Crisi, chiudono 9mila ristoranti

Confcommercio lancia l'allarme. Per colpa della crisi economica l'anno scorso oltre 9mila esercizi legati alla ristorazione hanno chiuso i battenti

Sono ben 9mila i ristoranti scomparsi nel corso del 2011, secondo quanto emerge da un rapporto stilato dalla Confcommercio in relazione alla economie territoriali e al terziario di mercato

Le attività legate al turismo, al tempo libero e alle comunicazioni lo scorso anno hanno vissuto un anno decisamente negativo. Praticamente sparite, per il saldo negativo, oltre 13mila aziende. Ed è proprio nel settore della ristorazione che i dati sono più preoccupanti. Da questo comparto deriva più del 67% del totale delle cancellazioni dell'aggregato, 8.857 su 13.199. 

Se si parla poi del totale dell'economia le aziende andate in fumo superano i 30mila esercizi. Quasi 7900 per quanto riguarda il commercio, il trasporto e la logistica . 9.400 per gli altri servizi, dagli studi professionali fino alle agenzie immobiliari.

Commenti
Ritratto di aliberti.

aliberti.

Dom, 12/08/2012 - 16:19

un motivo in più per il ritorno de... il GRANDE CAV

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Dom, 12/08/2012 - 16:22

l'anno scorso? Ma come? L'anno scorso si diceva che i ristoranti erano pieni! Eppure rileggendo si parla proprio del 2011! Non è magari una svista della Confcommercio? Dai, si saranno sbagliati. I ristoranti erano pieni l'anno scorso. Dai su..i soliti guastafeste piagnoni menagramo.

gibuizza

Dom, 12/08/2012 - 16:24

E quanti ristoranti cinesi o comunque etnici hanno aperto?

Bozzola Paola

Dom, 12/08/2012 - 16:34

Andando avanti di questo passo chissà dove ci vogliono portare? E i nostri amati sindacati che cosa dicono per tutta questa gente a spasso? SIAMO PROPRIO DEI MASOCHISTI. VOGLIAMO CONTINUARE A FARCI DEL MALE.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 12/08/2012 - 16:45

Monti vi dira che sono solo 25 al giorno e se anche chiudessero tutti, lui per le vacanze prevede di trovarne aperti in svizzera, in particolare a St. Moritz dove si mangia fra l' altro bene.Quindi smettiamo di lamentarci dato che evidentemente il numero di quelli che chiudono potrebbe essere molto superiore senza costituire un dato preoccupante per la nostra economia che in quell' ambiente non raccoglieva poi, alla fin fine, abbastanza tasse e versamenti di iva importanti

Ritratto di florenceale78

florenceale78

Dom, 12/08/2012 - 16:46

ce ne sono troppi in italia...la gente abbia un po' più di fantasia...

kaleo

Dom, 12/08/2012 - 16:55

E il governo cosa fà?Manda la finanza a controllare gli avventori.Ma quelli della Bocconi dove vivono?

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Dom, 12/08/2012 - 16:58

Potranno ringraziare i loro colleghi, che non chiudono anzi prosperano, non rilasciando mai uno scontrino fiscale!

Ritratto di Marco Tullio C.

Marco Tullio C.

Dom, 12/08/2012 - 17:03

Ci sono tanti locali mediocri e improvvisati che fanno esattamente la fine che meritano; pizze indegne, insalate di mare a base di quell'alimento zootecnico chiamato surimi, cibi precotti, pasta sfoglia surgelata farcita e cacciata in forno, materie prime mediocri, gelati con preparati industriali e poche tracce di latte, vini improbabili. Le crisi qualche volta fanno del bene.

vitripas

Dom, 12/08/2012 - 17:09

tanta iva ed irpef in meno oltre a tasse locali di occupazione suole e camrali bravo Monti continua così

gardadue

Dom, 12/08/2012 - 17:30

Il paesello è condannato il sud statalcomunista a vinto .Ma poi chi vi mantiene? Forse i nuovi arrivati 4 figli e moglie a carico dei soliti noti .Polentoni tanti auguri ne avete bisogno

gianni.g699

Dom, 12/08/2012 - 17:32

Ringraziate il professorone e i suoi "salva italia" , "cresci italia" e l'ultimo ancora non dichiarato ma già attivo "strozza italia" ... ITAGLIANI !!!!!!!!!!!! oppure italiani ... teniamocelo ancora sulle ba..le il grande professorone !!!

