Bce: "Italia e Grecia tra i peggiori paesi Ocse per qualità istituzioni"

Nel bollettino mensile della Bce si legge che "l'Italia e la Grecia sono tra i paesi con i risultati peggiori in termini di qualità delle istituzioni"

L'Italia e la Grecia sono tra i paesi con i risultati peggiori in termini di qualità delle istituzioni. Lo scrive la Bce nel bollettino mensile, tenendo conto della graduatoria Ocse. Dando uno sguardo su tutti i Paesi la Bce osserva che la Finlandia "è alla frontiera in termini di solidità istituzionale", "alcuni paesi (come Lussemburgo e Paesi Bassi) sono quasi in linea con i risultati migliori dell'Ocse, mentre altri (come Grecia e Italia) sono prossimi ai paesi ell'Ocse con i risultati peggiori. Nella classifica di Eurolandia Italia e Grecia detengono rispettivamente il penultimo e ultimo posto.

Bene l'Italia per le riforme

I paesi sottoposti a tensioni nel 2010-13, tra i quali l'Italia, hanno varato "riforme considerevoli", lavoro tra queste, anche se la capacità di adeguamento delle imprese presenti differenze a livello nazionale in relazione ai tempi del varo delle riforme. "Sembra che nell'insieme l'adeguamento del mercato del lavoro sia stato percepito come più facile rispetto al passato in Grecia, Spagna, Cipro e Portogallo (dove le imprese che hanno ritenuto meno difficile adeguare salari e/od occupazione erano notevolmente più numerose di quelle che hanno riscontrato una minore facilità), mentre la capacità complessiva delle imprese di introdurre tali aggiustamenti non è variata di molto in Irlanda, Italia e Slovenia", scrive la Bce. "Ciò è coerente con la diversa tempistica delle riforme del mercato del lavoro nei vari paesi", con l'Italia che ha varato riforme significative del mercato del lavoro "solo più tardi (nel 2012 e nel 2015)".

Sul fronte dei salari, "in Italia l'adeguamento dei salari dei lavoratori già presenti sembra di fatto lievemente più oneroso nel 2013 rispetto al 2010, mentre non si rilevano sostanziali differenze per i nuovi assunti". Immutata la capacità di licenziamento nel caso italiano che è rimasta "sostanzialmente invariata".

La situazione economica

La Bce osserva che la ripresa economica nell'area dell'euro sta proseguendo, sorretta dalla domanda interna, mentre la crescita delle esportazioni rimane modesta. In prospettiva, il recupero
dell'economia dovrebbe procedere a un ritmo moderato. La domanda interna, sottolinea l'istituto centrale di Francoforte, continua a essere sostenuta dalla trasmissione delle misure di
politica monetaria della Bce all'economia reale. Le favorevoli condizioni finanziarie e il miglioramento della redditività delle imprese seguitano a promuovere la ripresa degli investimenti.

I sostenuti incrementi dell'occupazione favoriti anche dalle passate riforme strutturali e i prezzi ancora relativamente bassi del petrolio forniscono un ulteriore sostegno al reddito
disponibile reale delle famiglie e di conseguenza ai consumi privati. In aggiunta, si prevede che l'orientamento fiscale nell'area dell'euro sia lievemente espansivo nel 2016 e che diventi sostanzialmente neutro nel 2017 e nel 2018.

Al tempo stesso, evidenzia la Bce, gli andamenti sfavorevoli per la ripresa economica nell'area dell'euro includono l'esito del referendum nel Regno Unito e altre incertezze geopolitiche, le prospettive di crescita contenuta nei mercati emergenti, i necessari aggiustamenti dei bilanci in diversi settori e la lenta attuazione delle riforme strutturali. Su questo sfondo, i rischi per le prospettive di crescita dell'area dell'euro restano orientati verso il basso.

Commenti

alfa553

Gio, 04/08/2016 - 12:30

Accipicchierellina, che lampi, con quel debito pubblico lo hanno capito ora?A chi legge vorrei spiegare che anche paesi come spagna francia o qual si voglia , hanno un debito pubblico che magari cresce oltre il 3% il che e grave ma sul pil ..... netto hanno un debito del 60,70 % del pilo il che e quasi normale,invece il paese del gaudente ha un debito del 133% del PIL il che e poco meno della grecia.ma,meglio pensare alla cogna.

agosvac

Gio, 04/08/2016 - 13:04

Un momento, la Bce non boccia l'Italia ma le istituzioni italiane!!! Faccio presente che la quasi totalità degli italiani boccia le istituzioni italiane!!!!! Infatti le istituzioni sono Camera, Senato, Presidenza della Repubblica e, dulcis in fundo ,la magistratura, dimenticavo la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

acam

Gio, 04/08/2016 - 13:22

questo non ce lo doveva dire la BCE lo sapevamo alla faccia dei vari membri PD, membro inteso come lo intendeva il gioacchio de noantri

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 04/08/2016 - 13:36

Solo fino a 3-4 anni fa ci era stata paventata l'ipotesi terrificante del default,con il successivo regalo dei vari Monti Letta ed ora quel' imb....le di Renzi.Quindi il nostro paese era allo sfascio piu' completo.Possibile mai che in cosi' poco tempo abbiamo ribaltato la nostra situazione,al punto da poterci permettere di mantenere gratis centinaia di migliaia di fankazzisti, i costi delle navi che li prendono in Libia e di tutti i guai che ci procurano oltre ad un aereo personale del grullo di rignano e relativi costi ordinari e straordinari? Una simile ipotesi meriterebbe di essere definita MIRACOLO ECONOMICO. EH si in soli 2-3 anni siamo passati dal collasso economico al poter spendere allegramente miliardi di euro. Qualcosa non mi torna.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 04/08/2016 - 13:39

