Disoccupazione, allarme tra gli under 35: in tre anni un milione di posti in meno

Allarme tra gli under 35: secondo l'Istat dal 2010 al 2013 si è passati da 6,3 milioni di occupati a 5,3 milioni

Un milione di posti di lavori in meno per gli under 35 in tre anni. È l'allarme che emerge dai dati Istat secondo cui in questa fascia di età dal 2010 al 2013 il numero degli occupati è passato da 6,3 milioni a 5,3 milioni.

La situazione è particolarmente difficile nella fascia tra i 25 e i 34 anni, quando un tempo anche i laureati iniziavano a lavorare e si formavano una famiglia. Nel secondo trimestre 2013 tra i "giovani adulti" lavoravano appena 4,329 milioni di persone contro i 5,089 milioni di solo tre anni prima. Il tasso di occupazione ha subito un crollo dal 65,9 al 60,2 (era al 70,1% nella media 2007), con quindi appena 6 persone su 10 al lavoro nell’età attiva per eccellenza. E se per i maschi del Nord la situazione è ancora accettabile con l’81,4% al lavoro (dall’86,6% del secondo trimestre 2010) al Sud la situazione è drammatica con appena il 51% degli uomini della fascia 25-34 anni che lavora (e solo il 33,3% delle donne).

Un imbuto dovuto in parte alla stretta sull’accesso alla pensione che ha tenuto al lavoro i più anziani (il tasso di occupazione nella fascia tra i 55 e i 64 anni è passato nel triennio considerato dal 36,6% al 42,1%), in parte alla crisi economica e al generale calo dell’occupazione nelle imprese private insieme al blocco del turn over nella pubblica amministrazione che di fatto ha ridotto al lumicino le assunzioni nel pubblico.

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 15/09/2013 - 12:44

i vostri genitori accettando senza ribellarsi di far parte dell'Euro vi han condannati ad emigrare all'estero, qui in Italia c'è posto soltanto per i terroristi, clandestini, ROM. Siete schiavi della più potente Massoneria mai vista sulla faccia del pianeta, poveretti voi che brutto futuro ammesso che ve ne rimane ancora uno !!

moshe

Dom, 15/09/2013 - 13:06

Disoccupazione, allarme tra gli under 35: in tre anni un milione di posti in meno ..... ..... ..... e per risolvere il problema cosa è stato fatto? la kyenge ed il suo schifosissimo partito hanno fatto una legge per dare lavoro agli extracomunitari ANCHE negli enti statali !!!!! VA FATTO UN REFERENDUN PER ESPELLERE DALL'ITALIA TUTTI COLORO CHE NON FANNO GLI INTERESSI DEGLI ITALIANI !!! DISOCCUPATI E NON, alle prossime elezioni RICORDATEVELO !!!

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Dom, 15/09/2013 - 13:18

Da anni suona l'allarme senza sosta: i posti di lavoro diminuiscono e gli immigrati aumentano! Cosa ha fatto lo Stato a cominciare dal Capo della Stato e dalla Politica? Troppo impegnati a salvaguardare i loro interessi privati e di partito! Certo é che se non si trova lavoro da giovani, si prende una brutta piega! La colpa é della Politica, dello Stato intero, del crimine organizzato nazionale, internazionale e degli immigrati, del terrorismo anche islamico e sue reti di crimine organizzato, anche di tutti coloro che hanno guadagnato bene, molto o moltissimo ed anche loro hanno portato soldi all’estero dissanguando il paese! Ed anche la Chiesa che toglie agli italiani poveri per dare ai poveri nel mondo! Bisogna ricuperare mille miliardi portati all’estero e altre centinaia di miliardi in possesso loro in Italia per risanare e ricostruire il paese intero! La Patria innanzitutto, bisogna creare Lavoro Per Tutti! Ma la corruzione si nasconde dappertutto ed é più facile che un cammello attraversa la cruna di un ago! O Patria mia, che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

Emigrante75

Dom, 15/09/2013 - 13:23

Questa è un'altra prova, se ancora ce ne fosse bisogno, della mancanza totale di visione dei governi degli ultimi 5 anni, PdL compreso.... L'occupazione è un frutto che matura dopo anni di politica coerente e lungimirante. Con buona pace dei grandi economisti (Brunetta in testa) che non hanno mai saputo trovare una visione per il futuro.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Dom, 15/09/2013 - 13:38

Bisognerebbe vedere chi c'è stato al governo.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 15/09/2013 - 13:42

berlusconi, Monti. Ecco il risultato. Con Prodi non sarebbe successo

Giangi2

Dom, 15/09/2013 - 14:28

Si ma non e'importante, chi se ne frega dei giovani italiani, bisogna prima di tutto pensare a chi viene da paesi sottosviluppati, dare loro unA casa, un lavoro, servizi sociali e sanitari gratis. Se il prezzo da pagare per realizzare questo e' la disoccupazione dei giovani italiani e la mancata assistenza di chi paga le tasse pazienza . Volete mettere la soddisfazione di essere considerati un popolo civile? Diro' di più, io metterei l'imu anche sulla prima casa e l'iva la porterei al 25%, sarebbero tutti soldi utili per finanziare un massiccio esodo dall'Africa, almeno 20 milioni di persone per fare in modo di assimilare la loro millenaria cultura e magari integrarci noi a loro perche e' giusto, e' civile e progressista questo. Sono sicuro che il ritorno di questa politica sarà' una bella società multiculturale, piena di colori, sapori e odori stupefacenti, dove i nostri figli giocheranno coi figli degli africani, dove non esistano guerre religiose ne razzismo. Un mondo bellissimo........... FINE DEL SOGNO, ADESSO LA CRUDA VERITÀ: TUTTE CAZZATE, LA STORIA DOVREBBE INSEGNARE CHE LE SOCIETÀ MULTICULTURALI HANNO SEMPRE PORTATO GUERRE TRA LE VARIE ETNIE, vedi ex jugoslavia.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 15/09/2013 - 14:47