Massimo Bocci

Dom, 12/08/2012 - 17:36

Finalmente la cura dei cloni, i moralizzatori (del satiro Bunga Bunga) comincia a dare i suoi frutti meglio con quelle due palanche che ci restano comprare croste di pane da dividere in famiglia,...poi se uno proprio vuol cenare fuori c'è sempre la mensa Caritas....Scordatevi il Bunga Bunga siamo in quaresima euro Crucco.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 12/08/2012 - 17:37

Hanno solo da abbassare i prezzi e vedrete che la gente ritornerà.

Ritratto di melara

melara

Dom, 12/08/2012 - 17:51

Ma come hanno chiuso i ristoranti ?? Ma se erano pieni di clienti com'è possibile . Però negli anni addietro di soldini ne hanno fatti e non pochi per cui ora si accontentino di quello che hanno guadagnato nel passato

gianni.g699

Dom, 12/08/2012 - 18:00

In cambio di offese, impoverimento sociale e degrado di ogni genere, lo stato sottrae ogni giorno ad ogni cittadino italiano “bambini compresi” : Dall’uso dell’energia elettrica circa 1 euro Dal consumo di acqua circa 1 euro Dallo smaltimento rifiuti circa 1 euro Dal consumo di alimentari, bevande e prodotti per la pulizia del corpo circa 5 euro Dall’utilizzo dei mezzi di comunicazione “TV,Telefono,Internet” circa 1 euro Dal consumo di carburanti circa 6 euro Dal necessario per coprirsi circa 1 euro … Solo da queste voci strettamente necessarie per la sopravvivenza di ogni singolo cittadino lo stato incassa forzatamente pro capite 16 euro al giorno che moltiplicati 63 milioni di cittadini italiani fanno la bella cifra di 1 miliardo e 8 milioni di euro al giorno, che moltiplicati ancora per 365 giorni l’anno fanno 367 miliardi e 920 milioni di euro !!! VOGLIAMO CHIEDERE DOVE METTONO TUTTI QUESTI SOLDI !?!?!? o ci sta bene così ??? siamo diventati tutti somari !!!

angeli1951

Dom, 12/08/2012 - 18:11

Che gran cervelloni "scorpion 12" e "gibuizza"!!! Saranno stati compagni di corso del "trota" in Albania? Lì a sparare idiozie con una situazione del genere dai dati Infocamenre:

eros57

Dom, 12/08/2012 - 18:14

invece di abbassare le saracinesche dovrebbero abbassare i prezzi!

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Dom, 12/08/2012 - 18:14

Smettiamo di comprare auto tedesche: la Germania intasca i ns euro e poi ci tratta da straccioni!

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Dom, 12/08/2012 - 18:29

gpl_srl@yahoo.it--- hanno chiuso quando c'era BUNGA BUNGA che oltretutto sosteneva che erano PIENI!!

walter54

Dom, 12/08/2012 - 18:43

come dice scorpion12, questa notizia deve essere sicuramente sbagliata. L'anno scorso il salvatore della patria, quello che negava la crisi, diceva che i ristoranti erano tutti pieni. Ricordo male? Magari erano tutti figuranti quelli che lui vedeva. Oppure, come dice la Garnero in arte Santanchè la colpa di tutto ciò è della Guardia di Finanza con tutti questi controlli.....

bixente74

Dom, 12/08/2012 - 18:45

altro che ristoranti pieni!! grazie al bananas berlusconi ho fatto un investimento sbagliato. quindi non vedo l'ora che arrivi una bella patrimoniale che spogli i ricchi scanfasatiche!

