Crisi, le famiglie tirano la cinghia: una su due non arriva a fine mese

Solo 26 milioni di italiani riescono a far fronte senza problemi alle spese fino alla fine del mese. Una percentuale in calo del 5% rispetto al 2012 e addirittura del 18% rispetto al 2010

Basta ascoltare le ultime uscite ufficiali del governo per sprofondare nello sconcerto. Il premier Enrico Letta e il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni, in giro per i principali centri di potere a livello mondiale, sfoggiano un sorriso pacione e parlano di crescita e ripresa, di riforme e segnali positivi. Poi, dai un'occhiata ai numeri - quelli che inquadrano l'economia reale - e capisci che è solo un bluff. Secondo il sondaggio di Confesercenti-Swg, realizzato in occasione delle festività 2013, nel corso dell'anno ormai alle porte, l'87% degli italiani si è visto costretto a ridurre le spese. Tagli che non hanno escluso i beni alimentari e i carburanti. Solo il 54% delle famiglie riesce, infatti, ad arrivare a fine mese.

A una famiglia su due i soldi che guadagna non bastano per coprire le spese mensili. I numeri della Confesercenti sono impressionanti. E arrivano a pochi giorni dallo studio dell'Istat sulla disoccupazione. Oltre 41 milioni di italiani, circa 500mila in più rispetto allo scorso anno, dichiarano di aver rivisto la propria spesa. Molti di meno quelli che dicono di non aver proceduto ai tagli: sono l’11%, circa 5,3 milioni. Meno di un milione di persone (il 2%) sostengono di aver incrementato le uscite. Tra chi ha rivisto il proprio budget, il 24% afferma di aver compiuto una spending review su tutti i fronti. Il 39% ha detto di aver tagliato, invece, principalmente sui capi di abbigliamento. Segue, nella classifica dei tagli operati dagli italiani, il materiale informatico, indicato dal 30% del campione. Il 23% ha stretto la cinghia sulle spese di casa, il 22% sui viaggi e il 20% (il 5% in più rispetto al 2012) sui carburanti. Ma la percentuale più inquietanti è quella che riguarda i beni alimentari: il 15%, ben 7,2 milioni di italiani, si visto costretto a pesanti rinunce.

La fascia d'età più colpita appare quella tra i 25 e i 34 anni. Secondo lo studio della Confesercenti, il 90% di questi ha ridotto le spese in genere, uno su quattro (il 25%) stringendo sui consumi di carburanti. "Il clima di difficoltà nasce da un evidente disagio", si legge nel sondaggio secondo i cui dati, nel corso del 2013, solo il 54% degli italiani (26 milioni) segnala di riuscire a far fronte senza problemi alle spese di famiglia fino alla fine del mese. Una percentuale in calo del 5% rispetto al 2012 e addirittura del 18% rispetto al 2010, quando iniziò ad acuirsi la crisi economica nel Belpaese. Allora ce la faceva il 72%. "S’infoltisce il gruppo di coloro che arrivano a fatica fino alla terza settimana (il 32%, in salita del 4% sullo scorso anno) - conclude lo studio - ma ci sono anche ben 6,7 milioni che confessano di farcela solo fino alla seconda (il 14%, +1% rispetto al 2012)".

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 02/12/2013 - 13:20

Vi è stato già detto che la ripresa non ci sarà ne ora ne il prossimo anno.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 02/12/2013 - 13:26

saccoMANI nel portafoglio, incapace di tagliare, è della stessa pasta di FALLImonti, tutta genete voluta da regiorgio e pescata nel mazzo anche se presto il MAZZO a questi qualcuno farà. Sarete travolti.

cloroalclero

Lun, 02/12/2013 - 13:27

ma basta con queste balle..non c'è nessuna crisi..ma dove vivete..i concerti negli stadi sono sempre sold out, aumentano le vendite di tablet e cellulari, per andare a cena al ristorante devi aver fortuna a prenotare..ma smettiamola di raccontare una povertà che non esiste..

