Così il Fisco ha incassato 300 milioni con una lettera

Inviate ai contribuenti non in regola 220mila lettere. Ma nemmeno quest'anno la lotta all'evasione servirà ad abbassare le tasse

Per la prima volta viene messo nero su bianco l'introito della compliance. Il temine tecnico indica l'adempimento spontaneo dei contribuenti. Per convincerli a regolarizzare la propria posizione l'Agenzia delle Entrate ha spedito a tutti un aletterina (ne ha mandate in tutto 220mila) in cui gli intimava di sistemare la dichiarazione dei redditi. In 105mila l'hanno fatto facendo entrare nelle casse dello Stato 300 milioni di euro in più. Più in generale, nel corso del 2014, la lotta all'evasione ha raggiunto i 14,9 miliardi di euro. Peccato che il fondo per il taglio delle tasse, alimentato proprio coi proventi recuperati dal Fisco, rimarrà di nuovo a secco.

Come spiega il Messaggero, l'Agenzia delle Entrate si è messa a incrociare le banche dati e ha fatto saltare fuori le posizioni irregolari. Grazie alla dichiarazione dei redditi precompilata, poi, si è messa a scrivere agli italiani che avevano sgarrato col Fisco. Nel Documento di economia e finanza (Def), il governo dà conto di questa operazione che si è tradotta nell'invia di 220mila lettere ad altrettanti contribuenti che agli occhi dell'Agenzia delle Entrate presentavano irregolarità. "Dopo quell'invio in oltre 105mila avevano regolarizzato la loro posizione e si erano messi in regola - spiega Andrea Bassi sul Messaggero - grazie a queste iniziative è stato possibile recuperare 300 milioni". La cifra non è granché rispetto ai 14,9 miliardi di euro recuperati sul 2014. Non solo. Nemmeno quest'anno la lotta all'evasione servirà ad abbassare le tasse agli italiani. "Non si valutano maggiori entrate rispetto a quelle già scontate nei tendenziali", si legge in uno degli allegati del Def.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 11/04/2016 - 09:26

quindi....si spende di più a recuperarli, piuttosto che fare tutto questo casino, per vederle poi vanificate da altre operazioni simili! è il serpente che si morde la coda! alla fine, conveniva mantenere fisiologica una percentuale bassa di evasione dovuta a irregolarità amministrative senza fare letterine di questo tipo, piuttosto che spendere un sacco di miliardi per recuperare gli altrettanti miliardi!!

fabiocolli

Lun, 11/04/2016 - 09:53

mortimermouse ma sei in grado di leggere un artciolo e capirlo? e te sei uno di quelli che vota sempre...ma fatti di nuovo la terza media cavolo

onurb

Lun, 11/04/2016 - 10:22

E' la dimostrazione che l'affermazione, se tutti le pagassero, le tasse diminuirebbero, è una presa per i fondelli. Se fosse vera, quando lo stato recupera 300 milioni dall'evasione dovrebbe diminuire di 300 milioni l'imposizione globale, non con le chiacchiere di Renzi, ma con i fatti riscontrabili in busta paga.

Una-mattina-mi-...

Lun, 11/04/2016 - 12:10

LEGGO: "...nemmeno quest'anno la lotta all'evasione servirà ad abbassare le tasse..." CHIARIAMO UNA COSA: LA COSIDDETTA "LOTTA ALL'EVASIONE" SERVE AD INCASSARE DI PIU' E NON AD ABBASSARE LE TASSE. Ci siamo?

blackbird

Lun, 11/04/2016 - 15:07

@ onurb: Se tutti pagassero le tasse, loro potrebbero sprecare e rubare di più!

Dordolio

Lun, 11/04/2016 - 15:09

In pratica: è una panzana il motto saccente: "Se tutti pagassero le tasse queste diminuirebbero". Si troverà sempre il modo per buttare più soldi dalla finestra. Per quanti se ne incassino. E c'è ancora gente che nega questo assioma...

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Lun, 11/04/2016 - 15:49

Lo stesso importo che è stato buttato nel water per fare il referendum trivelle in data diversa dalle elezioni amministrative.

flip

Lun, 11/04/2016 - 15:51

chissà se le lettere sono state inviate anche ai "ROSSI DOC"

eloi

Lun, 11/04/2016 - 18:26

Quanti estracomunitari ci si mantengono con i trecento milioni incassati?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 11/04/2016 - 18:56

POPOLO DI STOLTI E CODARDI,QUANDO FINIRETE I RISPARMI ANDRETE A VIVERE SOTTO I PONTI.