Cosi_la_penso

Dom, 12/08/2012 - 18:55

Chi è colpa del suo mal ...... quando per piatto di "penne all'arrabbiata" bisogna pagare 18 euro ( diciottoeuro ), il cui costo non supera i 50 centesimi di euro , mi sembra abbastanza ovvio che andare a ristorante pochi se lo possono permettere. Non credo che i restanti 17,50 euro servono per coprire i costi gestionali e al povero gestore dopo le tasse ( che non paga) non resta null' altro !! Abbassate i prezzi cari ristoratori dei miei.... vedrete che la gente torna.

vfangelo

Dom, 12/08/2012 - 19:15

Ancora chiusura di esercizi commerciali,in questo caso ristoranti,ma è normale la gente è stata spolpata dei suoi pochi averi, poi a completare l'aumento della benzina. Qui finisce che rimane in attività solo Monti e i suoi becchini,a produrre guai al popolo,visto che chiudono tutti, perche, non chiude anche questo governo e torna da dove è venuto?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 12/08/2012 - 19:16

Compresi tutti quelli che non rilasciano mai la ricevuta?

pier47

Dom, 12/08/2012 - 19:20

buonasera, NON si deve cambiare alcunchè monti ci deve portare a Berlino,MOLTO MEGLIO CHE A ROMA,(per i nordisti casa naturale). saluti

rokko

Dom, 12/08/2012 - 19:26

Capperi, ma non erano sempre pieni?

teramano

Dom, 12/08/2012 - 19:29

Adesso si spiega perchè Berlusconi vedeva tutti i ristoranti pieni, con la chiusura di novemila esercizi e logico che gli altri fossero sempre pieni. Per quei pochi che non lo avessero ancora capito questi fatti non sono colpa di Monti ma del governo precedente, quello che vedeva i ristoranti pieni e le code per prendere l'aereo.

pajoe

Dom, 12/08/2012 - 19:36

Con una media di 5 lavoratori per ristorante o trattoria,sono circa 45.000 i disoccupati e tanti, i più, di questi non possono usufruire di nessun ammortizzatore..... sociale.

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Dom, 12/08/2012 - 19:37

Smettiamola di comprare auto tedesche: è assurdo mandare tanti euro in Germania per poi doverglieli richiedere in prestito!

almirach64

Dom, 12/08/2012 - 19:46

Parliamo di quanto ti fanno pagare un bicchiere di vino, volete? Prezzi spaventosi per vini da supermercato, quando i produttori negli ultimi anni hanno costantemente abbassato i prezzi

pintoi

Dom, 12/08/2012 - 19:49

gpl_srl@yahoo.it : la chiusura è il risultato di diversi anni di crisi ma non era Monti a dire che in Italia non c'era aria di crisi. Una cosa che mi auguro è che abbiano chiuso ristoranti che servivano risotti alle zucchine e gamberi a 18 Euro, oppure l'orata in crosta di sale a 36 euro ... chiunque nella sua vita abbia cucinato almeno una volta capisce che sono degli strozzini. Saluti.

Ritratto di GiovanniBagheria

GiovanniBagheria

Dom, 12/08/2012 - 19:58

Avrebbero dovuto abbassare i prezzi, alti, prima. Ora che vogliono? Si vadano a cercare un lavoro.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 12/08/2012 - 20:04

Forza Professore, avanti così che fra non molto si chiuderà il Paese Italia una volta per tutte. Lo si lascerà in mano ai clandestini e ai Rom. Gl'italiani sono stati ridotti a cittadini di seconda e terza classe, i loro figli non hanno diritto a posti negli asili, all' assistenza sanitaria a scuole perché ogni priorità viene riservata per gli zingari e immigranti. Grazie Professore, non si scordi di raccomandare all'ultimo italiano che lascia il Paese di spegnere la luce.

a.zoin

Dom, 12/08/2012 - 20:20

>>>>>>>>> GRAZIE GOVERNO TECNICO

Ritratto di Aulin

Aulin

Dom, 12/08/2012 - 21:31

Parliamoci chiaro: in Italia dormire e mangiare fuori viene punito quasi come se fosse un peccato. Nella vicina Francia il cibo costa più caro ma almeno in un Etap Hotel si dorme ib 3 a 40 € a notte con doccia e bagno. In Spagna e Portogallo si mangia bene e si spende la metà. Va bene che qui le tasse sono altissime et cetera, ma non è che uno che apre un ristorante debba comprarsi per forza una Ferrari in 5 anni di lavoro eh. Bisogna venirsi incontro un minimo. Non parliamo poi delle spiagge e dei costi...

