Confermato il rating dell'Italia. Ma l'outlook passa a negativo

Standard and Poor's conferma il rating ma avverte: "Le decisioni del governo soffocheranno la ripresa"

Standard and Poor's conferma il rating dell'Italia (BBB), ma cambia l'outlook da positivo a negativo. Cosa vuol dire? Sostanzialmente, come spiega Il Sole 24 ore, che "agenzia statunitense rispetta le attese di diversi analisti nel suo giudizio sull’affidabilità creditizia del paese". Ma, allo stesso tempo, modifica le previsioni sul Paese che, da stabili, passano appunto a negative. Inoltre, S&P stima il rapporto tra deficit Pil al 2.7% e non al 2.4%, come ipotizzato dal governo. Per questo motivo, sottolinea l'agenzia, "il debito pubblico dell'Italia verso il PIL non continuerà più a scendere. Invece, prevediamo che nei prossimi tre anni il debito pubblico lordo e netto dell'Italia rimarrà a circa il 128,5% e il 123,2% del Pil, rispettivamente".

Solamente una settimana fa, infatti, Moody's aveva tagliato di un grado il rating dell'Italia, facendolo passare da BAA2 a BAA3, conservando però l'outlook stabile. Secondo Standard and Poor's, inoltre, "il piano di politica economica e fiscale del governo italiano sta pesando sulle prospettive di crescita economica del Paese. Le impostazioni programmate di politica economica e fiscale del governo - prosegue la nota - hanno eroso la fiducia degli investitori, come riflesso da un aumento del rendimento sul debito pubblico. Ciò a sua volta sta influenzando negativamente l'accesso delle banche al finanziamento del mercato dei capitali e, in misura minore, il loro coefficiente patrimoniale regolamentare".

L'outlook negativo, inoltre, "riflette il rischio che la decisione del governo di aumentare il deficit - oltre a esacerbare la già debole posizione italiana su questo fronte - soffocherà il nascente recupero del settore privato".

Le reazioni della politica

Il vicepremier Matteo Salvini non si dice affatto preoccupato per la decisione di Standard and Poor's: "È un film già visto. Le agenzie di rating non si sono accorte della crisi mondiale? In Italia non saltano né banche né imprese". Un'opinione simile a quella dell'altro vicepremier, Luigi Di Maio: "Le agenzie di rating non misurano il benessere dei cittadini di un Paese, ma chi aspettava Standard&Poor's per continuare a remare contro il governo oggi ha avuto una brutta sorpresa. Il rating dell'Italia è stato confermato. Andiamo avanti! Il cambiamento sta arrivando".

Di tutt'altro avviso, Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera, che su Twitter scrive: "Non ci preoccupano i giudizi negativi delle agenzie di #rating. Ciò che ci preoccupa è l'atteggiamento di un governo che mette a rischio i risparmi degli italiani, che regala denari a chi sta sul divano, che gioca con i conti pubblici guardando solo alle prossime elezioni europee?".

Commenti

CommodoroBerto

Ven, 26/10/2018 - 22:45

Comunque confermato 'sto benedetto rating. S'attaccassero tutti al tram, lo psicopatico olandese compreso.

VittorioMar

Ven, 26/10/2018 - 22:48

..sono sempre quelli che davano le tre "A" alla PARMALAT ..??...infatti è FALLITA....la PARMALAT !!!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 26/10/2018 - 22:53

E chi se ne fotte. Il governo se ne deve fottere alla grande, e dirlo. Avanti a tutto vapore. E poi fuori da questo cesso di UE.

Ermanno1

Ven, 26/10/2018 - 23:15

Chi se ne frega!!! Sono parte integrante della massoneria bancaria e finanziaria di cui fa parte UE!! BASTA EURO basta Europa

19gig50

Ven, 26/10/2018 - 23:25

Per salvarci dobbiamo uscire da questa europa.

