La copertura del condominio non basta mai

Negli appartamenti conviene controllare le garanzie già incluse e integrarle con una copertura personale

Diciamolo subito: stipulare una polizza d'assicurazione sulla casa conviene. Il premio non è alto e vale la pena versare qualcosa ogni anno perché, in caso di sinistro sulla casa - pensiamo all'incendio - i danni sono elevati. E non solo alla propria abitazione, ma anche a quella dei vicini, con lunghe cause legali e scocciature di ogni genere. Con la polizza, se fatta bene, si è coperti su tutto. Comprese le cause legali che possono insorgere in caso di sinistro. È difficile, però, decidere che tipo di polizza stipulare, soprattutto da quando l'assicurazione sulla casa risulta molto più personalizzabile e completa rispetto a un tempo. Per avere informazioni comparate a riguardo si possono usare alcuni siti specializzati come ad esempio assicuraora.it o facile.it dove si possono trovare informazioni e tariffe di quasi tutte le maggiori compagnie di assicurazione.

Le assicurazioni sulla casa si definiscono polizze globali perché includono sia i danni provocati da incendio sia le responsabilità civili. Certo, se si abita in condominio, si è già assicurati per l'incendio alla propria abitazione e anche per alcuni altri danni come rotture di tubi condominiali o perdite di acqua. Attenzione però: se si rompe il tubo del proprio lavandino, l'assicurazione condominiale non paga. Se, invece, stipulate un'assicurazione personale sul vostro appartamento, vengono coperti anche questi problemi.

Ciò per sottolineare che anche se esiste un'assicurazione condominiale, questa non impedisce di stipulare un'assicurazione personale per la propria abitazione per integrare le garanzie. Ma quali sono i danni assicurati? Il primo della lista è l'incendio sia della casa sia del contenuto; rimborsi in caso di perdite d'acqua, corto circuiti elettrici, per atti vandalici, rottura cristalli e rimborsi per eventuali danni a terzi, come infiltrazioni d'acqua, allagamento, oggetti che cadono da terrazzi o balconi.

Solitamente nelle polizze c'è anche l'assistenza 24h se c'è bisogno di reperire tecnici specializzati per pronto intervento. Indubbiamente più costosa è la polizza furto che è stipulata ad integrazione dell'assicurazione sulla casa. Se entrano ladri in casa e si subisce il furto senza però che avvenga alcuno scasso di porte e finestre, l'assicurazione non risarcisce il danno. Inoltre è utile avere pezze di appoggio se il valore dei beni rubati è elevato come, ad esempio, i gioielli. Un'altra alternativa utile e poco costosa, intorno ai 100 euro all'anno, è la polizza dedicata a chi ha un appartamento in affitto. Non tutti sanno che le polizze condominiali tengono indenni da danni ingenti solo il proprietario. Le assicurazioni, se hanno inserita la clausola di rivalsa, possono rivalersi sugli inquilini che occupavano la casa in quel momento. Utile, dunque, per l'inquilino avere una propria polizza.