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Dom, 12/08/2012 - 22:29

Uno che vuol togliersi lo sfizio di passare una serata in un ristorante da 150 euri a persona e all'uscita si ritrova i bravi inviati da Don Montigo che gli chiedono come fa a permettersi una cena così costosa, cosa pensate che faccia in futuro? Mangia a casa! E il ristorante che fa? Licenzia cuochi e camerieri e poi chiude i battenti. Ma Don Montigo ha studiato alla Bocconi ed è convinto che con un sano terrorismo fiscale si rilanci l'economia....sì la sua grazie alla nomina di senatore a vita elargita dall'altro meschino comunista!

Povera_Italia

Dom, 12/08/2012 - 22:39

Certo che ne ho letti di commenti c.....i! Bravi, vedremo quando toccherà a voi abbassare le serrande... O forse no: siete tutti dentisti o avvocati, quindi intoccabili?

Bozzola Paola

Dom, 12/08/2012 - 23:55

Prima di gridare al ladro (e per alcuni ristoranti è vero) vediamo di sapere quali sono quelli che chiudono. Sono quasi sicura che non sono quelli da 18 € per un primo. Ho il dubbio che siano quelli di più basso livello, quelli che sono continuamente in competizione con cineserie varie. Il costo può variare anche per il mantenimento del personale, della ricaduta della benzina sull'acquisto degli alimentari. Ci sono tanti,tanti motivi. I grossi e costosi ristoranti state sicuri resistono alla crisi. E poi è logico se prima si andava a mangiare fuori, oggi non è più possibile perchè manca la lira (intesa come soldi). Non abbiamo più la possibilità di spendere. Ci hanno tolto tutto

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 13/08/2012 - 00:52

Questa notizia è la prova della stupidità di chi si è insediato al governo. Anziché favorire le imprese e creare ricchezza stanno creando MISERIA. Un grazie sentito ai maneggi sottobanco di D'Alema e di Napolitano.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Lun, 13/08/2012 - 07:25

9 ristoranti mila chiusi? Quanti soldi che risparmieranno i clienti.

mrwatson52

Lun, 13/08/2012 - 08:24

Quando si parlava di ristoranti pieni evidentemente non ci si riferiva al numero di clienti ma a quello dei debiti.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Lun, 13/08/2012 - 09:08

lorenzo 7 hai ragione non comperate piu' auto tedesche comprate fiat Seat Hyundai,queste sono vere auto non le baracche Mercedes Audi, WW, Porsche,queste auto tedesche sono delle baracche,comperate auto italiane e queste marche sopra descritte i meccanici italiani hanno bisogno di lavorare.Diro' qui in Germania di comprare delle Fiat invece delle loro,visto che le Fiat qui sono rare come mosche bianche.

Ritratto di pedralb

pedralb

Lun, 13/08/2012 - 09:10

Dei circa 30.000 posti di lavoro persi nel 2011 dal settore non ne può fregar nulla a nessuno.......tanto non sono PARASSITI STATALI.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 13/08/2012 - 09:24

Sono bastati pochi mesi di Monti (voluto dal comunista Napolitano e sostenuto dai sinistri) per questo bel risultato ! Solo un anno fa i ristoranti erano pieni, (come confermò Silvio in un suo storico discorso, pieno di ottimismo e fiducia nel futuro ) e adesso chiudono. Se Silvio non torna SUBITO cadremo nel baratro ! I comunisti ed i sinistri sanno fare una sola cosa : tassare e spendere. Ed i risultati si vedono.

Willy Mz

Lun, 13/08/2012 - 09:56

saranno anche bersagliati dalle tasse, dalla finanza, dall'asl ma, ci sono anche tanti ristoratori improvvisati che forse hanno fatto bene a chiudere

killkoms

Lun, 13/08/2012 - 10:37

@francotrier,non tutti sono esterofili come gli italiani!

