"Il debito salirà al 132%" L'allarme di Bankitalia. E l'Fmi taglia pure il Pil

La Banca d'Italia rivede al rialzo le stime del debito in rapporto al pil per il 2018: "Salirà al 132,%"

La Banca d'Italia riaccende i fari sul debito rivedendo le stime al rialzo. Per l'istituto, si attesterà a 5,3 miliardi nel 2018, di 5,5 miliardi nel 2017 e di 0,8 miliardi nel 2016. E il Fondo monetario internazionale vede sempre più nero.

La precedente stima dell'Istat del rapporto debito/Pil per il 2018 era al 132,1%, per il 2017 era 131,3%. In valore assoluto il debito pubblico italiano al 31 dicembre del 2018 ammonta a 2.322 miliardi (5,3 miliardi in più rispetto alla stima del 15 marzo scorso), mentre alla fine del 2017 il debito risulta pari a 2.269 miliardi (131,4%).

"Il livello del debito è un peso per l'Italia, ma non un rischio per gli altri Paesi", ha detto in un'intervista pubblicata stamattina su Repubblica, il ministro Giovanni Tria, assicurando di voler mettere in atto misure per arginare il debito pubblico: "Il Def che conto di approvare domani (oggi) punta ad una sua riduzione".

L'Fmi, intanto, taglia ancora le stime di crescita dell'Italia: nella nuova edizione del World Economic Outlook il pil è previsto in aumento dello 0,1% nel 2019, mezzo punto percentuale in meno rispetto alla precedente stima di gennaio. Confermata per il 2020 una previsione di crescita dello 0,9%.

Commenti

Duka

Mar, 09/04/2019 - 11:55

Con questi GENI al governo Salvini e Di Maio in testa è già una fortuna che il debito si attesti al 132%. Percentuale da prendere con le molle a ampio beneficio d'inventario. Se gli italiani avranno un po' di cervello al prossimo turno di maggio FACCIANO PIAZZA PULITA

gneo58

Mar, 09/04/2019 - 12:13

qualcuno mi spiega come si puo' azzerare il debito ? no ? certo che no - nessuno potra' mai riportare a zero queste cifre quindi smettiamo di prenderci per i fondelli.

Gualfredo

Mar, 09/04/2019 - 12:38

@Duka, come no, magari rimettendo Monti a Palazzo Chigi, grazie al quale il debito pubblico lievitò dal 108% al 132,6%. Già, perchè c'è un errore nel titolo: già a gennaio 2014 eravamo al 132,6% di debito. O stavolta vorrebbe sperimentare il "genio" di Mario Draghi?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 09/04/2019 - 13:00

Alla peggio, si può annullare unilateralmente i patti lateranensi e ordinare al Papa di restituire lo Stato Vaticano all'Italia.

FrancoM

Mar, 09/04/2019 - 14:31

basta chiedere la resituzine del 90% dello stipendio e frattagle varie percepito dai banchieri (d'Italia a di altre banche) per ridurre di un tot il debito pubblico.

rokko

Mar, 09/04/2019 - 15:09

gneo58, il debito si può ridurre, tanto è vero che è stato fatto in passato. Per esempio, dal 1995 al 2004, o tra il 2006 ed il 2007. Gualfredo, almeno vatteli a leggere i numeri, Monti ereditò un debito al 120.1% a fine 2011, con uno spread a 600 (che significa, da solo, a bocce ferme, un aumento di circa 2 punti di pil l'anno, e non stiamo ancora scontando la decrescita). Non ci fosse stato Monti ora avremmo il debito al 200% del pil.

Angelo664

Mar, 09/04/2019 - 15:26

Ok, l'ultimo 1% lo ha fatto l'Italia sotto questo governo. Ma gli altri 132 ???? Chi cavolo li ha fatti ?? Nessuno che alzi la manina, dallo sprecone PD, alla DC al PSI per passare ai vari governi di pseudo destra di Berlusconi che lo hanno incrementato addirittura a cifre doppie. Cosa si deve fare ? Smettiamo se non altro di sprecare soldi pubblici ed ognuno dovrebbe fare la sua parte. Il debito lo facciamo tutti. Da quando eleggiamo il sindaco spendaccione anche del più' piccolo paesino al voto nazionale. La Sanità' quanto ci costa ? Ce lo dite ?? ci fate la top 100 delle spese Italiane annuali ? E? possibile vedere un elenco del genere ???

fenix1655

Mar, 09/04/2019 - 16:06

Una bella patrimoniale, poi un'altra spremuta di pensionati, poi una limata irpef agli stipendi dei lavoratori in regola. E visto che ci siamo ancora un pò di debito per non essere secondi a nessuno dei governi precedenti. Visto che l'Italia è in mano a gente che non ha mai lavorato in fondo deve rappresentare e salvaguardare la categoria!!!!

rokko

Mar, 09/04/2019 - 16:12

Trovo che il fmi sia molto ottimista. Non credo che il 2019 si concluderà con un pil in crescita, seppur modesta. Sono stati fatti troppi danni dal governo del cambiamento in peggio, ci vorrà almeno un anno per superare questa fase (sempre che si cambi registro)

VittorioMar

Mar, 09/04/2019 - 16:19

..AVETE "TOPPATO" TROPPO ...non siete più CREDIBILI...ormai vi prendono a "PERNACCHIE" napoletane...!!

