Il piano segreto di Savona per cambiare l'Ue

Investimenti, Bce e scuola comune: il piano del ministro per riformare la governance europea e far ripartire la crescita

Dopo le polemiche per il presunto piano per far uscire l'Italia dall'Europa, Paolo Savona avrebbe pronto un altro piano. Per cambiare l'Europa.

Lo racconta il Messaggero, secondo cui il ministro per le Politiche Ue avrebbe pronto un documento - pare già inviato agli altri ministi - per riformare l'intera governance europea e permettere una crescita economica più equilibrata all'interno dei confini dell'Unione Europea.

Due sono, principalmente, le leve di sviluppo su cui si baserebbe il piano di Savona. Innanzitutto riforme che possano spingere gli investimenti abbandonando almeno in parte l'austerità che ha caratterizzato gli ultimi anni. "Occorre uscire dai vincoli finanziari del bilancio europeo che non generano spinte autopropulsive e ricorrere a meccanismi capaci di imprimere una spinta esogena alla domanda", aveva detto lo stesso ministro qualche tempo fa in Parlamento. Meglio puntare, quindi, su nuovi finanziamenti o concessioni di garanzie da parte degli strumenti economici della Ue. Magari permettendo agli Stati membri "di spendere una cifra pari a quella del proprio surplus commerciale". Così l'Italia potrebbe far ripartire - ad esempio - il settore delle costruzioni, in crisi dopo le misure prese dal governo Monti.

E poi c'è la Banca centrale europea che - stando alle ipotesi di Savona - dovrebbe "dotarsi di uno statuto simile a quello delle altre banche centrali" per "poter fare da prestatore di ultima istanza" e "poter manovrare la leva del cambio". In questo modo si potrebbero spingere le esportazioni.

Infine, secondo l'economista sardo, è importante puntare sulla formazione comune istituendo una sorta di "scuola europea" che uniformi i livelli scolastici di ogni ordine e grado pur mantenendo le caratteristiche particolari di ogni Paese.

Commenti

DRAGONI

Mer, 05/09/2018 - 10:37

IL PROF.SAVONA ERA NATURALMENTE INVISO A MATTARELLA E AI CATTOCOMUNISTI, SUOI GRANDI ELETTORI, CHE VERRANNO SPAZZATI VIA DAI POSTI CHIAVI ANCHE DELLA UE GRAZIE AI RISULTATI DELLE PROSSIME RELATIVE ELEZIONI.

MOSTARDELLIS

Mer, 05/09/2018 - 10:39

Eccellente piano, ma se il nostro Governo dovrebbe cercare alleanze tra gli altri paesi europei che vogliono il cambiamento (Visegrad e altri), altrimenti i beceri burocrati attuali bocceranno tutto.

Duka

Mer, 05/09/2018 - 10:40

Fate meno i MAGHI e datevi da fare siete pagati profumatamente per questo. Se non ne siete capaci lasciate il posto.

HappyFuture

Mer, 05/09/2018 - 10:47

Non c'è riforma che tenga, l'UE è da SFASCIARE.

Michele Calò

Mer, 05/09/2018 - 10:48

Concordo con Savona sui primi due punti ma non sulla scuola. Prima delle riformi infami cattocomuniste la scuola italiana, il liceo in particolare, sfornava studenti preparati ed istruiti. Se si guarda ad altri paesi si vedra' come anche loro danno una formazione superficiale ad una gioventu' ignorante e priva di valori. Se si vuole una vera formazione europea occorre rispristinare la "vecchia" scuola, quella che insegnava ad usare il cervello e non la tastiera, a leggere un libro, non a scorrere la malefica Wikipedia, di gran lunga piu' scarsa di un "bignamino" di vecchia memoria.

Giulio42

Mer, 05/09/2018 - 10:52

La prima riforma che mi piacerebbe, sarebbe quella di impedire alle aziende di trasferirsi nei paesi dove il costo del lavoro e molto inferiore al paese dove operano. Non c'è unione se si permette agli stati di danneggiarsi a vicenda. Poi la gestione comune dell'immigrazione, la distribuzione del lavoro tra i paesi, un tetto, oltre il quale il lavoro viene distribuito ad altri paesi non come adesso che la Germania prende tutto. Lo so che sto sognando ma a volte i sogni si realizzano.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 05/09/2018 - 11:03

---tutta roba velleitaria per farci i congressi ovattati di sterili bla bla bla---se l'italia pre felpini valeva come il 2 di picche in ambito europeo---con felpini se possibile vale 1---felpini è riuscito nell'impresa di mettersi tutta l'europa contro---sapete i partner dell'eu cosa se ne fanno del documento di savona?---lo mettono in bagno e lo usano all'uopo--

Libertà75

Mer, 05/09/2018 - 11:09

il genio dell'ovvieta, grazie di esserci!