CARLINOB

Lun, 02/12/2013 - 13:31

E l'anno prossimo saremo in 9 milioni in queste condizioni !!Continuiamo a farci Governare da Lupi , Lorenzin , Sacomanni , Di Girolamo : questi non sono in grado neanche di gestire un Paese di 3500 Anime!!! Per la ripresa 5 miliardi in tre anni : questo ovrebbe essere il monito che questi personaggi sono dei povri diavoli inadeguati!! Sono 50 i Miliardi da prevedere come minimo e , se solo si accettasse di operare tecnicamente e con competenza , si troverebbero con estrema facilità , estrema facilità : ma bisogna essere capaci e . . .onesti!!!!!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 02/12/2013 - 13:35

per gli immigrati nord africani e per quelli russi in Italia non ci sarà crisi,siete dei benefattori bravi..

CALISESI MAURO

Lun, 02/12/2013 - 14:07

Ma come e il tunnel???? la luce????? Ah era il vecchio immenso John Belushi nella Chiesa battista ad averla vista, non PdA attel or Mr loden. che fregatura:((

Anonimo (non verificato)

Giorgio Mandozzi

Lun, 02/12/2013 - 14:48

Ma come fa a saperlo Saccomanni dov'è la ripresa? Lui come parametro ha la sua segreta retribuzione da Banca d'Italia e pertanto ai suoi livelli non si vede alcun problema. Gli italiani? Si arrangino, come già hanno avuto modo di dichiarare Monti (bamboccioni), Fornero (choosy) e sfigati per l'altro bellimbusto, figlio di papà, del quale non ricordo il nome. Anche Monti, oltre Saccomanni, vedeva la luce alla fine del tunnel! Credo proprio che abbiamo bisogno di una capatina alla neurodeliri!

gneo58

Lun, 02/12/2013 - 14:49

chi e' saggio si sta procurando un pezzetto di terra da coltivare e si studia 2 nozioni di agricoltura.

gentlemen

Lun, 02/12/2013 - 14:52

Le famose luci in fondo al tunnel di Monti in realtà erano quelle del treno che stava per investirci. Che risate il prossimo 8 giugno!

colapesce

Lun, 02/12/2013 - 15:03

molte famiglie tirano la cinghia e la tireranno ancora per molto tempo , ma ci sono altrettanto famiglie che non tirano nulla anzi la crisi per loro non cè mai stata ..........

Angel7827

Lun, 02/12/2013 - 15:14

non ci sarà nessuna ripresa, e tanto per la cronaca, la spesa degli italiani è diminuita dal 2008 in poi, ah...è più comodo, per qualcuno, dire che la colpa è sempre e solo degli altri...come la storia che basta togliere l' imu e gli italiani tornano a comprare case.

Gianca59

Lun, 02/12/2013 - 15:20

La ripresa senza lavoro è una gran stronzata.

Giorgio5819

Lun, 02/12/2013 - 15:27

La ripresa? Prima,seconda e terza se vedi un politico italiano che attraversa la strada...

releone13

Lun, 02/12/2013 - 16:12

Lo sai dove è la ripresa, caro Sergio rame? E' esattamente nello stesso posto in cui era quando il pregiudicato sosteneva il governo........proprio li, nello stesso identico posto! Solo che prima non avevi il coraggio di scriverlo, adesso si..... E poi......forse è perché ad una famiglia su 2 non bastano i soldi per coprire le spese mensili che IERI IN CENTRO A MILANO SEMBRAVA IL 24 DI DICEMBRE?????????????????????????????????????????????????Forse è per quello che grandi magazzini come LA RINASCENTE, negozi come BOGGI, DIESEL, POLLINI, PIRELLI, ecc ecc erano strapieni????????????????????????????????????????????????Certo che si tu guadagni 1000 ma le tue spese mensili sono 4000, probabilmente i soldi NON BASTERANNO a coprire le spese mensili, caro SERGIO RAME.......ma basta rinunciare a 4 telefoni in famiglia, 2 suv, le scarpe Tod's, i jeans di Armani......e vedi che magicamente i soldi BASTANO.....anzi, magari risparmi anche qualcosa........ di la verità, non ci avevi pensato, eh........