Ritratto di Marco Tullio C.

Marco Tullio C.

Lun, 13/08/2012 - 10:42

@FrancoTrier; Furbastro di un filocrucco; come marca alternativa a VW proponi SEAT, eh !!!

gingi

Lun, 13/08/2012 - 11:32

Bene, tutta gente che a suo tempo ha applicato 1 euro = 1000 lire. Dovevano pensarci prima. speriamo che falliscano anche tanti negozianti... tanto hanno già il conto corrente strapieno

walter54

Lun, 13/08/2012 - 12:19

a persilvio46 vorrei dire di leggere bene l'articolo, i ristoranti hanno chiuso nel 2011 e non credo che abbiano chiuso tutti tra novembre e dicembre quando si è insidiato Monti, ma, se non ricordo male l'anno scorso governava quell'illustre personaggio che diceva che i ristoranti erano pieni

max22

Lun, 13/08/2012 - 12:51

ma al posto di prendere spunto da ogni notizia per fare rissa, perchè non pensare che sia la normale dinamica della legge di domanda e offerta? se chiudono 9mila ristoranti, ci sarà un eccesso di offerta, accentuata dall'attuale crisi. sfido chiunque a girare per le proprie città e a non trovare un sufficiente numero di ristoranti

Cosi_la_penso

Lun, 13/08/2012 - 13:32

Eccoli i ristoratori che si ribellano , son tutti qui sotto a piangere e invocare il ritorno del cav, la persecuzione della Gdf, le malefatte dei professoroni,altro che stato di polizia io comincerei a sequestrarvi tutti i beni che avete accumulato piagendo e f.... in questi ultimi 10 anni .

Roberto C

Lun, 13/08/2012 - 13:44

Caro gingi, premesso che non servirà a niente, non sono nemmeno sicuro che il commento sarà pubblicato e se lo sarà sono sicuro che lo leggerà probabilmente senza aggiungere nulla e fra tre giorni al prossimo articolo su negozi che chiudono ci sarà qualcuno che si sentirà in dovere di scrivere "Bene, questi ladri matricolati che hanno fatto 1 euro = 1000 lire, chiudessero tutto come ci godo!" - Comunque ci provo lo stesso: 1) Lei crede che non ci siano stati, 10 anni fa, i clienti che provavano a fare i furbi e che quando trovavano un articolo che costava 5,16 € (ex 10.000 lire) dicevano subito: "Eh su, sia buono non mi può fare 5? In fondo sono solo 16 centesimi..." 2) A parte questa considerazione, 10 anni fa è successo che appena introdotto l'euro o quasi i negozianti (certo, anche gli altri cittadini) si sono visti recapitare bollette della luce di 200 euro quando prima a stento toccavano le 200.000 lire, e in brevissimo tempo il biglietto di bus e metro, che prima costava 1000 lire, è stato portato a 1 euro... 3) Senza dire che ai grossisti e ai grossi distributori nessuno li vede, loro sicuramente non ci hanno messo nulla, a fronte del passaggio all'euro e dei connessi aumenti, a rientrare con le spese fatturando al negoziante da cui lei va a far la spesa a 1 euro quello che prima costava 1000 lire, oppure (che in sostanza è lo stesso) riducendo lo sconto o aumentando i costi di trasporto, incasso, bancari ecc. Il venditore al dettaglio finale è semplicemente l'ultimo anello della catena, riceve il prodotto a X (in fattura), deve fare x + tot%, aggiungere l'IVA ove previsto e viene fuori il prezzo finale del prodotto - da quel "+ tot%" deve farci uscire: le sempre pià care bollette di luce, gas, acqua e telefono, il canone rai, la tassa rifiuti, l'Irpef, l'Irap, i contributi inps, le eventuali buste paga per i dipendenti e poi sa, magari deve anche riuscire a tirarci fuori qualcosa con cui mangiare lui e farci mangiare possibilmente i suoi familiari... Certamente c'è chi, magari approfittando di una posizione favorevole, se ne approfitta e ricarica del 500%, ma chi lo fa, lo faceva con la lira e lo fa con l'euro... 4) Ultima considerazione, se - come lei, fregandosi le mani, auspica - chiudono tutti, tutte le persone a cui danno lavoro e che non hanno certo colpa se i loro datori di lavoro fanno prezzi troppo alti rimangono in mezzo alla strada, ci ha mai pensato? Immagino di no - certo ci sarà anche qualcuno che non ha dipendenti, ma credo che il 90% dei negozianti tengono almeno una persona alla cassa... negozi che chiudono, al di là del fatto che ci siano anche (ma le assicuro che se ne possono trovare in tutte le categorie) dei negozianti disonesti, significa tanti bei disoccupati in più, penso che gli unici che possono gongolare sono i politici o al massimo forse qualche ipertutelato dipendente di qualche pubblica amministrazione che il problema di restare senza lavoro non lo avrà mai (occhio però, perchè, specie con i tempi che corrono, in questa vita, non si deve mai dire mai...)

