Ecco come Juncker vuole germanizzare tutta l'Unione europea

Ministro del Tesoro unico e presidente a vita dell'Eurogruppo: altre poltrone per Berlino

Siate realisti, chiedete l'impossibile». Non avendo fatto il Sessantotto per motivi anagrafici, Jean-Claude Juncker deve aver ben metabolizzato il Caligola di Camus. Il presidente della Commissione europea vuole la luna e squaderna le sue aspirazioni sotto forma di un papier sul rafforzamento dell'Unione monetaria che ha tutta l'aria di essere l'elenco dei desideri irrealizzabili. Una lista dei sogni. O, vista da un'altra angolazione, degli incubi, dal momento che l'idea che sta alla base del progetto - ovvero una quasi totale perdita delle sovranità nazionali - rischia di spalancare la porta a una germanizzazione dell'Europa.

Juncker propone un ministero del Tesoro unico e un presidente permanente dell'Eurogruppo. Già l'introduzione di queste due figure-chiave richiederebbe grande equilibrio e un livello di convergenza neppure sfiorato al momento dall'eurozona. A prevalere sono più gli elementi divisivi. Fanno testo, giusto per fare due esempi, il mancato accordo sulla Grecia, così come il dibattito, spesso anche aspro, sulle misure non convenzionali della Bce. I veti incrociati sono del resto quelli che hanno finora impedito di mandare in porto il fondo unico di garanzia sui depositi bancari, quel paracadute universale per i correntisti di Eurolandia che rispunta nel documento della Commissione con l'obiettivo di poterlo aprire entro il 2019. Fra il 2020 e il 2025 dovrebbero poi iniziare i lavori per emettere un titolo pubblico europeo con la garanzia degli Stati. Nel documento non si parla di eurobond, ma di «european safe asset». Sfumature lessicali a parte, qui si ipotizza il superamento, entro un massimo di otto anni, dei macigni posti - soprattutto da Berlino - sulla strada della mutualizzazione del debito. Certo, la situazione potrebbe anche cambiare se sarà la Germania a indirizzare il risanamento delle finanze pubbliche attraverso l'occupazione di tutte le poltrone che contano. A cominciare, nel 2019, da quella di Mario Draghi. I tedeschi la pretendono: «Nessun tedesco è mai stato alla guida dell'Eurotower», dicono. Vero. Scordano però l'ortodossia teutonica dell'olandese Wim Duisenberg e che il francese Jean-Claude Trichet era talmente ossessionato dall'inflazione (il babau tedesco) da alzare i tassi a disastro dei subprime ormai conclamato. E cosa accadrebbe se la Germania, oltre ad avere in mano le redini monetarie, fosse anche alla guida - non più a rotazione - dell'Eurogruppo? Non avrebbe forse il formidabile potere di imporre qualsiasi sacrificio ai Paesi in difficoltà? È l'idea di una Germania über alles che trova conferma nella parole con cui, giusto ieri, Angela Merkel ha spiegato di ritenere naturale il trasloco da Londra a Francoforte della sede dell'Eba, l'agenzia che sorveglia le banche europee.

I vantaggi per gli altri? Pochi. Il documento parla genericamente di un fondo per la stabilizzazione, cioè anti-choc economici, ma non trascura l'ipotesi che la concessione delle risorse sia subordinata ai progressi compiuti nella realizzazione delle riforme strutturali. Insomma: se una volta i sacrifici ce li chiedeva l'Europa, forse domani ce li imporrà direttamente Berlino.

Commenti

Duka

Gio, 01/06/2017 - 09:05

Il "piano" lo ha scritto di propria mano mentre era all'osteria.

Marcello.508

Gio, 01/06/2017 - 09:10

Cavalier servente del duo massonico Merkel-Schaeuble! Toglietegli subito la bouvette, entrerà in depressione e si estinguerà da solo.

buri

Gio, 01/06/2017 - 09:44

noente sorpresa è un lusemburgese, ossia mezzo francese e mezzo kruko

nopolcorrect

Gio, 01/06/2017 - 09:45

Ora capite perché l'Inghilterra se n' è andata. Gli Inglesi saggiamente si sono sempre opposti a una qualsiasi potenza egemone in Europa. Prendere esempio dalla Germania in molti casi va benissimo ma per carità evitiamo il Quarto Reich. Faccio notare che negli Stati Uniti per evitare che uno stato grosso domini sugli altri c'è l'istituzione del Senato in cui tutti gli Stati, grandi o piccoli, sono uguali: ognuno ha due senatori, due il piccolo Vermont e due la grande California, chiaro? Perfezionare la costruzione europea OK ma, per esempio, in questo senso.