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Lun, 02/12/2013 - 16:27

Con Berlusconi i ristoranti erano sempre pieni. E i treni arrivavano sempre in orario.

Triatec

Lun, 02/12/2013 - 16:31

releone13 @ Non ho capito. Allora la crisi esiste solo perché Le famiglie non vogliono rinunciare al SUV, ai 4 telefoni, ai jeans Armani e alle scarpe Tod's? Anche i grandi magazzini erano pieni? Già...aveva ragione Berlusconi quando diceva che i ristoranti erano pieni.

mbotawy'

Lun, 02/12/2013 - 16:31

E'inutile prenderci in giro! L'Italia in mano a questi imbecilli e' allo sbando, alla fame,al furto continuo dei politici, e della presa in giro dei "transalpini".Che sorga da questo disastro uno,o un gruppo di italiani che si imponga,mettendo in disparte o eliminando quata "banda taffari".

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 02/12/2013 - 16:40

Finalmente anche il giornale si é reso conto che la crisi in Italia c'é dal 2010 e che all'epoca non era vero che i ristoranti erano strapieni di persone e gli aereoporti pululavano di turisti italiani. Ora mi domando con il porcellum e 2 coalizioni intorno al 30% e un partito al 25% a chi servirebbe una crisi di governo adesso? Ci troveremo con 6 mesi di inattività del governo uscente e come conseguenza tutti i parametri nell'articolo peggiorerebbero aumentando la percentuale di famiglie che non arriva alla fine del mese per poi ritrovarci dopo 6 mesi a dover discutere ancora di larghe intese, piccole intese e inciuci vari. Quindi teniamoci questo governo, che anche se non é il migliore degli ultimi 150 anni, almeno qualcosa può fare per cercare di migliorare la situazione. Si va a votare nel 2015, con una nuova legge elettorale, e con Berlusconi (per far contenti i berlusconiani) candidabile di nuovo.

releone13

Lun, 02/12/2013 - 16:46

TRIATEC:certo che la crisi esiste...ma nonostante esista le famiglie non vogliono rinunciare a nulla....del resto si sa benissimo che fino a 3 o 4 anni fa abbiamo vissuto tutti al di sopra delle nostre possibilità...bastava fare debiti.....che poi non si riusciva a pagare.............ora invece i debiti non si possono più fare, ma non perché siamo diventati più furbi...solo perché il credito non esiste più....quindi bisogna fare affidamento solo sullo stipendio e quindi i soldi non bastano......E' vero che i ristoranti erano pieni......peccato che per andare fuori a cena si usava lo stipendio, e per comprare telefoni, macchine e , tablet, computer ecc si usavano i finanziamenti.......

terzino

Lun, 02/12/2013 - 16:55

E' un sondaggio Confesercenti Swg ma non ci volevano loro per capirlo. Solo chi sta su Marte non lo ha ancora capito.

Cinghiale

Lun, 02/12/2013 - 17:02

@releone13 Lun, 02/12/2013 - 16:46 - Le stringo idealmente la mano, perchè ha detto un'ovvietà che in molti si rifiutano di vedere. Prima chi aveva il TV a tubo catodico lo voglio piatto, chi lo aveva piatto lo voglio più grosso e via con i finanziamenti 50euro di qua, 50euro di la, il frigorifero lo cambio, in vacanza nel 4stelle anzichè 3 ecc. Io ho sempre comprato solo se avevo i soldi, altrimenti niente o più avanti. I ristoranti buoni sono pieni ancora adesso, sono le bettole che battono il chiodo. Cordialità.

