all'interpretazione "l'è tutto chiaroooo"

rino biricchino

Mer, 01/04/2015 - 11:54

Perchè le definite "rosse"?? Sono realtà commerciali ed imprenditoriali che agiscono con logiche capitaliste e liberiste che sfruttano il vuoto democratico e normativo che c'è oggigiorno ovunque, dove la grande realtà commerciale tende a diventare sempre più grande, sempre più multinazionale, fagocitando tutto e monopolizzando a più non posso. Logiche di cui questo giornale dovrebbe essere fautore. Ma soprattutto logiche che sono trasversali. Per favore smettetela di metterci gli uni contro gli altri pur di creare lo spauracchio comunista!

Ritratto di kinowa

kinowa

Mer, 01/04/2015 - 12:10

Perché non pagano le tasse per intero come gli altri ? Perché non vengono disciplinate come gli altri? Posso capire l'occhio di riguardo all'inizio per dare lavoro a chi si associa, ma dopo, se diventa una azienda al pari delle altre, al pari delle altre deve avere oneri ed onori.

soldellavvenire

Mer, 01/04/2015 - 13:26

forse siete gelosi di una realtà che funziona, pur con gli inevitabili peccati dei quali,siete i primi a gridarlo, nessuno è escluso: con la differenza che le coop creano lavoro per un multiplo di italiani rispetto all"impresa individuale di cui siete non si sa perché sostenitori esclusivi

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 01/04/2015 - 14:34

Le COOP ROSSE altro non sono che le Organizzazioni MAFIOSE del terzo millennio. Chiuderle tutte equivarrebbe a riportare aria pulita nel Commercio ed in tutte le altre organizzazioni che vedono interessati i Lavoratori VERI, non un clan ristretto di parassiti COMUNISTI.

Ritratto di komkill

komkill

Mer, 01/04/2015 - 15:16

Okkio a sparare sempre sulle koop, questi sono kompagni solo in apparenza, molte koop funzionano meglio della concorrenza.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mer, 01/04/2015 - 15:51

Messe sott'acqua le radici ed espanse a mo' di piovra, il sovietismo comunista si svela in tutta la sua "onnipotente" arroganza ma con lo scopo di intruppare l'Italia. Ogni concorrente iniziativa è bloccata, sul nascere! Anzi, no: al sol menzionarne l'idea! A seguito dello strapotere arrogatesi, le coop hanno fatto chiudere un sacco di negozi, anche quelli gestiti da sostenitori di sinistra, come è avvenuto (ed avviene) in molte città liguri (e non soltanto liguri). Lo zoccolo duro del partito impari!... Il Politburo del partito non guarda in faccia nessuno, neppure i dipendenti delle coop stesse, trattati con contratti che, se proposti da qualsiasi azienda o ditta, diverrebbe bersaglio fisso di magistrati e sindacati. Complimenti ai sinistri per il realizzato delirio d'onnipotenza!... Ma, noti i buchi finanziari esistenti, cerchino di non farli digerire ai contribuenti, come accaduto con Monti-IMU-MPS, però!

Luis53

Ven, 03/04/2015 - 01:46

La cop sei tu e noi compagnucci possiamo RUBARE di piú