Giulio42

Mer, 05/09/2018 - 11:17

Più che cambiare l'Europa, io potessi, cambierei l'Italia. Cambierei la scuola, facendola cominciare con gli insegnati già presenti. Cambierei i libri di testo, tra quello che si insegna e quello che serve alle aziende c'è un abisso. Vorrei che tutti i ragazzi fossero vaccinati. Vorrei che avessero aule e palestre sicure. Vorrei che dalle elementari si insegnasse a giocare a scacchi, ad usare il PC, a parlare inglese. Tutte cose che vengono fatte nei paesi dell'UE da almeno 30anni.

gianfran41

Mer, 05/09/2018 - 11:21

Mi sembrano delle ottime idee.

VittorioMar

Mer, 05/09/2018 - 11:23

...per tutti coloro che non hanno idee e suggerimenti,proposte ,utili al paese,ma sanno solo criticare,sono testimonianze inutili : CRITICARE E' MOLTO FACILE !!..FARE...PROGETTARE...COSTRUIRE..SPORCARSI LE MANI ..e molte volte SBAGLIARE E' VERAMENTE DIFFICILE !!..PROPONETE SE NE SIETE CAPACI ...altrimenti TACETE , VI FAREBBE ONORE !!

Lugar

Mer, 05/09/2018 - 11:23

Ho fiducia in Savona.

Jon

Mer, 05/09/2018 - 11:24

Savona e' un grande Economista, inviso a Draghi, ed ai suoi seguaci. Le riforme della UE hanno solo portato miseria in Europa, per favorire la Germania. CI sono riusciti. Ed ora?? Non possiamo saltare nel baratro continuando le politiche di Monti, crollerebbe anche l'Europa. Si devono accettare proposte che possono risollevare i Paesi, altrimenti e' la fine per tutta la UE, Germania compresa. QUesto lo hanno capito tutti, tranne i media ipervenduti, ed i politici ipercomprati.

Gianni11

Mer, 05/09/2018 - 11:55

Perdita di tempo. L'ue deve morire per salvare l'Italia e tutte le nazioni e popoli d'Europa dalla distruzione programmata dall'ue. Mors tua vita mea. O l'ue o noi.

stedo54

Mer, 05/09/2018 - 12:05

La conferma della lucidità di Savona. Per questo non voluto da quel bamboccio massone di Mattarella, assurto agli onori solo perchè la Mafia gli ha ammazzato il fratello, unica testa pensante della famiglia.

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mer, 05/09/2018 - 12:21

questa è vera POLITICA !!!!

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 05/09/2018 - 12:35

Avevo una certa stima di Savona... più che altro sulla parola visto che di concreto c'è ben poco. Dopo ste fesserie credo che la senilità stia facendo sconquassi. Sembra un grattacielo per quanti piani ha questo poveretto. Ecco perché va bene per Felpini: in quanto a sparate non li frega nessuno. Siamo soli come un cane in chiesa, con quali appoggi potrebbe semmai solo tentare una virata così brusca? Lo dico per i soliti boccaloni: Non discuto l'idea ma discuto chi e come la si dovrebbe attuare.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 05/09/2018 - 13:15

Quest'uomo m'ispira fiducia. Già il fatto stesso ch'è inviso a Mattarella ed ai suoi compari comunisti e catto-comunisti, interni ed europei, è questo un motivo in più di garanzia dell'uomo.

Savoiardo

Mer, 05/09/2018 - 13:24

ottimamente

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 05/09/2018 - 13:33

Pure Salvini mi ispirava tanta fiducia... solo che poi si è dimostrato un traditore chiacchierone e opportunista. Purtroppo "l'impressione" oggi è un cattivo consigliere. Io mi sono sempre fidato dell'impressione che ispira una persona, ma dopo del traditore ho dovuto cambiare opinione per forza.

Mborsa

Mer, 05/09/2018 - 13:34

Il piano è solo un esercizio accademico: nessun stato membro è disposto a garantire tramite la BCE i deficit di altri stati membri. Le decisioni alla unanimità sono chiaramente dettate dalla volontà di frenare e contenere l'integrazione politica e mantenere invece un "grasso" mercato per chi può sfruttarlo.