HappyFuture

Ven, 26/10/2018 - 23:27

Standard and Poor's conferma il rating ma avverte: "Le decisioni del governo soffocheranno la ripresa" Continuano le diffamazioni gratuite. Le decisioni del governo le sappiamo: dieci miliardi che vanno a finire sicuramente nelle tasche della gente e nell'economia reale. QUALI SONO le scelte che NON sono state fatte per avere la ripresa? Altrimenti: ZITTI. E niente megafoni, per i jettatori. Buona notte.

killkoms

Ven, 26/10/2018 - 23:32

decisione cerchiobottista!

jaguar

Ven, 26/10/2018 - 23:33

Agenzie che non dovrebbero nemmeno esistere, la loro inaffidabilità è palese, Lehman-Brothers insegna.

killkoms

Ven, 26/10/2018 - 23:35

@vittoriomar,sono quelli che giuravano che lehman brothers era una banca solida e che stanno pagando una multa di 1,5 miliardi di dollari di multa alle autorità u.s.a. per avere "falsato" i rating di attività coinvolte nella crisi dei mutui subprime!

HappyFuture

Ven, 26/10/2018 - 23:37

Non solo... Ma tutti questi "downgrading" dell'Italia fanno un pò a cazzotti con quanto ha detto Draghi in conferenza stampa. E puzzano di coordinato attacco al governo. Draghi ha parlato di un outlook positivo per l'Europa in generale. Ci sono alcune nazioni, e l'Italia è una di questa, che fanno fatica ad avere una crescita simile alla media Europea. Quindi, questo continuo dileggio dell'Italia puzza di bruciato. Io direi che BENVENGA la manovra del governo, perché essendo l'economia UE in generale (e tra mille difficoltà) comunque in espansione, l'Italia farà meglio ancora... Fermo restando che non ci sia una volontà a MANDARE LA NAZIONE ALL'ARIA. Ma avrebbero poi difficoltà a trovare i motivi per cui la nazione va a zampe per aria... E' la solita "corruzione"? Poveri noi.

steluc

Ven, 26/10/2018 - 23:41

Bisogna approfittare del momento, fregarsene altamente delle agenzie , rendersi consapevoli che questa Europa latra ma nulla può, ne sanzioni ne rischiare il veto sul bilancio, rinsaldare il legame con l’amministrazioneUsa (Trump non durerà in eterno) ,rivedere accordi commerciali con la Russia, sfruttare la posizione geopolitica e i nostri legami storici.Ci caccino pure....

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 26/10/2018 - 23:42

E quattro. Prima Putin, poi Trump, poi il Wall Street Journal, ed ora Standard and Poor's. Chissà se quei quattro imbecilli locali la smetteranno di fare le cassandre tutti i giorni senza capirne una beata fava, oppure inizieranno a pensare?? Sempre che abbiano la materia prima per capire. Non parliamo poi degli euroimbecilli, ormai avviati sulla strada di casa, pieni di presunzione arroganza ed ignoranza. By, by cari rimbambiti. Ci hanno insultato prima ancora di leggere qualsiasi documento. Vergogna.

stefi84

Ven, 26/10/2018 - 23:45

Giudizio confermato dalla più importante società di rating, sebbene abbia evidenziato, come è il suo mestiere quelli che ritiene i difetti del programma del governo. Quindi, almeno fino alle elezioni europee i fondi e la Bce potranno continuare ad acquistare i nostri titoli essendo "investiment grade".

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 26/10/2018 - 23:53

Onefirsttwo dice : Il Governo "regala denari a chi sta sul divano" ? STOP Ma è una cifra fissa o cresce col tempo che uno sta sul divano ? STOP Per spiegare meglio(ci sono sempre , com'è noto , quelli che non capiscono) più tempo uno sta sul divano più soldi riceve oppure bastano anche 10 minuti ? STOP No ,perchè se 10 minuti sono sufficienti , allora uno può fare anche altre cose così guadagna di più STOP Qualcuno sa spiegare come stanno le cose ? STOP Però deve esprimersi chiaro se nò è inutile che scrive e non si capisce niente STOP Mi raccomando di essere concisi(max. 2 righe) e niente cafonerie STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 26/10/2018 - 23:59

Allora, uno ci retrocede di un gradino, però conferma l'outlook positivo. L'altro lascia invariato il rating, però ci retrocede quanto ad outlook. Non vi viene per caso il dubbio che siano tutti d'accordo? Comunque, visti i due giudizi insieme, c'è un sostanziale pareggio, no?