La BCE ha dimenticato di precisare che la peggiore di tutti per qualità delle istituzioni è la UE

accanove

Gio, 04/08/2016 - 14:49

serviva la BCE per sapere che le nostre istituzioni ed i loro rappresentanti sono dei pagliacci?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 04/08/2016 - 15:58

abbiamo fatto male a fare 2 guerre, dovevamo tenerceli gli austriaci prima ed i tedeschi dopo. Con loro le istituzioni filavano dritti. Ma è questo il problema in italia, un'Italia anarchica, che ognuno possa fare quello che vuole, la Sicilia in testa. Quante opere pubbliche mai andate a buon fine, la Sicilia da sola fa per tutte.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 04/08/2016 - 16:05

Quando i dirigenti governativi rubano troppo e le alte cariche della giustizia, fanno della giustizia carta per fregarsi le chiappe, rimangono pochi soldi, nelle casse dello stato e la giustizia potrà favorire solamente parenti e amici, mentre il resto può morire prima che le sue pratiche vengano aperte!!! Il signor Draghi dovrebbe smettere di sovvenzionare le banche, dovrebbe obbligare, direttori e dirigenti di queste a riattivare il deficit con i propri mezzi, senza derubare la popolazione, oppure she anche i loro stipendi, non superino il Massimo dettato dallo stato!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 04/08/2016 - 16:05

Brutti ignoranti della BCE, la pagherete cara la vostra rivoltante ignoranza ... l´Italia non é al livello della Grecia, é molto peggio, é la patria della mafia e dell´autoritarismo (fascista) nel mondo.

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 16:07

in un Paese dove non si rispettano le sentenze cosa aspettarsi dalla UE ?

Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 04/08/2016 - 16:19

Occazzo e adesso chi glielo dice a tutti i boriosi di sinistra?

Boxster65

Gio, 04/08/2016 - 16:27

Beh se hanno ragione di che ci lamentiamo??

@ollel63

Gio, 04/08/2016 - 16:37

andate tutti a zappare voi della bce Becere Canaglie Europee.

paolonardi

Gio, 04/08/2016 - 16:38

Hanno scoperto l'acqua calda; andrebbero insigniti del Nobel.

VittorioMar

Gio, 04/08/2016 - 16:54

....se i controlli e le ispezioni le fa la BCE..a che servono tutte quelle preposte di casa nostra?????

Ritratto di Situation

Situation

Gio, 04/08/2016 - 17:18

visto com'è la situazione "reale", quella che potrebbe essere considerata una offesa, sembra piuttosto un complimento esplicito............

Zizzigo

Gio, 04/08/2016 - 17:29

Se si prende un fantoccio e lo si veste da spaventapasseri, poi si può dire che "è" uno spaventapasseri. Dopo avere ammazzato un disgraziato, si può anche affermare che sia "morto"! Questi sono assassini con humor nero.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 04/08/2016 - 18:02

perchè è forse una novità? Centocinque cosa c'entra la UE,vuoi dire che la Olanda Germania ecc hanno pessime qualità istituzionali?Per non parlare del Luxemburgo e altri paesi europei.MIca hanno un PD al governo questi altri paesi.E dei votanti rimbecilliti come voi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 04/08/2016 - 18:02

perchè è forse una novità? Centocinque cosa c'entra la UE,vuoi dire che la Olanda Germania ecc hanno pessime qualità istituzionali?Per non parlare del Luxemburgo e altri paesi europei.MIca hanno un PD al governo questi altri paesi.E dei votanti rimbecilliti come voi.,.

RawPower75

Gio, 04/08/2016 - 19:06

Ma è possibile che ci caschino tutti, da destra e sibistra? Non avete ancora capito che le "riforme" sono studiate apposta per indebolire gli Stati, smantellare i servizi pubblici e veicolare tutto il risparmio nel settore privato?!? SVEGLIAAAAAAAAA!!!!!!!

hornblower

Gio, 04/08/2016 - 19:21

Come i "prezzi ancora relativamente bassi del petrolio" possano fornire un ulteriore sostegno al reddito disponibile reale delle famiglie e di conseguenza ai consumi privati, è un mistero. Petrolio basso=prezzi bassi=ricavi bassi=redditi da lavoro bassi=minori consumi, da questa identità contabile non si esce.

hornblower

Gio, 04/08/2016 - 19:38

@alfa533 - In Spagna e in Francia, dal 2007 ad oggi, i debiti pubblici sono passati rispettivamente dal 50% al 100% del PIL e dal 60% al 90% del PIL. In pratica il loro debito pubblico dall'inizio della crisi è aumentato rispettivamente del 100% e del 50%. In Italia invece è passato dal 102% al 132% del PIL con un aumento del 30%.

hornblower

Gio, 04/08/2016 - 19:41

@CADAQUES - "autoritarismo(fascista) del PD che governa dal 2012.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 05/08/2016 - 09:41

@hornblower ormai la parola fascismo lo mettono come il prezzemolo in tutti i piatti. Come non esiste più la parola patriota, ma razzista. Se uno è criminale è fascista, chissà perchè, ma non sanno cosa hanno fatto i comunisti che hanno fatto peggio. Almeno il Fascismo ha costruito, il Comunismo ha distrutto, ma non glielo danno a sapere.