Così cambia la ferrovia: ecco i binari del futuro

Con Greenrail arriva la traversa ferroviaria intelligente. Ed ecosostenibile

Quella degli ultimi anni sembra presentarsi come la peggiore crisi economica mondiale di tutti i tempi, seconda solo a quella del ’29. I dati che ci vengono quotidianamente forniti sono allarmanti: secondo l’Istat, il tasso di disoccupazione giovanile ha toccato il picco del 45% negli scorsi mesi, conseguenza dolorosa di questo periodo cupo. A risentirne sono anche le grandi imprese. Infatti, secondo quanto pubblicato dal Wall Street Journal, l’Italia è solo 49esima a livello mondiale per competitività, e tra il 2008 e il 2012 hanno chiuso circa 9mila imprese storiche.

Se l’andamento dell’industria italiana registrerà, secondo l’analisi fornita da Prometeia e Intesa Sanpaolo, deboli avvisaglie di ripresa solo a partire dal 2015, è anche vero che, secondo il rapporto presentato, sono le imprese italiane ad essere più “longeve” nel quadro economico europeo, e la nostra forza sta nella sinergia tra competenze tradizionali e crescente attenzione alle nuove leve competitive. Il segreto sta forse proprio nel reinventarsi, e nell’investire sull’innovazione che spesso parte proprio dalle menti giovani, capaci di dare nuove spunti all’attuale cristallizzazione di crescita e idee.

Ed è a cavallo tra tradizione e innovazione imprenditoriale che si colloca Greenrail, una start up pluripremiata che ha inventato la traversa ferroviaria del futuro, perché totalmente ecosostenibile in quanto composta da materiali riciclati e in grado di produrre energia elettrica. Fondata da Giovanni De Lisi, palermitano di 28 anni, vincitrice del percorso di incubazione SeedLab (un programma di accelerazione per iniziative high-tech), Greenrail è inoltre entrata nella rosa dei cinque finalisti per il riconoscimento “Impresa del futuro” al premio Gaetano Marzotto, uno dei più importanti riconoscimenti per l’innovazione italiana. Ha vinto il “Premio Leonia all’Audacia” e quello Edison Start per la categoria Energia.

Affiancato da un team di esperti, Giovanni De lisi ha inventato una traversa ferroviaria ecosostenile, perchè totalmente composta da pneumatici e plastica riciclati, in grado di abbattere rumorosità, vibrazioni e costi di manutenzione del 50% rispetto a una comune traversa in calcestruzzo. Greenrail, inoltre, è l’unica traversa ferroviaria al mondo progettata per produrre energia elettrica al passaggio dei treni, mediante un sistema piezoelettrico sottorotaia. La piezoelettricità, applicata a questa traversa, è in grado, attraverso la conversione di pressione e vibrazione normalmente esercitate dal passaggio di un treno su una rotaia, di produrre energia pulita.

“Volendo fare un esempio pratico- spiega De Lisi, fondatore della start up- su un chilometro di rotaie della metropolitana di Londra, transitano circa 37 treni in un’ora. Se lungo questo chilometro di rotaie - continua De Lisi- applicassimo Greenrail, in un anno saremmo in grado di portare energia a 1000 abitazioni, producendo quindi circa un milione di kW”. De Lisi cita non a caso il Regno Unito: questo è infatti il primo Paese ad aver ottenuto la cessione di licenza di brevetto per questa traversa del futuro. Il brevetto internazionale è stato depositato in 147 Paesi nel mondo.

Oggi, fra quelli che si mostrano più interessati al progetto vi sono Giappone, India, Oman, Qatar e Regno Unito, con il quale è già stato stipulato un accordo per la metropolitana di Londra. Insieme al fondatore della start up, ci sono anche Manfredi Inguaggiato e Fabio Guinci, amici e collaboratori di De Lisi, con i quali, dopo un anno di lavoro su questa traversa, è riuscito a trasformare in realtà un progetto realmente ambizioso. Appassionato di ferrovie, dopo aver abbandonato l’università per inseguire il suo sogno imprenditoriale, De Lisi inizia a lavorare come operaio nell’azienda del padre. Ha così l’opportunità di lavorare direttamente sul campo ed acquisire le conoscenze e le competenze che, insieme a tanta passione, lo hanno portato ad inventare questa traversa ecosostenibile. “Ai giovani di oggi -commenta il giovane imprenditore- consiglio di credere nei propri sogni. Rischiate, ma con prudenza e giudizio. Siate innovativi -conclude De lisi- senza mai dimenticare i vostri obiettivi e le vostre ambizioni”.

Commenti
Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 09/12/2014 - 23:03

Veramente interessante. Probabilmente l'idea sarà scaturita osservando alcune calzature da bambini che,munite di LED colorati,lampeggiano ad ogni passo che il bambino fa caricando col suo peso le piastrine piezolelettriche sistemate nei tacchi. Cosa senz'altro sicura in caso di camminata al buio. Unico punto interrogativo: il sistema applicato ai binari delle ferrovie(migliaia di chilometri)sarà economicamente sostenibile??

roberto.morici

Mer, 10/12/2014 - 07:47

Non sarebbe il caso, nel frattempo, di impegnarsi a migliorare di un pò il servizio a ffavore dei bistrattati utenti?