MagoGi

Lun, 13/08/2012 - 13:46

Con una crisi economica prolungata e pesante come l'attuale mi sembra ancora un dato nemmeno troppo negativo.

cividale

Lun, 13/08/2012 - 14:30

Pero' Berlusca diceva che i ristoranti erano pieni e non c'era posto a sedere.

Ritratto di KATYN1943

KATYN1943

Lun, 13/08/2012 - 14:38

Vorrei fare un piccolo distinguo: Romagna vs. Toscana. Pranzo completo con buon vino in quel di Brisighella (buon ristorante, aria climatizzata, ottima accoglienza, con tutti i benefit del caso) Euro 25,00.= Scollini, per entrare nella mia Toscana e.........ahinoi, stesso tutto ma euro 40/50. Cosa c'è di diverso? L'aria?

Mike99

Lun, 13/08/2012 - 15:19

Bravo Marino Birocco che ha la ricetta giusta! Della serie chi sa fa e chi non sa insegna!! ci faccia vedere come si fa: paghi le tasse (iva, irpef, imu, insegne, spazi, etc.) assumi a tempo inderterminato e ....abbassi i prezzi! Mi prenoto da lui!!

rino biricchino

Lun, 13/08/2012 - 16:01

ALLORA PROPRIO IN QUESTI GIORNI SI PARLA DEL FALLIMENTO DI MOLTE COMPAGNIE AEREE ED OGGI LA CONFCOMMERCIO CI DICE CHE STANNO FALLENDO ANCHE MIGLIAIA DI RISTORANTI: BERLUSCONI PER FAVORE DICCI CHE ANCHE IL COMMERCIO DI DROGA E ORGANI UMANI VA A GONFIE VELE!!!!!!

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Lun, 13/08/2012 - 20:40

per gardadue, fino ad ora siamo stati noi del Nord a mantenere voi terroni visto che siamo polentoni....

rokko

Lun, 13/08/2012 - 20:51

Soccorsi, a.zoin, Runasimi, persilvio46 guardate che i 9000 esercizi commerciali hanno chiuso nel 2011, quando Monti non era nemmeno ancora in Italia e quando il vostro amichetto andava a Bruxelles a portare, come dati relativi all'economia italiana, le affermazioni che "i ristoranti sono sempre pieni e non si trova mai posto". Per favore, abbiate la decenza di tacere.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mar, 14/08/2012 - 10:01

marco tullio era per fare capire a quel lettore le cassiate che scrive vuole paragonare le AUTO ITALIANE( a parte quelle di prestigio come ferrari,lamborghini e maserati) CON QUELLE TEDESCHE,DIMMI TU SE RAGIONA NORMALE.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mar, 14/08/2012 - 13:43

si molto GRANDE quarda a che punto vi ha portati.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 14/08/2012 - 16:05

e se succede ora in tempo di vacanze cosa succederà quando le vacanze saranno passate?? oggi una media di 25 al giorno: riparliamone ad aprile del 2013 quando probabilmente dovremo dire che la media è salita a cinquanta: ma viva Monti e viva la liberazione