Codacons: "Chiusure domenicali sono un regalo all'e-commerce"

L'associazione pronta a scendere in campo contro i provvedimenti allo studio del governo: "Il divieto di apertura determinerà la morte di migliaia di negozi"

Il divieto di apertura dei negozi nei giorni festivi "determinerà la morte di migliaia di piccoli esercizi, con effetti negativi sul Pil e sull'occupazione e un sensibile spostamento degli acquisti verso l'e-commerce". Lo ha affermato il Codacons che si dice pronto a scendere in campo contro i provvedimenti allo studio del governo.

"Dodici milioni di italiani fanno acquisti la domenica, e i giorni festivi rappresentano per loro l'unica occasione per dedicarsi allo shopping e alle compere - ha spiegato il presidente Carlo Rienzi dell'associazione -. Privarli di tale possibilità attraverso misure che bloccano le aperture domenicali, equivale a dirottare gli acquisti dei consumatori verso l'e-commerce che, a differenza dei negozi tradizionali, non subisce alcun vincolo o limitazione".

E-commerce

In base alle proiezioni del Codacons il settore delle vendite online sarà l'unico a beneficiare delle chiusure domenicali dei negozi, con un incremento del giro d'affari pari a +2,7 miliardi di euro solo nel primo anno e come effetto diretto di un eventuale divieto di apertura nei giorni festivi per gli esercizi tradizionali.

"Impedire ai negozi di lavorare anche nei giorni festivi, equivale a condannarli a morte - ha continuato Rienzi -. Per tale motivo il Codacons propone al governo di stabilire un numero limitato di domeniche in cui i negozi possono rimanere chiusi, differenziando tuttavia le date in base alla località, a seconda che siano città o luoghi di vacanza".

"Se l'esecutivo varerà la chiusura domenicale totale per tutti gli esercizi commerciali, il Codacons è pronto a scendere in campo con azioni legali a tutela di migliaia di piccoli negozi", ha avvertito il presidente.

Commenti
Ritratto di Leto

Leto

Lun, 10/09/2018 - 10:58

Continua la DECRESCITA FELICE ideologizzata da Beppe Grillo con il software dei Casaleggio e applicata dal grande statista Di Maio. Dal Decreto Dignità alle chiusure domenicali degli esercizi pubblici. Non male e siamo in attesa di altro ancora per un ritorno al medioevo.

schiacciarayban

Lun, 10/09/2018 - 11:12

Ormai è chiaro che questi 5S di economia, e non solo, non capiscono un cippa, quando se ne vanno a casa?

Ritratto di mircea69

mircea69

Lun, 10/09/2018 - 11:34

La tendenza è questa, indipendentemente dall'apertura domenicale. Il codacons se ne deve fare una ragione.

MOSTARDELLIS

Lun, 10/09/2018 - 12:17

SE 12 milioni di italiani fanno acquisti di domenica significa che non possono gli altri giorni. Per cui se i negozi verranno chiusi i 12 milioni dovranno acquistare on line. Di Maio, ma ti pare una cosa sensata? Ogni tanto voi di 5stelle cercate di usare il cervello.

DRAGONI

Lun, 10/09/2018 - 13:13

forse hanno interessi nell'incrementare piattaforme che consentono l'e commercio?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 10/09/2018 - 13:44

L'e commerce c'è 24 ore su 24, sette giorni su sette. Si dovrebbe fare un'opzione di apertura festiva a giro, altrimenti le catene commerciali meglio organizzate finiranno con il far chiudere i piccoli centri che hanno costi di gestione più elevati. Questo, d'altro canto, è quello che vorrebbero le solite multinazionali per accaparrarsi più spazio possibile nel mondo del commercio e dettar le loro regole.

KAVA

Lun, 10/09/2018 - 13:54

Leggo un sacco di commenti negativi sulla proposta (twitter ha almeno 5000 commenti ad ora). Confesso che anche io faccio ampio uso dei supermercati domenicali, sono comodissimi. Tuttavia non ho letto UN SOLO COMMENTO di un lavoratore, ma ne conosco diversi, e sono tutti felicissimi. Che facciamo? Ce ne sbattiamo degli altri perché vogliamo comprare la mozzarella alle 11 della domenica?

Ritratto di mailaico

mailaico

Lun, 10/09/2018 - 14:05

sono un regalo all'e-commerce ... ma nooooo.. ah ah ah

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 10/09/2018 - 14:14

Questa che la chiusura domenicale comporterà un favore dell'e-commerce è una ca..ta colossale. Sicuramente se mi serve un chilo di caffé per il pranzo della domenica lo ordino su internet la mattina e per le 12 mi arriva a casa, oppure se mi servono un paio di scarpe o le compro la domenica o mai più oppure vado su Zalando o simili. Ma che vadano a pettinare il mare!

brob67

Lun, 10/09/2018 - 14:16

Il problema del commercio ha radici: il modello economico italiano non è assimilabile a quello dei paesi del nord europa dove tutto è in mano a grandi multinazionali e la grande distribuzione non determina squilibri a vantaggio del produttore o del distributore. Di contro in Italia vi sono tante piccole e medie imprese che soccombono di fronte allo strapotere della grande distribuzione, e lo stesso avviene per i lavoratori ivi impiegati che nulla possono di fronte alle imposizioni di orari e contratti a dir poco schiavisti. Possiamo discutere all'infinito sugli effetti della manovra proposta dai 5s ma il vero problema è quale direzione vogliamo intraprendere: difesa delle nostre imprese o delle catene commerciali legate all'alta finanza e di proprietà straniera? Quanto all'e/commerce il problema e andrebbe affrontato in maniera specifica ma sempre a tutela della nostra economia. il resto è sterile polemica.

cir

Lun, 10/09/2018 - 18:50

brob67 -- giusto , ma vallo a spiegare a quella gente che alla domenica bighellona da un centro ad un altro e se glie lo chiudi non sanno dove sbattere la testa ?

flip

Mar, 11/09/2018 - 10:00

chiusura domenicale. mega,stramega pir-lata 5stalle! allora chiudete anche gli stadi, i cinema.i bar,i ristoranti,le sale da ballo e tutto ciò che crea svago ed acqusti. tutti i casa a guardare il lerciume delle tv. proprio pir-la!

flip

Mar, 11/09/2018 - 10:11

il mio paese è piccolo è antico ed ha il suo folcrore. se il pir-la chiude le botteghe, non verranno neanche più i turisti. e....fine della corsa|