fabianope

Sab, 27/10/2018 - 00:12

oggi S&P conferma il rating dell'Italia ma taglia l'outlook a negativo. Qualche giorno fa Moody's taglia rating Italia a Baa3 e lascia outlook stabile: l'esatto contrario....certo che come "ufficio pesi e misure" dell'alta finanza non ci fanno una bella figura.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 27/10/2018 - 00:14

BUON MALOX a tutti quelli,Nick in primis, che qui hanno da tempo previsto la CADUTA della borsa e l'IMPENNATA dello SPREAD!!! AMEN.

opuslupus

Sab, 27/10/2018 - 00:27

Ma in che mondo vivete, al,eno leggete prima di dire sciocchezze. Il rating di standard era già più basso di quello di Moody e oggi ha aggiunto un giudizio negativo. Gli investitori , già molto preoccupati, lo saranno molto di più. Questi scappati di casa, on vogliono uscire dall’europa Per cui tra un po’ questi ci piazzano una patrimoniale o un prelievo forzoso sui risparmi. Che divertimento !

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 27/10/2018 - 05:35

La ripresa finanziaria, non è la ripresa economica. Che si possano fare utili col trasferimento delle proprietà, non significa che la gente lavori di più, e perciò possa vivere del suo lavoro. Se ci sono troppi pastori, ma poche pecore, non bisogna sfruttare di più il gregge, bensì che qualche pastore smetta di mangiar meno carne oppure latte, e vada a zappare la terra affinché mangi erba anche lui come le "pecore". Ora, le agenzie di rating fanno confusione tra finanza ed economia, tra i soldi appena stampati, e soldi spesi bene, che valgono almeno 20 o 30 volte di più. Tanto é vero che la valutazione delle merci messe in vendita sul mercato globale é di un ventesimo o un trentesimo della moneta circolante. Per questo le Borse si occupano di Finanza, invece i Governi si occupano di Economia, cioé di far lavorare la gente che produce. Che sono faccende diverse. Dunque anche per Standard & Poor's é finita la pacchia.

forzanoi

Sab, 27/10/2018 - 06:48

questo signorino deve trovare nemici ovunque.Vietato criticare! Siamo alla pura follia politica e stanno giocando con anni di sacrifici dei veri lavoratori italiani!I fantubisti che avranno il reddito di nullafacenza sono obbligati a sostenere questo disastroso governo che farà saltare il banco con tutti i piccoli risparmi degli italiani onesti.

forzanoi

Sab, 27/10/2018 - 06:52

ogni parola contro Draghi detta dai pentas....è una mazzata per i conti dell'Italia. Prima si rompe questo aberrante matrimonio e meglio è per l'Italia intera

VittorioMar

Sab, 27/10/2018 - 07:52

...al momento tutti i "GUFI" e gli ANTI ITALIANI l'HANNO PRESA(IN SACCOCCIA!) MALE !!..continuate a gufare che porta BENE !!

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Sab, 27/10/2018 - 09:05

"Il Giorno del Giudizio" titolava ieri sera un noto "salotto" tv. E' diventata una moda, o è semplice "collaborazionismo" coi rimasugli PDioti, quello delle "cassandre" nostrane di CdX? Gelmini e Bernini, ma li avete già visti "sul divano", li avete già contati i beneficiari fankzzisti del "Reddito di Cittadinanza"? E quanti sono, ad oggi, questi ignobili "profittatori"? Ditecelo no? - Queste "pupe" da vetrina di moda retrò, farebbero molto meglio a tacere che a "fantasticare" sul vuoto e sul nulla. Almeno ogni tanto mordersi la lingua, grazie.

routier

Sab, 27/10/2018 - 09:21

Premesso che le Agenzie di Rating sono società private, anch'io, come privato cittadino mi permetto di giudicarle. Visto de davano la tripla "A" alla Lehman Brothers fino al giorno prima che fallisse, do a codeste Agenzie la tripla "C" con l'outlook negativo! E se il mio giudizio non è importante per loro, sappiano che il loro, vale altrettanto per me!