Triatec

Lun, 02/12/2013 - 17:07

releone13 @ Ma se, come hai detto, ieri in centro a Milano sembrava il 24 dicembre e che i grandi magazzini come LA RINASCENTE, negozi come BOGGI, DIESEL, POLLINI, PIRELLI, ecc ecc erano strapieni, cosa significa che le famiglie continuano a vivere al di sopra delle proprie possibilità? Visto che il credito non esiste più e i debiti non si possono più fare, come fanno? Leggendo il tuo post sembra che tutto continui come quando si diceva che i ristoranti erano pieni?

releone13

Lun, 02/12/2013 - 17:16

CARO CINGHIALE, sa come si chiama questa? si chiama SAGGEZZA......di solito viene trasmessa dai genitori, oppure la si ha dentro....ma non ci vuole molto...i nostri genitori ci hanno lasciato qualcosa ( cosa che noi non potremo fare con i nostri figli) proprio perché si sono comportati come Lei ha detto....gli unici debiti che si facevano erano macchina e casa....punto.Se poi c'erano i soldi si andava in vacanza, altrimenti si stava a casa..ecc ecc.......Si dirà: le solite palle di gente vecchia, retrograda,se tutti ragionano cosi come faremo.........si può dire tutto quello che si vuole, ma la realtà è questa, che non ci sono più i soldi per mantenere i consumi, per cui si DEVE tornare a consumare il necessario con qualche deroga.......non come prima che si consumava TUTTO il superfluo e poi si mangiava pane e rape.....però avevi il BMW!!!!!!!!!!!!Le cose stanno cosi, prendere o lasciare.Altrettanta cordialità.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 02/12/2013 - 17:25

intanto i panettoni e lo spumante li comprate, i bar sempre pieni e le pizzerie e Mac Donald, ipocriti siete pieni soldi altrimenti scendevate in piazza a protestare contro i politici, lo Stato, l'UE etc. Tutti con l'Iphone, tablet e notebook e abbonamento Sky. SIETE TUTTI RICCHI E LO STATO LO SA E VI METTE TASSE che pagate in silenzio e felici di dire: OBBEDISCO

diego_piego

Lun, 02/12/2013 - 18:18

Berlusconi è stato cacciato dal senato neanche una settimana fa e c'è già crisi? Perché quando c'era Lui, la crisi non c'era: i ristoranti erano sempre pieni.

Giuseppe Borroni

Lun, 02/12/2013 - 18:25

e I dipendenti di Camera, Senato, Quirinale e compagnia bella vivoono alla grande.

unosolo

Lun, 02/12/2013 - 20:25

bella sorpresa per i pensionati , questa tredicesima è scesa di 200 euro rispetto al 2012 , l'attuale governo e il precedente hanno di fatto scendere le tredicesime di 400 euro in tre anni , se continua in codesto esborso tra cinque anni le pensioni non varranno un cavolo , ladri , pagano solo operai e pensionati per la casta aumenti regolari anche per i portaborse che non tolgono , ladri , è un complimento , pensionati costretti a tirare la cinta tutto l'anno e poi la tredicesima che serve viene abbassata un consiglio ai pensionati e ai lavoratori non pagate la quota sindacale per rientrare del maltolto , tanto sindacati e governo si spalleggiano , non ascoltateli vi fregano soldi continuamente , loro non perdono si fanno leggi da soli , poi il cattivo era il B .

Ritratto di aquila

aquila

Mar, 03/12/2013 - 17:58

I grandi economisti de noantri devono avere una malattia strana agli occhi vedono sempre una luce in fondo al tunnel. La vedeva ogni 5 minuti il grande economista bocconiano e amico di Re Giorgio Monti, la vede Saccomanni, spieghiamo loro che sono le luci del treno che travolgerà il Paese. Ma a loro non interessano queste quisquiglie fanno stupide battute in inglese, tutto li. Re Giorgio hai finito di insediare idioti al governo???

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 04/12/2013 - 18:43

comunque non lamentatevi andate ai quiz della RAI li guadagnerete centinaia di migliaia di euro per poche domande, sapete quanto guadagnano i presentatori della TV? Chiedetelo a Floris , Fazio e agli altri.Ah dimenticavo Vespa..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 04/12/2013 - 20:32

saltare pasto è brutto però anche mangiare spesso pesce scogliona.. http://www.oechsle-weinhaus.de/de/fisch