Bollette, maxi stangata da 1,3 miliardi per rincari luce e gas

Secondo uno studio elaborato dal Codacons gli italiani nel 2018 hanno ricevuto una vera e propria mazzata con le ultime bollette di luce e gas

Allarme rincari. Secondo uno studio elaborato dal Codacons gli italiani nel 2018 hanno ricevuto una vera e propria mazzata con le ultime bollette di luce e gas.

Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 le famiglie che rientrano nel mercato tutelato hanno avuto una maxi-stangata dall'arrivo delle ultime bollette e complessivamente hanno pagato una cifra pari a 1,32 miliardi di euro. Lo scorso hanno la luce è aumentata dell'11,12% rispetto all'anno precedente, mentre il gas è schizzato al +13,67%. Un aumento medio di 93 euro in più rispetto al 2017 (+32 euro la luce, +61 euro il gas, al lordo delle tasse). Non solo. Ad aumentare è stata anche la tassazione sulle bollette energetiche. Oggi, ogni italiano paga il 38,68% di imposte e oneri su ogni fattura del gas, e il 27,62% di tasse su ogni bolletta dellelettricità. "Ciò significa che su una spesa media annua per lelettricità pari a 552 euro, la famiglia tipo ha pagato 152,4 euro di imposte; per il gas a fronte di una bolletta annuale media di 1.096 euro, la stessa famiglia ha versato addirittura 424 euro di tasse. Complessivamente nel 2018 le famiglie del mercato tutelato hanno versato 5,4 miliardi di imposte sulla fornitura di gas e 2,6 miliardi di euro di tasse e imposte sullelettricità", sottolinea il Codadons. Ed è così che il nostro Paese si posiziona al 5° posto in Europa per il gas più caro, preceduto solo da Svezia, Danimarca, Paesi Bassi e Portogallo (al 7° posto per l'elettricità più costosa).

Il Codacons, per venire incontro alle famiglie, oggi ha lanciato la campagna Stop rincari energia. "L'iniziativa mira a mettere insieme un elevato numero di consumatori che vogliono passare a un contratto di energia meno oneroso a condizioni contrattuali garantite da unassociazione che tutela i diritti dei consumatori. Trattando direttamente con i fornitori italiani tariffe e condizioni il gruppo d'acquisto intende strappare contratti più convenienti proprio grazie alla forza di negoziazione garantita dall'elevato numero di partecipanti", prosegue. Il progetto sarà portato avanti grazie alla collaborazione della società europea Pricewise che ha aiutato oltre 2,5 milioni di europei a passare a contratti energetici più economici attraverso gruppi d'acquisto per le associazioni di consumatori.

Commenti

Una-mattina-mi-...

Dom, 09/12/2018 - 20:06

PER FORZA: SI PAGA ANCHE PER CHI NON PAGA ( AD ESEMPIO I MIEI VICINI DA TRE ANNI NON PAGANO NULLA MA HANNO TUTTO)

VittorioMar

Dom, 09/12/2018 - 20:24

..C'E' QUALCUNO AL GOVERNO CAPACE DI INTERVENIRE ??...queste sono le cose che TOCCANO DIRETTAMENTE IL POPOLO SPREMUTO..e gli ELETTORI LO RICORDANO E LO TRAMUTANO IN "VOTO"...se qualcuno è INTERESSATO...!!

rosolina

Dom, 09/12/2018 - 22:16

non può essere vero...

buonaparte

Dom, 09/12/2018 - 22:53

SONO CIFRE A PRIORI SENZA NESSUNA FONDATEZZA . I COSTI DIPENDONO DAI COSTI DEL PETROLIO ,GAS , VALUTE E TASSI . NON CENTRA IL GOVERNO . SPARARE QUESTE CIFRE E' SOLO TERRORISMO ECONOMICO PER FAVORIRE LE OPPOSIZIONI AL GOVERNO E FARE PRESSIONI INDEBITE

titina

Lun, 10/12/2018 - 08:46

Ormai il riscaldamento lo uso pochissimo: un maglione e via, peccato che non posso tornare a usare le candele: c'è internet , il frigorifero e la lavatrice.

flip

Lun, 10/12/2018 - 11:04

C'è una sedicente "autorità dell'energia" (politici arcitrombati) ed (al soldo delle grandi imprese) che periodicamente si riuniscono (sic) e su indicazione delle aziende, stabiliscono i nuovi prezzi"

nicangel

Gio, 13/12/2018 - 08:16

tav no tap no ecc ecc ma in che razza di paese viviamo