Ritratto di Mona

Mona

Mer, 05/09/2018 - 13:44

L'idea di dotare la BCE del potere di regolare la moneta EU sui scambi internazionale, permetterebbe di annullare o controbatttere paesi che eregono dazi su esportazione. La Cina ha infatto usato questo metodo annulando effittivamante così facendo i dazi di Trump. L'USA ha effetivamnte usato la sua moneta imprimendola apiacere per rinvigorare la sua economia, e giacchè il dollaro è usato come moneta di scambio, così facendo ha socializzato internazionalmente il suo debito, ed è usscita dal buco economico. Cosa è succede in Europa? Quando una nazione si trova in difficoltà si domanda alla nazione un programma di austerità per difendere la valuta dell'EU. Perchè questo ? Perchè l'EU è una moneta privata, che serve interessi privati e non nazionali. La riforma proposta da Savona in sostanza domanda all'europa di creare una moneta EU statale. Per farlo ci vorebbe una Europa unita politicamente e con interessi economici comuni. Non lo è al momento.

Cheyenne

Mer, 05/09/2018 - 13:53

la ue va solo fatta a pezzi

Giorgio1952

Mer, 05/09/2018 - 14:35

Salvini e Di Maio “tuonano” contro la matrigna Europa, adesso Savona ha pronto “un documento per riformare l'intera governance europea e permettere una crescita economica più equilibrata all'interno dei confini dell'Unione Europea”. Le principali leve di sviluppo su cui si baserebbe il piano di Savona : spingere gli investimenti e la BCE che secondo Savona dovrebbe "poter fare da prestatore di ultima istanza" e "poter manovrare la leva del cambio”, in sostanza chiede l’aiuto di Draghi come il buon Borghi, che crede talmente nell’Italia da investire 400mila euro in titoli esteri. Savona invece parla chiaro "Occorre uscire dai vincoli finanziari del bilancio europeo che non generano spinte autopropulsive e ricorrere a meccanismi capaci di imprimere una spinta esogena alla domanda", ma che cosa vuol dire? Lo spieghi con parole comprensibili come faceva Mario Monti.

gedeone@libero.it

Mer, 05/09/2018 - 15:24

Ottime proposte che potranno diventare realtà solo se i kattokomunisti Italiani ed Europei in generale prenderanno una mazzata storica alle prossime elezioni Europee. Me lo auguro di cuore.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 05/09/2018 - 16:12

Quel che dice sulla Bce mi sembra una buona soluzione, però non credo che avverrà tanto facilmente, vista l'autonomia proclamata ad ogni piè sospinto di chi la dirige. E soprattutto chi ora la dirige che è dichiaratamente contrario a quello che afferma Savona. Con il prossimo capo Bce? Chissà..

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 05/09/2018 - 16:51

Bene, fa piacere constatare che Savona (il tanto vituperato ideatore del piano "B"), in realtà voglia riformare l'UE attribuendole maggiori poteri finanziari di investimento, nonché trasformando la BCE in una sorta di banca centrale federale. Solo piccoli passi verso gli Stati Uniti d'Europa, che noi europeisti abbiamo sempre propugnato.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 05/09/2018 - 17:27

Un modo come un altro per fare melina... Tanto lo sanno tutti che la UE e` come la mela di Newton...

rokko

Mer, 05/09/2018 - 17:28

Il surplus commerciale dell'Italia è stato di 42 miliardi nel 2017, ed è stato fatto per lo più dalle nostre imprese (sane) private. Cosa c'entrino questi 42 miliardi con il bilancio pubblico, lo sanno solo Savona e Dio. Inoltre: l'euro vale quello che vale, con questo euro noi l'anno scorso abbiamo fatto il record di esportazioni: ormai poco meno di un terzo del pil viene dall'export. Chiedo, sempre a Savona e a Dio: siamo proprio sicuri che il nostro problema è di dover aumentare l'export, anche a costo di svalutare la moneta ?

Ritratto di krakatoa

krakatoa

Mer, 05/09/2018 - 17:44

Poffarbacco ... questo piano era segreto.. Cribbio !