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 01/06/2017 - 10:15

Pagliaccio!!! Incominciate a imporre le stesse tasse in tutta l'europa. Che si ordini di far diminuire le imposte agl'italiani e che si taglino tutti gli sprechi ed i clientelismi.

giumaz

Gio, 01/06/2017 - 10:15

Più che di sogni, possiamo parlare di deliri di un alcolizzato all'ultimo stadio.

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 01/06/2017 - 10:19

Se fossi francese, pagherei per tutte le tasse meno di 5 mila euro. Pagando le tasse in Italia ed in Francia, ne pago 14.5 mila euro e non ho l'assistenza sanitaria al di fuori della Francia. Che si cominci ad armonizzare questo!!!

Angelo664

Gio, 01/06/2017 - 10:50

Al più presto !!! Abbiamo suddizzato il Nord Italia negli ultimi 40 anni, stiamo Islamizzando la penisola intera riempiendola di straccioni. Meglio, molto meglio quindi germanizzare l'Italia.

cameo44

Gio, 01/06/2017 - 11:27

Che la Germania la vuol fare da padrona è evidente a tutti tranne ai politici di casa nostra sempre pronti a riverirla e ad ubbidire ora la Merkel vuol tenere fuori dal G20 il Presidente U.S.A. come ritor sione ma chi crede di essere questa Merkel? un grande lo aveva detto l'unificazione della Germania è un pericolo svegliatevi prima che sia troppo tardi

nerinaneri

Gio, 01/06/2017 - 12:00

...appena esplode il caso del debito pubblico italiano, vedrete che fine faranno le vs pensioni (per non parlare dei risparmi)...

ILpiciul

Gio, 01/06/2017 - 13:04

Dopotutto l'ex Premier inglese aveva detto che non ci si azzardasse a far diventare presidente della commissione europea il soggetto in foto. Buoni o cattivi che siano, quelli non parlano a vuoto.

agosvac

Gio, 01/06/2017 - 13:43

Ormai si è capito da molto tempo che junker è al soldo della Germania. Tutto quello che fa o dice è finalizzato alla svendita di tutti gli Stati europei alla signora merkel. Non ci riuscirà, perché gli europei hanno capito che la vera nemica non è la crisi economica ma cruccolandia!!! Forse il novello Presidente mammone cerca accordi con la merkel, non ci riuscirà, nessuno in Europa vuole essere schiavo della Germania neanche i francesi. Tra l'altro non è che la Germania navighi in acque economiche sicure, con tutti i migranti fasulli che si stanno mettendo dentro non mi meraviglierei se quanto prima andassero a catafascio. Se Trump bloccasse l'esportazione di auto Bmw e Mercedes negli Usa, sarebbero grossissimi guai per cruccolandia.

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 01/06/2017 - 13:46

Ma titoli di questo spessore li pensate di notte? La proposta non è così male e c'è parecchio dellItalia e di altri paesi .... vediamo poi se passa come è o se sarà modificata ma questo contenuto antiitaliano e filotedesco non mi sembra così evidente.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 01/06/2017 - 14:14

QUESTO; SIGNORE VIENE INDAGATO DALLA COMMISSIONE EUROPEA PER EVASIOBE FISCALE; É DI AVER FAVORITO COME PREMIER E MINISTRO DELLE FINANZE IN LUSSEMBURGO MULTINAZIONALI L;EVASIONE FISCALE!QUESTA É LA PERSONA CHE INSIEME A MARTIN SCHULZ FACEVA LA MORALE A BERLUSCONI! MARTIN SCHULZ HA ROVINATO PRIMA LA UE É POI LA SPD; É ADESSO TOCCA A JUNKER ESSERE MESSO ALLA COGNA!.

Marcello.508

Gio, 01/06/2017 - 15:13

nerinaneri - "vedrete che fine faranno le vs pensioni (per non parlare dei risparmi)..." Lei è già al sicuro .. chessò .. alle Maldive? Ci dia qualche istruzione per l'uso, per cortesia.

rokko

Gio, 01/06/2017 - 22:42

Magari ci germanizzassimo un po'anche noi!

nerinaneri

Ven, 02/06/2017 - 08:59

Marcello.508: trasferirsi sotto i ponti, acqua corrente e luce gratis, ma posti limitati...