ovviamente è colpa di Berlusconi anche fra 20 anni sarà sempre colpa sua di quando governò e distrusse gli italiani fortuna che Monti e Letta hanno eliminato il debito pubblico italiano, gli sprechi della pubblica amministrazione riducendo la pressione fiscale ed eliminando la disoccupazione giovanile, i vitalizi ai politici. Monti e Lette dovrebbere essere proclamati Santi Salvatori del popolo italiano al contrario del Demonio Berlusconi. La vera tragedia è che voi italiani ci credete veramente.

turris753

Dom, 15/09/2013 - 15:15

Infatti B non ha nessuna colpa, lui negli ultimi 20 anni stava su Marte.

tonino33

Dom, 15/09/2013 - 16:01

In Italia ci stanno sei milioni di immigrati e sei milioni di disoccupati. La disoccupazione di massa dei under 35 rappresenta l'omicidio premeditato di una generazione. Ma questo e' un piccolissimo prezzo da pagare per l'enorme beneficio dell' immigrazione. Per definizione matematica la meta' della popolazione e' sotto la media socioeconomica. Cosa fare per questi poveracci? Come fanno a costruirsi un senso di autostima? Mica possiamo lasciarli li a rosicare. Bisogna dargli un premio di consolazione. Ecco a cosa serve l'immigrazione di massa; possiamo finalmente fare credere ai perdenti di essere importanti, perfino superiori; moralmente superiori. Parli di negri? Ti preoccupi degli immigrati? Un applauso! Sei moralmente superiore! Non serve sprecare tempo a farsi una carriera o costruirsi una vita di cui essere fieri. Adesso e' un optional. Grazie all' immigrazione tutti possono sentirsi moralmente superiori; basta venerare i negri la mattina e denigrare l'identita' italiana la sera. Tutto qui. Semplice e, sopratutto, poco faticoso. Stiamo democratizzando l'autostima. Autostima per tutti! Quello e' un dottore? Ma io penso ai negri, sono meglio di lui! Quello e' un imprenditore? Ma io penso ai negri, sono meglio di lui! Quello e' un miliardario? Ma io penso ai negri, sono meglio di lui! E cosi via. Di fronte all' immensa utilita' del dare ai perdenti un senso di autostima sintetico, cos'e' il futuro di una generazione? Spiccioli.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 15/09/2013 - 16:16

NULLA SUCCEDE PER CASO. Ricordatevelo. Chi sta promuovendo la distruzione dell'Europa (immigrazione, denatalità, imbastardimento culturale) lo fa con chiara visione. Le oligarchie sopravvivono e dominano su masse, non popoli. Il progetto è quello delle oligarchie angloamericane sioniste.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 15/09/2013 - 16:18

Dall'Europa emigrano le nuove generazioni bianche ed europee e immigra la feccia del Terzo Mondo. Ripeto, è tutto voluto ai piani alti. E' una forma di genocidio, molto raffinata e morbida. Che passa inosservata a queste coscienze rincoglionite dall'americanismo subculturale.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 15/09/2013 - 17:42

Il potere (quello vero, non i suoi camerieri nei parlamenti) si fa beffe dei cittadini. Li mette gli uni contro gli altri e campa sulle loro divisioni (destra, sinistra, atei, religiosi, bianchi, neri, dipendenti, autonomi ecc...). Le oligarchie da sempre dominano solo su società divise e frammentate. L'imbastardimento multirazziale perciò viene promosso.

Massimo Bocci

Dom, 15/09/2013 - 18:00

Come diceva lo smacchiatore dei dei giaguari coop, alla preparazione del GOLPE-Euro, Spread, preparato con minuzia,falsificazioni e tradimenti, da CANI!!! Anti Italiani!!!! Il vetero del colle (con paghetta e condominio da miserabile 240 milioni) e la cricca EURO, (mele di ferro, padrona Euro), al Bunga Bunga, si deve dimettere dopo di lui tutti ricchi, a tre dal golpe comunista-Euro, pil - 5,5% ( al tempo Bunga eravamo a più 1,7%), dunque la cura dei ladri bolscevica e dei loro PADRONI CRUCCHI, a dato il suoi frutti AVVELENATI BOLSCEVICHI,EURO, morti di fame,miseria e disperazione,fallimenti e suicidi di Italiani veri,tutte specialità della casa dei LADRI comunisti, anti Italiani.

Silviovimangiatutti

Dom, 15/09/2013 - 21:51

Ma come ma le azioni di governo del Sig. Monti non dovevano rilanciare l'economia ?

poitelodico

Lun, 16/09/2013 - 07:14

L'avete voluto l'euro? Ora godetevelo! Se sapeste come si sta bene qui in Svizzera senza l'euro...