Ritratto di MyOwnBoss

MyOwnBoss

Mer, 05/09/2018 - 18:01

Non dubito che, illo tempore, Savona fosse un valido economista. Ma ora è fuori come un poggiolo e dice assurdità. Il surplus commerciale NON appartiene allo Stato ma alle aziende che lo producono. Basterebbe questo per far bocciare qualunque studente di Economia. Purtroppo i super ignoranti della Lega (per non parlare dei loro complici a 5 Stelle che sono anche peggio) lo stanno a sentire. Che tristezza!

giuliopeiretti

Mer, 05/09/2018 - 18:17

" Atomix49 Mer, 05/09/2018 - 13:33 Pure Salvini mi ispirava tanta fiducia... solo che poi si è dimostrato un traditore chiacchierone e opportunista. Purtroppo "l'impressione" oggi è un cattivo consigliere. Io mi sono sempre fidato dell'impressione che ispira una persona, ma dopo del traditore ho dovuto cambiare opinione per forza." condivido!

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 05/09/2018 - 18:55

Mah... Parlano tutti sempre e soltanto di aumentare le spese. Spazio per risparmiare ce ne sarebbe tanto, a cominciare dalla sanità e dall'assistenzialismo diffuso verso i finti poveri.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 05/09/2018 - 19:32

@no.sinistri....lei parla di assistenzialismo ma condivide il reddito di cittadinanza? Ci spieghi meglio cortesemente. Quello che dice è giustissimo, ma gli esempi che fa mica tanto. Per sanità cosa intende? Le famose siringhe citate in ogni occasioen, o le migliaia di tossici mantenuti e curati a spese di Pantalone, i costi da sostenere in caso di infezioni dovute a qualche bimbo figlio di NO-VAX? Ci spieghi meglio cortesemente.

mariolino50

Mer, 05/09/2018 - 19:41

Michele Calò Quella vecchia scuola era fatta per pochi di buona famiglia, per gli altri esistevano vari paletti difficilmente superabili, la situazione era quella descritta da Don Milani nel suo libro. Insegnamo bene a tutti, e poi vinca il migliore, non il più ricco.

zen39

Mer, 05/09/2018 - 19:47

Caro Savona cerca prima di capire cosa vuole il NWO dopo urlalo ai quattro venti. Se non accogli il consenso dei popoli europei ti segheranno prima ancora che tu possa parlare.

Ritratto di pinox

pinox

Mer, 05/09/2018 - 20:39

la lucidità e la buona fede del prof savona sono ammirevoli, ma l'europa ha gia' dimostrato mille volte che non vuole la crescita dell intera unione, ma solo quella del paese dominante.

Marco_Cavedon

Mer, 05/09/2018 - 21:17

Ma che genio questo Savona. Peccato che la BCE sia già prestatrice di ultima istanza perchè può acquistare tutti i titoli nel mercato secondario e che il vero problema sia il limite al deficit, modificabile solo con l'assenso di 28 teste diverse. Comunque, voi alter-europeisti che volete risolvere il problema a livello europeo siete proprio patetici. Il vostro è un incubo di privazione di libertà dei popoli all'autodeterminazione. Altro che sogno, chiamiamolo col suo nome, il "fogno" europeo. Unica VERA soluzione, uscire da euro ed UE.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 05/09/2018 - 21:32

IL fatto è che ognuno pensa all'orticello suo alla faccia di chi predicava una Europa unica come dove tutti coltivano l'orto in modo coordinato. Visto come la pensa Salvini che da una mano vuole e dall'altra stringe quella di Orban e compagnia cantante. Savona è un brav'uomo ma temo che sia il Pico De Paperis del Fumetto che attualmente risiede al governo. Ora poi che viene meno il Q.E. vorrò vedere dove andranno a parare i nostri magnifici sapientoni (Di Maio e il corpo umano fatto del 90% di acqua). Siamo lo zimbello internazionale e poi ci lamentiamo pure.

rokko

Gio, 06/09/2018 - 21:45

Marco_Cavedonz guardi che non c'è nessun limite imposto al deficit, se ci servisse potremmo fare tranquillamente il 30% di deficit e nessuno potrebbe farci nulla. A più subiremmo una procedura di infrazione, con multa risibile (0.1% del pil), cosa che peraltro la Francia e la Spagna hanno già sperimentato senza traumi. Il punto piuttosto è un altro: abbiamo dei conti così fragili che se facessimo deficit eccessivo ci troveremmo con il sedere a terra, e questo continuerebbea anche se uscissimo dall'euro, che non c'entra nulla.