Ritratto di mailaico

mailaico

Mar, 09/04/2019 - 16:55

non è che ci vuole fmi per capire che tra il pagliaccio con la felpa e il terun nnammurato c'e' il classico feeling che passa tra due INCAPACI di governare ma CAPACI di continuare a mettere TASSE!

gneo58

Mar, 09/04/2019 - 16:59

ROKKO - non meriti neanche una risposta. Vedi di guardare oltre il tuo naso !

gneo58

Mar, 09/04/2019 - 17:07

Rokko - a proposito, il Giappone e' al 250% e stanno molto meglio di noi - si faccia due domande !

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 09/04/2019 - 17:11

Fmi non fa testo. Lavora per il sistema speculativo. Il debito? Chiedere a Berlusconi, Monti, Letta, Gentiloni e per finire al clown fiorentino. Allora andava tutto bene madama la marchesa.

Mborsa

Mar, 09/04/2019 - 17:18

Le previsioni negative o positive dei modelli econometrici sono tutte affette dallo stesso ineludibile errore intrinseco: proiettano i dati del recente passato nel futuro prossimo. Gli eventi inattesi non sono pesati: una "farfalla economica" che sbatte le ali in Cina e provoca un uragano in Europa può fare cambiare completamente le previsioni. Nel 2007 a gennaio le previsioni del PIL italiano erano 0,5% e a dicembre erano 2%. Sparando tutti i giorni le stesse previsioni (UE; OCSE;FMI; Confindustria) si crea un clima negativo, che impedisce di prendere le decisioni di medio termine necessarie per tentare il risanamento del paese.

chiara63

Mar, 09/04/2019 - 17:46

Sicuro che trovare due geni come Salvini e Di Maio ci voleva proprio un popolo di creduloni e che nonostante nove mesi di governo non riescono a capire che le cose stanno peggiorando e siamo solo all'inizio il futuro sarà ben peggiore

lorenzovan

Mar, 09/04/2019 - 17:48

tutte balle..la nostra economia e' solidissima ...lolol..gli indicatori tutti positivoi..sono solo i soliti disfattisti che tradiscono l'Italia a mettere in gitro

Robdx

Mar, 09/04/2019 - 18:43

Oddio c'è chi parla ancora di Monti, un bocconiano che insieme alla sua amica bocconiana Fornero han fatto più danni della grandine. Ricordiamo per l'ennesima volta le gesta del binomio: aumento del debito di 300 mld nel quinquennio successivo, aumento dell'iva al 22%, aumento della tassazione sui beni immobiliari specialmente seconde case con conseguente crollo del mercato immobiliare e del mercato del lavoro, abolizione art. 18, aumento della tassazione sui capital gain 26%, aumento della tassazione sui conti deposito e deposito titoli al 2x1000, continui aumenti delle accise sui carburanti, riforma Fornero che non oso neppure commentare. Queste sono le gesta dei bocconiani, sono gli stessi che oggi vorrebbero una patrimoniale e ancora troviamo idioti che li sostengono

glasnost

Mar, 09/04/2019 - 19:09

Questi organismi economici servono soltanto a tutelare gli interessi delle classi dominanti finanziarie.Con l'evidente sostegno dei partiti di sinistra. A danno nostro, sia chiaro. Dobbiamo trovare il modo di renderle innocue.

nerinaneri

Mar, 09/04/2019 - 19:13

gneo58: ovviamente, internet lo usi solo per commentare sul giornale...perchè anche i bambini delle elementari sanno che il debito giapponese è completamente detenuto dai giapponesi stessi, cosa che non accade da noi...

nerinaneri

Mar, 09/04/2019 - 19:32

...meglio i sovranisti (anziani)...io personalmente convertirò i miei risparmi in pizze di fango del camerun...

nerinaneri

Mar, 09/04/2019 - 19:37

...tranquilli, è appena finito marzo...vedrete che maggio andrà peggio...luglio, ancora peggio e settembre nessuno senza più un euro...

HARIES

Mar, 09/04/2019 - 19:40

Unica cosa da tagliare è la busta paga di Christine Lagarde, assieme a quella di Mario Draghi.

carlottacharlie

Mar, 09/04/2019 - 19:45

Eccoli di ritorno quelli del debito bau-bau. Siamo nella ganga e non solo per questi decerebrati grillazzi, ma per quel che ci hanno lasciato in eredità i Monti e la sinistra. Quando c'erano i Pd ad aumentare il debito ed anche sostanzioso nessuno fiatava.Ora si stracciano le vesti. L'unica frase con cui rispondere è di andare a rompere le scatole altrove, poi si prendano i grulli grillazzi e li si metta al muro per aver perso tempo invece di dare, subito, il via alle infrastrutture, tasse e tutto il necessario. Si sapeva ch'eran scemi eppure altri poco dotati li hanno votati ed ora ci tocca "grattarci" tutti. Urlarlo a gran voce a chi pensa di rivotarli, e zittirli quando mangeranno fieno.

giangar

Mar, 09/04/2019 - 20:47

@Robdx 18:43 - Bello consolarsi con l'elenco delle "nefandezze" dei governi precedenti. Ma mi sa spiegare perché il governo del cambiamento, in un anno, non ne ha abolito neanche una, a parte qualche limitata(e dannosissima) modifica alla legge Fornero?

lorenzovan

Mar, 09/04/2019 - 20:52

vai capitan schettino..vai senza paura...i tuoi prodi marinai patani sono pronti al naufragio...e la colpa di chi sara' ??? ma degli altri ..perbacco !!!!!! se mi avessero dato il 51 per cento...allora si che avrei fatto vedere tutta la mia gloria....sehh sehhh come no....aiutooooooooooooo la barca affonda

SpellStone

Mar, 09/04/2019 - 21:43

ma cosa vuola da noi il FMI, chi gli ha chiesto nulla???? ma ci rendiamo conto che e' il FMI a disposizione degli stati e non viceversa xke sono gli stati a FINAZIARLO!!!!!

rokko

Mar, 09/04/2019 - 22:21

gneo58, io posso anche farmi delle domande, ma tu ogni tanto datti qualche risposta. Il Giappone sta meglio di noi perché il suo debito, nonostante sia al 250%, è più sostenibile del nostro. A renderlo sostenibile sono i colossi dell'auto e dell'elettronica (che noi non abbiamo), il fatto che vanno in pensione a 70 anni ed ora stanno parlando di far lavorare, su base volontaria, fino a 80 (noi abbiamo appena messo quota 100), e ti potrei citare altri n fattori. Nonostante questo, il Giappone è un paese in declino, con crescita praticamente nulla ed invecchiamento della popolazione. Se ti piace quel modello, auguri.

Robdx

Mar, 09/04/2019 - 22:51

Giangar io non mi consolo anche perché preferisco dare 5 anni affinché possa dare una mia opinione sul governo giallo verde ma in un anno hanno modificato la legge Fornero(che era una porcata assurda), instaurato il reddito di cittadinanza(anche se sono contrario questo permetterà di aumentare i consumi interni, vedasi Francia che spende 65mld per una misura analoga), ridotto la tassazione sulle partite iva(circa 1 milione di lavoratori), decreto dignità(che eviterà contratti a tempo determinato, stage, precariato e porcate varie). A lei tutto ciò sembra poco?Concludo con la riduzione drastica dell'arrivo di altri clandestini da mantenere a vita...Se questi sono i risultati in un anno penso che anche avendo la stampa e la televisione contrari governeranno per i prossimi 50anni

Anonimo (non verificato)

lorenzovan

Mer, 10/04/2019 - 00:45

@robdx...abbiamo una boschi di destra al maschile...lolol...son tutte rose e fioriranno...lolololololol

giangar

Mer, 10/04/2019 - 10:02

@Robdx 09/04/2019 22:51 - La ringrazio per avermi letto. Lei, però, ha eluso la mia domanda, facendomi un elenco delle cose positive a suo parere fatte da questo Governo. Innanzitutto è lo stesso DEF approvato dal Governo a certificare il fallimento (almeno per i prossimi 2 anni) delle suddette misure: PIL quasi fermo, disoccupazione in aumento, rapporto debito/pil in netta salita, pressione fiscale in aumento. Lei preferisce aspettare altri due anni? Liberissimo di farlo, se può permetterselo. Il senso del mio post era però un altro. Nel suo post precedente lei faceva un puntiglioso elenco delle "nefandezze" fatta dai precedenti governi, che comunque ci avevano permesso di recuperare circa 4 punti di pil e di vedere per la prima volta una riduzione, anche se limitata, del debito/pil (1)

giangar

Mer, 10/04/2019 - 10:03

@Robdx - (2) Io le chiedevo (ovviamente non a lei personalmente, ma a quanti utilizzano la tecnica di gettare discredito sui governi precedenti, per autoassolversi): perchè non sono state ridotte le accise sulla benzina, non è stata cancellata l'IMU sulle seconde case, non sono state ridotte le tasse sui depositi, non è stata abolita la Fornero? Se si continua a dire che massacravano l'economia, mi sarei aspettato una loro abolizione. Invece nulla. Dunque, se non sono state eliminate, servivano o per lo meno non se ne poteva fare a meno

Mauro23

Mer, 10/04/2019 - 18:11

May 2019 you write in your voting paper none Europe no one Eur,or voting Home Pound